Connect with us
Pubblicità

Trento

«Ciclovia del Garda», pronti 24,4 milioni di euro. Via ai lavori nell’autunno del 2019

Pubblicato

-

Si è svolta questa mattina, presso la sala riunioni della Comunità Alto Garda e Ledro, la Conferenza dei sindaci sul tema della «Ciclovia del Garda».

Ospiti l’ing. Stefano De Vigili, dirigente generale del Dipartimento infrastrutture e trasporti della Provincia Autonoma di Trento, l’ing. Luciano Martorano, responsabile dell’Agenzia prov.le per le opere pubbliche (APOP) e l’ing. Mario Monaco, dirigente del Servizio opere stradali e ferroviarie della PAT. 

Presenti alla riunione il Presidente della Comunità Alto Garda Mauro Malfer, la vicesegretaria Michela Donatini e i sindaci dei sette comuni dell’Alto Garda e Ledro.

PubblicitàPubblicità

Per ciò che riguarda l’attesa opera della «Ciclovia del Garda», tema oggetto della riunione di stamani, i responsabili della PAT sono entrati nel merito dell’opera. 

Per ciò che riguarda il primo step, ossia la prima Unità Funzionale (UF1) inerente il tratto «Riva del Garda – Galleria di Orione», sarà diviso in due  interventi (UF1.1 e UF1.2) per un costo complessivo – comprese spese a disposizione dell’amministrazione – di circa 6,6 milioni di euro.

Il primo  intervento (UF1.1), inerente la tratta fino al sottopasso del Ponale, è in fase di appalto e l’inizio del cantiere è previsto per l’autunno 2019. 

Il secondo  intervento  (UF1.2 sottopasso Ponale – galleria Orione), andrà in appalto nell’autunno 2019 con previsione di inizio dei lavori nella primavera del 2020.

Pubblicità
Pubblicità

Come richiesto dalla Comunità e dai sindaci, è stata approvata l’integrazione del progetto con l’accesso al complesso fortificatorio denominato «Tagliata del Ponale». Come hanno spiegato i tecnici della PAT, è attualmente in fase di studio la realizzazione di un vano scavato nella roccia che colleghi la galleria naturale «Eros» con il soprastante complesso fortificatorio.

Tramite una scalinata esistente scavata nella roccia è possibile raggiungere la soprastante ex strada del Ponale e le restanti parti del complesso. «Si tratta di un punto molto importante – osserva il Presidente Mauro Malfer. È un’integrazione che abbiamo sempre sostenuto, in accordo con la Soprintendenza dei Beni Culturali e con l’Assessorato alla cultura della PAT». 

Il secondo step, che riguarda il tratto dalla galleria Orione al Porto Ponale e dal Porto Ponale al confine con il Comune di Limone sul Garda, sarà a sua volta diviso in due Unità funzionali  (UF2 e UF3) del valore complessivo di ulteriori 18 milioni di euro circa. 

Oltre all’importante opera della «Ciclovia del Garda», nella riunione odierna si è condivisa la decisione di inviare ai comuni e alla Provincia Autonoma di Trento il Piano Stralcio della Mobilità e il Piano Stralcio delle Aree Produttive per arrivare all’approvazione definitiva.

«Oltre ai Piano Stralcio – ha osservato Malfer – ci stiamo confrontando con l’Autorità per la Partecipazione locale della Provincia per avviare l’iter del Piano Territoriale della Comunità, già inserito nel documento di programmazione»

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Sciopero Trentino Trasporti: adesione quasi del 90%

Pubblicato

-

In un nota congiunta i sindacati comunicano che la percentuale di lavoratori di Trentino Trasporti che oggi hanno incrociato le braccia oggi venerdì 17 gennaio è stata di quasi l 90%.

Come pianificato  nella mattinata di oggi i sindacati hanno organizzato una manifestazione in piazza Dante, davanti al palazzo della Provincia.

Alla base dello sciopero la richiesta di rinnovare il contratto dei dipendenti dell’azienda, che è fermo da 15 anni.  Durante lo sciopero sono state comunque garantite le fasce orarie di garanzia, dalle 5:30 alle 8:30 e dalle 16 alle 19.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Domenica a Ravina l’assemblea della Federazione provinciale Scuole materne

Pubblicato

-

Si terrà domenica 19 gennaio alle 9.30, presso la Sala Convegni delle Cantine Ferrari a Ravina di Trento, l’Assemblea generale dei rappresentanti delle 134 scuole associate alla Federazione provinciale Scuole materne di Trento che, quest’anno, è dedicata al tema “Qualificare l’investimento per l’Infanzia. 70 anni da capitalizzare”.

Interverranno il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, l’assessore provinciale all’istruzione, università e cultura Mirko Bisesti, il dirigente generale del Dipartimento istruzione e cultura, Roberto Ceccato, e l’assessore del Comune di Trento con delega per le materie della partecipazione, innovazione, formazione e progetti europei, Chiara Maule.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Comitato provinciale di coordinamento: rinviata a lunedì la discussione su Medicina

Pubblicato

-

Per consentire il completamento e la definizione degli accordi di collaborazione, slitta alla prossima settimana l’approvazione del corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia.

Intanto, nella riunione di ieri in Rettorato, via libera ai corsi di laurea magistrale in Studi globali e locali, Agri-food Innovation Management e Artificial Intelligence Systems che possono ora procedere nell’iter di accreditamento ministeriale.

Riunione ieri in Rettorato per il Comitato provinciale di coordinamento, l’ente preposto a esprimersi sulla proposta di istituzione e attivazione di corsi di studio sul territorio.

Pubblicità
Pubblicità

Oggetto della riunione di ieri il via libera a quattro proposte di corsi di laurea avanzate dall’Ateneo trentino per l’attivazione dal prossimo anno accademico 2020/21.

Alla riunione, presieduta dal rettore dell’Università di Trento Paolo Collini, hanno partecipato l’assessore all’istruzione, università e cultura, Mirko Bisesti, delegato per la riunione dal presidente Maurizio Fugatti e il rappresentante degli studenti di UniTrento, Edoardo Meneghini.

Alla riunione è intervenuta anche la prorettrice alla didattica dell’Ateneo trentino, Paola Iamiceli, che in apertura di incontro ha illustrato le varie proposte dal punto di vista tecnico.

Il Comitato ha espresso parere favorevole al progetto di istituzione e attivazione di tre corsi di laurea magistrale: in Studi globali e locali (LM-62), proposto dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale; in Agri-food Innovation Management (LM-69), proposto dal Centro Agricoltura Alimenti Ambiente – C3A, in collaborazione con CIBIO e altri dipartimenti dell’Ateneo; in Artificial Intelligence Systems (LM-32), proposto dal Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione in collaborazione con altre strutture (Ingegneria Industriale, CIMeC, Facoltà di Giurisprudenza e Fondazione Bruno Kessler).

Pubblicità
Pubblicità

Durante la riunione, il rettore ha precisato che sono ancora in corso gli incontri per la definizione della partnership per la realizzazione del corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia. Pertanto il Comitato ha deliberato di rinviare la formulazione di un parere su Medicina, riconvocando la seduta per il pomeriggio di lunedì.

Un rinvio che consentirà il completamento e la definizione di tutti gli accordi di collaborazione per la progettazione e gestione del corso di studi.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza