Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il Caseificio Coredo, la fondazione Mach, e le lezioni di morale di Gianpaolo Gaiarin

Pubblicato

-

Il signor Gianpaolo Gaiarin ha commentato su Facebook l’articolo pubblicato dal nostro giornale, intitolato “Caseificio di Coredo, Fondazione Mach, Comune Predaia: un intreccio istituzionale troppo «pericoloso»”, con le seguenti frasi:Spett. “lavocedeltrentino.it”. «Libertà è poter scegliere. La vostra libertà è continuare a pubblicare la “notizia” relativa a Caseificio di Coredo, Fondazione Mach, Comune Predaia: un intreccio istituzionale troppo «pericoloso». Conosco quello che c’è scritto: non è una notizia, è giocare con il dolore di un dramma. La mia Libertà è non voler avere più a che fare con voi. E comunicarlo a chi mi conosce. Notizia vecchia. E chiedo ancora, che cavolo c’entra la Fondazione in tutto questo?»

Nell’articolo si raccontavano gli intrecci fra la Fondazione Mach ed il caseificio di Coredo ed in particolare:

– che la fondazione a controllo pubblico ha provveduto, per gli anni 2015, 2016, 2017, 2018 tramite l’affidamento diretto in economia l’acquisto di latte crudo. Nelle procedure di affidamento risulta sempre un unico invitato, un unico partecipante e quindi un unico e ripetitivo aggiudicatario: il caseificio sociale di Coredo. All’azienda casearia è stato liquidato un importo annuo di 10.050€, per un totale nel triennio di 40.200€.

Pubblicità
Pubblicità

–  che anche l’azienda privata del Vicepresidente della latteria di Coredo Mirko Endrizzi, è stata premiata anch’essa dalla procedura “vinci facile“, infatti è stata l’unica invitata, l’unica partecipante alla procedura di affidamento diretto in economia per attività didattica e per la quale gli è stato corrisposto per gli anni 2015, 2016, 2018 l’importo totale di 7.500€.

Nell’articolo “criticato” dal prode Gaiarin, supportati dalla normativa, da svariati pareri, contestavamo il fatto che gli affidamenti della fondazione Mach all’”incarnato” Caseificio di Coredo per gli anni 2015, 2016, 2017, 2018 ed al suo Vicepresidente per gli anni 2015, 2016, 1018, potessero (ma ne siamo convinti) non rispettare le direttive nazionali e provinciali.

Dall’anno 2011 è stato attivato dalla fondazione Mach, un nuovo corso al fine di far nascere nuovi operatori agroalimentari (cantinieri, addetti alla lavorazione di carni e formaggi).

Pubblicità
Pubblicità

A seconda dell’indirizzo formativo percorso si può diventare cantiniere, oppure lavorare nelle macellerie come esperto nella lavorazione delle carni, nei caseifici come addetto alla produzione del formaggio e nei supermercati come specialista nella conservazione dei prodotti alimentari.

Gli affidamenti vengono giustificati come acquisti di latte crudo per esercitazione e per attività didattica, necessari probabilmente per poter svolgere i corsi sopra menzionati.

Il signor Gianpaolo Gaiarin è stato il responsabile Assistenza Tecnica Trentingrana Concast per poi in concomitanza dei nuovi corsi cambiare professione e diventare insegnante alla Fondazione Mach.

La sua professione viene esercitata utilizzando il latte crudo acquistato al caseificio di Coredo e dalle attività didattiche svolte presso l’azienda privata del Vicepresidente Mirko Endrizzi.

Il professore è famoso per i continui incensamenti dei formaggi a latte crudo, lo stesso prodotto nel quale è stato rinvenuto il batterio escherichia coli presso l’indagata latteria di Coredo che ha purtroppo portato tutt’ora un bambino a versare in condizioni di salute gravissime. 

Il professore abituato come si legge a dare lezioni, questa volta si merita un voto negativo e può essere tranquillamente rimandato meritandosi anche un bel 7 in condotta.

Dice di essere a conoscenza di quanto pubblicato, probabilmente perché nell’esercitare la sua professione utilizza il prodotto acquistato e magari il suo insegnamento prevede delle visite guidate all’azienda del vicepresidente (Mirko Endrizzi) e/o perché nelle settimane scorse della vicenda si è interessata anche l’ente di controllo?

Dice che quanto pubblicato nei giorni scorsi non è una notizia per poi smentirsi affermando che è una notizia vecchia, dimenticandosi, o forse, perché non ha letto con attenzione, che gli affidamenti per il 2018 sono stati resi pubblici sul sito della fondazione il 21 gennaio 2019 e di conseguenza la notizia non è vecchia.

Ed allora ci domandiamo (anche se conosciamo le risposte) se gli affidamenti sono stati confermati anche per il 2019, magari con qualche variazione di intestazione di provenienza?

Il latte acquistato proviene direttamente da un’azienda privata della Paganella o proviene direttamente dal caseificio?

Alla fondazione Mach viene prodotto Formaggio a latte crudo?

Successivamente il signor Gaiarin tenta di dare lezione di morale, dimenticandosi che non è lui che deve giudicare se stiamo giocando con un dramma ma altre persone, gli ricordiamo inoltre che al momento siamo stati gli unici ad anticipare il nome del caseificio seppur anche le altre fonti d’informazione ne erano a conoscenza e questo è un atto di verità.

Abbiamo il massimo rispetto per i nostri lettori e lettrici, ma se il signor Gaiarin non vuole più avere a che fare con noi ce ne faremo tranquillamente una ragione, noi continueremo a pubblicare liberamente quello che riteniamo opportuno o quello che altri nascondono.

La fondazione Mach per procedere ad affidamenti a trattativa diretta deve rispettare l’art. 21 della L.P. 19.7.1990, n. 23, 2° comma, lettera h) e 4° comma, secondo il quale il contratto può essere concluso mediante trattativa privata con il soggetto o la ditta ritenuti idonei. La fondazione Mach quindi ha ritenuto idonea un’azienda (caseificio di Coredo) indagata per svariati reati penali.

Sicuramente era il caso di attendere, per una più che elementare valutazione precauzionale, la conclusione delle indagini prima di affidare gli incarichi “certificando” invece l’idoneità di un’azienda sotto inchiesta.

Come si comporterà la fondazione se i responsabili del caseificio vengono rimandati a giudizio dalla procura?

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Arriva la Pasqua: ecco alcune facili ricette salate!
    Mentre si avvicina la Pasqua e l’Italia è ancora chiusa in casa a causa dell’emergenza sanitaria dettata dalla diffusione di Covid-19, cosa si può fare per passare il tempo? Se si è stufi di passare le giornate a pulire, studiare o guardare film, cosa c’è di meglio di preparare qualche piatto veloce e sfizioso? A […]
  • Gli oceani potrebbero tornare puliti in soli 30 anni
    Nonostante la grave crisi climatica mondiale che cerca soluzione e aiuto negli studi e nelle università di tutto il mondo, ogni tanto sembra che nella speranza di fare sempre meglio si stia imboccando la strada giusta. A confermarlo è un report condotto da un gruppo internazionale di ricercatori della King Abdullah Univeristy of Science and […]
  • Che Pasqua sarebbe senza la torta di carote?
    Conosciuta negli Stati Uniti come “Carrot Cake”, la torta di carote e noci è sicuramente uno di quei piatti che tuti dobbiamo assaggiare almeno una volta nella vita. E quale periodo può essere il più adatto, se non le vacanze di Pasqua? Adorata da grandi e piccini, in realtà, la torta di carote non ha […]
  • Dalla città al bosco: Gli incredibili benefici di vivere con la natura
    Nelle città le persone vivono in condizioni artificiali, più o meno distanti da tutto ciò che sarebbe ideale per loro, circondati da un paesaggio interamente costruito caratterizzato da luci, folla e rumore, in cui tutto richiede scelte, decisioni e velocità. Nonostante la vita urbana comporti in sé anche numerosi vantaggi, sempre più persone tendono ad […]
  • Scuole chiuse e Coronavirus: Carabinieri consegnano i libri a casa
    Da qualche settimana sono in atto i severi controlli lungo le strade e nei centri città di tutta Italia da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid – 19. In particolare, i Carabinieri della Provincia di Sondrio, oltre a sorvegliare gli automobilisti e […]
  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]

Categorie

di tendenza