Connect with us
Pubblicità

Trento

Razziavano ogni tipo di uccelli nei boschi del Trentino. Banda di bracconieri in trappola, sette arresti.

Pubblicato

-

Sono 7 le persone arrestate nel corso dell’operazione antibracconaggio “Breccia nel Delta”, coordinata dal Corpo Forestale della Provincia autonoma di Trento, che ha permesso di sgominare due associazioni a delinquere che gestivano un fiorente traffico illecito di avifauna, catturata illegalmente e proveniente da tutta Italia e da altri paesi europei.

I risultati sono stati presentati oggi a Trento nel corso di una conferenza stampa dal Procuratore della Repubblica, Sandro Raimondi. Erano presenti il Comandante del Corpo Forestale Trentino, Romano Masè, insieme al Commissario Stefano Montibeller e per i Carabinieri Forestali, che hanno collaborato alle indagini, il maggiore Caterina Mancuso ed il maggiore Fernando Baldi.

L’operazione è stata condotta su quattro regioni; Emilia Romagna, Veneto, Toscana e Lombardia dal Corpo Forestale Trentino, in collaborazione con i Carabinieri Forestali del Gruppo di Forlì-Cesena, del Nipaaf di Treviso, del Nipaaf di Pistoia e del Gruppo Carabinieri Forestale di Brescia.

Pubblicità
Pubblicità

L’attività dei militari ha riguardato, oltre all’arresto di sette soggetti tutti facenti parte di due parallele organizzazioni criminali, anche la perquisizione dei luoghi in disponibilità di altri soggetti coinvolti a vario titolo nell’attività illecita.

L’indagine è partita dall’arresto, avvenuto nel maggio del 2018, in flagranza di reato, di tre uomini, poi processati per direttissima per furto venatorio e maltrattamento a danno di uccelli implumi nelle campagne fra Trentino ed Alto Adige.

Il lavoro d’investigazione degli uomini del Corpo Forestale della Provincia ha permesso di giungere alle organizzazioni criminali che operavano in un traffico di avifauna diretto a sfruttare a proprio vantaggio i massicci proventi derivanti dalla cattura illecita di uccelli di vario genere e tipo, per poi ricettare le stessi con il fine di immetterli, fraudolentemente regolarizzati, sul mercato degli uccelli da richiamo per la caccia di tutto il Paese.

Le attività illecite condotte avvenivano per mezzo di reti per l’uccellagione, in orario notturno, per eludere i controlli e in luoghi particolarmente vocati e coincidenti con le principali rotte migratorie, tutto ciò al fine dell’arricchimento personale di tutti gli associati, a danno quindi del patrimonio indisponibile dello Stato e della collettività.

Le indagini condotte attraverso osservazioni dirette e tramite l’ausilio di moderne tecnologie investigative hanno permesso di definire l’intromissione di vari complici e di agganciare una seconda organizzazione criminale con sede nella Marca Tevigiana ed attiva nel Nord-est. Alcuni fra i segnalati svolgevano viaggi per recuperare avifauna anche in ambito internazionale, con il fine di rivederla poi a cacciatori italiani.

Pubblicità
Pubblicità

Oggetto del traffico risultavano inoltre fringillidi per scopi ornamentali e passeriformi morti per la ristorazione, tutti anche questi di provenienza e cattura illegale.

Gli uomini del Corpo Forestale Trentino, coadiuvati dai Carabinieri Forestali delle regioni interessate dal traffico hanno segnalato all’Autorità giudiziaria più di dieci persone che risponderanno di associazione per delinquere, furto venatorio, ricettazione oltre che di reato transnazionale, maltrattamento di animali e alterazione di sigilli.

Gli accertamenti condotti nella fase delle indagini preliminari, prima dell’applicazione delle misure personali cautelari urgenti emesse dal GIP di Trento, hanno necessitato della collaborazione interforze anche della Polizia di Stato, con servizi mirati che si sono finalizzati nel sequestro di alcune centinaia di uccelli, in particolare turdidi, ma anche fringillidi ed esotici. Le indagini hanno permesso di stimare un traffico di circa 10.000 uccelli con proventi stimati attorno a diverse centinaia di migliaia di euro.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]

Categorie

di tendenza