Connect with us
Pubblicità

Trento

Razziavano ogni tipo di uccelli nei boschi del Trentino. Banda di bracconieri in trappola, sette arresti.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sono 7 le persone arrestate nel corso dell’operazione antibracconaggio “Breccia nel Delta”, coordinata dal Corpo Forestale della Provincia autonoma di Trento, che ha permesso di sgominare due associazioni a delinquere che gestivano un fiorente traffico illecito di avifauna, catturata illegalmente e proveniente da tutta Italia e da altri paesi europei.

I risultati sono stati presentati oggi a Trento nel corso di una conferenza stampa dal Procuratore della Repubblica, Sandro Raimondi. Erano presenti il Comandante del Corpo Forestale Trentino, Romano Masè, insieme al Commissario Stefano Montibeller e per i Carabinieri Forestali, che hanno collaborato alle indagini, il maggiore Caterina Mancuso ed il maggiore Fernando Baldi.

L’operazione è stata condotta su quattro regioni; Emilia Romagna, Veneto, Toscana e Lombardia dal Corpo Forestale Trentino, in collaborazione con i Carabinieri Forestali del Gruppo di Forlì-Cesena, del Nipaaf di Treviso, del Nipaaf di Pistoia e del Gruppo Carabinieri Forestale di Brescia.

Pubblicità
Pubblicità

L’attività dei militari ha riguardato, oltre all’arresto di sette soggetti tutti facenti parte di due parallele organizzazioni criminali, anche la perquisizione dei luoghi in disponibilità di altri soggetti coinvolti a vario titolo nell’attività illecita.

L’indagine è partita dall’arresto, avvenuto nel maggio del 2018, in flagranza di reato, di tre uomini, poi processati per direttissima per furto venatorio e maltrattamento a danno di uccelli implumi nelle campagne fra Trentino ed Alto Adige.

Il lavoro d’investigazione degli uomini del Corpo Forestale della Provincia ha permesso di giungere alle organizzazioni criminali che operavano in un traffico di avifauna diretto a sfruttare a proprio vantaggio i massicci proventi derivanti dalla cattura illecita di uccelli di vario genere e tipo, per poi ricettare le stessi con il fine di immetterli, fraudolentemente regolarizzati, sul mercato degli uccelli da richiamo per la caccia di tutto il Paese.

Pubblicità
Pubblicità

Le attività illecite condotte avvenivano per mezzo di reti per l’uccellagione, in orario notturno, per eludere i controlli e in luoghi particolarmente vocati e coincidenti con le principali rotte migratorie, tutto ciò al fine dell’arricchimento personale di tutti gli associati, a danno quindi del patrimonio indisponibile dello Stato e della collettività.

Le indagini condotte attraverso osservazioni dirette e tramite l’ausilio di moderne tecnologie investigative hanno permesso di definire l’intromissione di vari complici e di agganciare una seconda organizzazione criminale con sede nella Marca Tevigiana ed attiva nel Nord-est. Alcuni fra i segnalati svolgevano viaggi per recuperare avifauna anche in ambito internazionale, con il fine di rivederla poi a cacciatori italiani.

Oggetto del traffico risultavano inoltre fringillidi per scopi ornamentali e passeriformi morti per la ristorazione, tutti anche questi di provenienza e cattura illegale.

Gli uomini del Corpo Forestale Trentino, coadiuvati dai Carabinieri Forestali delle regioni interessate dal traffico hanno segnalato all’Autorità giudiziaria più di dieci persone che risponderanno di associazione per delinquere, furto venatorio, ricettazione oltre che di reato transnazionale, maltrattamento di animali e alterazione di sigilli.

Gli accertamenti condotti nella fase delle indagini preliminari, prima dell’applicazione delle misure personali cautelari urgenti emesse dal GIP di Trento, hanno necessitato della collaborazione interforze anche della Polizia di Stato, con servizi mirati che si sono finalizzati nel sequestro di alcune centinaia di uccelli, in particolare turdidi, ma anche fringillidi ed esotici. Le indagini hanno permesso di stimare un traffico di circa 10.000 uccelli con proventi stimati attorno a diverse centinaia di migliaia di euro.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento5 minuti fa

Sgombero centro Bruno, Rossato: «Destiniamolo alle donne vittime di violenza». Lucia Coppola: «Deve continuare a vivere»

Trento22 minuti fa

Approvato dal Consiglio Comunale il Piano di politica turistica

Trento36 minuti fa

Concessioni idroelettriche: via libera al rinvio fino al 2029

Trento56 minuti fa

«Aiutami a fare da solo. Bambini oggi, fragilità e risorse»: stasera il secondo appuntamento per le scuole primarie trentine

Trento1 ora fa

Nasce il Consorzio delle APT del Trentino: «Una grande opportunità»

Fiemme, Fassa e Cembra1 ora fa

Anna Reolon, «Mamma d’Italia 1970»: Il Sindaco di Fornace racconta la sua incredibile storia

Trento13 ore fa

Basta catene ai cani, multe fino a 800 euro. Claudio Cia: «Disegno di legge di civiltà»

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Messa in sicurezza della SS421, la soddisfazione di Denis Paoli: «Appalto del secondo lotto previsto a inizio 2023»

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Vigili del Fuoco Val di Sole: quest’anno 1.500 interventi per 380 pompieri effettivi

Fiemme, Fassa e Cembra14 ore fa

Ospedale Cavalese: la Giunta dichiara l’interesse pubblico

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Bentornato sci: a Pontedilegno-Tonale aprono gli impianti, via a una nuova stagione invernale

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Melinda vince il premio «Vivere a spreco zero 2022» nella categoria ortofrutta

Sport16 ore fa

Morto il ciclista Davide Rebellin: è stato travolto da un camion

Piana Rotaliana17 ore fa

Living LAB alla FEM «Vite e clima: quali scenari futuri?»

Trento17 ore fa

Trento terza nella classifica italiana delle città più digitalizzate ICity Rank ‘22

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento1 settimana fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza