Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

2019 CEV Cup, Trentino Itas senza problemi con l’Amriswil. Risultato finale 3 a 0

Pubblicato

-

Per la seconda volta in questa stagione, la Svizzera si conferma terra di conquista per la Trentino Itas.

Dopo Losanna, lo scorso 21 novembre, i Campioni del Mondo hanno sbancato stasera anche il campo del Lindaren Amriswil, leader incontrastata del campionato elvetico, risolvendo in tre set la gara d’andata dei quarti di finale di 2019 CEV Cup.

Il netto risultato permette ai gialloblù di compiere un bel balzo in avanti verso le semifinali della competizione europea; per completare l’operazione qualificazione, a Trentino Volley basterà vincere due set nel match casalingo di ritorno programmato il 13 febbraio alla BLM Group Arena.

Pubblicità
Pubblicità

Con un servizio ancora una volta molto affilato (11 ace a fronte di tredici errori) ed un attacco di palla alta che Giannelli ha gestito al meglio (Russell 82%, Van Garderen 64%, Vettori 47%), i gialloblù non hanno incontrato particolari problemi ad imporre la loro legge e anche quando Amriswil in avvio del terzo set ha provato a fare la voce grossa (0-6 iniziale), è bastato tornare a giocare la pallavolo pratica ed efficace vista nei precedenti parziali per risolvere la questione.

Best scorer gialloblù proprio lo schiacciatore americano (17 punti con anche due ace), ma anche Lisinac (3 block ed altrettante battute punto) e Giannelli (4 muri) si sono fatti notare particolarmente.

La cronaca della gara. Angelo Lorenzetti tiene ancora a riposo Kovacevic e conferma fra i titolari Maarten Van Garderen; nello starting six c’è poi posto per Giannelli in regia, Vettori opposto, Russell in banda, Lisinac e Candellaro al centro, Grebennikov libero. Marki Klok, tecnico olandese dei locali presenta Howatson al palleggio, Zass opposto, Gommans e Djokic schiacciatori, Ljubicic Kamnik centrali, Daniel libero.

Il primo spunto è dei padroni di casa, che col servizio di Djokic si portano sul 2-4, ma i gialloblù pareggiano subito i conti con un muro di Van Garderen su Gommans e poi con Russell in pipe mettono la freccia (5-6).

L’americano è ispirato a rete e assieme a Giannelli (ace) porta gli ospiti al +3 (9-6); col servizio, stavolta di Lisinac, la squadra di Lorenzetti respinge il tentativo di riscossa elvetico (da 9-8 a 11-8) e poi allunga ulteriormente (altro punto diretto con Vettori per il 13-9).

La seconda parte di set è contraddistinta anche dalla battuta vincente di Candellaro (16-11, time out dei locali), che consente ai Campioni del Mondo di viaggiare veloci verso l’1-0 (19-14, 22-15) senza nessun tipo di pressione, anche perché il Lindaren è molto falloso con l’opposto Zass.

Il parziale si conclude con un divario contenuto, 25-21, solo perché nel finale Trento si rilassa sul turno al servizio del neoentrato Brandl, concedendo agli avversari di annullare quattro palle set (da 24-17 a 24-21); risolve il problema una pipe di Russell, sempre lui.

Vettori e il posto 4 americano sono efficaci anche in avvio di secondo parziale (5-2), ma le percentuali di Zass e un errore di Lisinac riportano in partita subito il Lindaren (6-5). Lo stesso centrale serbo con un ace e Candellaro con un muro su Djokic riallargano la forbice (9-5); in seguito i gialloblù si portano sul +5 (11-6) con un attacco da seconda linea di Van Garderen.

Non si tratta ancora dello spunto decisivo perché gli svizzeri col solito Zass (stavolta a segno a muro sullo schiacciatore olandese) si rifanno sotto (13-10); per allontanare definitivamente il pericolo servono la pipe di Russell in fase di break e un altro ace, in questo caso di Giannelli (16-10). Nell’ultima parte della frazione la Trentino Itas tiene alta l’attenzione soprattutto in fase di cambiopalla (19-14, 21-16, 23-18), con gli attaccanti di palla alta sempre efficienti.

Il 2-0 arriva con un muro di Van Garderen su Zass (25-19).

Il terzo set vede Amriswil scattare dai blocchi di partenza benissimo fra servizio affilato di Howatson e muri vincenti; sullo 0-5 Lorenzetti spende il primo time out della sua serata. Alla ripresa i gialloblù si riportano subito sotto (5-6) approfittando degli errori dei locali e delle battute punto di Russell, che firma anche l’ace dell’incredibile sorpasso (7-6). Il muro di Lisinac su Gommans vale il +2 (9-7). Trento accelera ancora (15-12) con Russell, ma poi subisce il ritorno degli elvetici (19-18). L’ace di Giannelli scuote gli ospiti (21-18), che poi viaggiano veloci verso il 3-0 (25-20).

Siamo stati pratici ed efficaci come avevo chiesto alla vigilia – ha commentato a fine gara l’allenatore della Trentino Itas Angelo Lorenzetti ; non abbiamo sofferto l’impatto con l’ambiente, sbagliando poco e limitando al massimo i rischi anche con il servizio, decisamente conservativo. Amriswil è una squadra esperta ma non è riuscita ad esprimersi perché l’abbiamo sempre contenuta attentamente. Ho visto la giusta attenzione in campo e sono contento di tutto ciò; torniamo a casa col risultato che volevamo e adesso possiamo concentrarci sulla partita di domenica in SuperLega“

La Trentino Itas rientrerà a Trento già nella notte e godrà di un giovedì di riposo prima di preparare il prossimo appuntamento, in programma domenica 3 febbraio alla BLM Group Arena contro la BCC Castellana Grotte (ventesima giornata di SuperLega – ore 18).

La gara di ritorno dei quarti di 2019 CEV Cup si giocherà invece mercoledì 13 febbraio in Trentino a partire dalle ore 20.30 (match compreso in abbonamento).

Di seguito il tabellino dell’andata dei quarti di finale di 2019 CEV Cup, giocata questa sera alla Spothalle Tellenfeld di Amriswil.

Lindaren Volley Amriswil-Trentino Itas 0-3
(21-25, 19-25, 20-25)
LINDAREN VOLLEY: Kamnik 2, Howatson 2, Djokic 9, Ljubicic 4, Zass 17, Gommans 4, Daniel (L); Brandl 4, Fort, Weber. N.e. Lengweiler, Mueller, Schnegg e Weisigk. All. Marko Klok.
TRENTINO ITAS: Vettori 11, Russell 16, Candellaro 5, Giannelli 7, Van Garderen 8, Lisinac 7, Grebennikov (L); Nelli. N.e. Cavuto, Daldello, De Angelis, Kovacevic e Codarin.  All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Ilhan di Ankara (Turchia) e Takaichvili (Georgia).
DURATA SET: 23’, 24’, 24’; tot 1h e 11’.
NOTE: 1.000 spettatori circa. Lindaren Volley: 3 muri, 6 ace, 14 errori in battuta, 7 errore azione, 51% in attacco, 41% (25%) in ricezione. Trentino Itas: 9 muri, 11 ace, 13 errori in battuta, 5 errore azione, 61% in attacco, 34% (30%) in ricezione.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Itas Trentino: venerdì sera a Civitanova gara 2 di semifinale playoff

Pubblicato

-

Si gioca venerdì 19 aprile a Civitanova Marche gara 2 di Semifinale Play Off Scudetto Credem Banca 2019.

L’Itas Trentino sarà di scena all’Eurosuole Forum, alla ricerca della vittoria che le permetterebbe di pareggiare i conti nella serie che si articola al meglio delle cinque partite.

Fischio d’inizio previsto per le ore 20.30.

Pubblicità
Pubblicità

Archiviata gara 1, la formazione trentina proverà nelle Marche a far saltare nuovamente il fattore campo, in modo da allungare il confronto quanto meno a gara 4 e avere quindi la possibilità di tornare fra sette giorni a Civitanova.

“Il nostro obiettivo è quello di prolungare la serie – conferma l’allenatore Angelo Lorenzetti; la partita di martedì sera ha dimostrato che se vogliamo farlo dobbiamo essere più continui dal punto di vista tecnico e, più in generale, crescere sotto tutti gli aspetti legati al gioco. Ci attende infatti una partita ancora più difficile rispetto alla prima; dobbiamo affrontarla con determinazione e con la voglia di essere protagonisti, senza pensare ad altro”.

La formazione trentina è partita già nel primo pomeriggio di oggi alla volta di Civitanova dopo aver sostenuto l’ultimo allenamento all’ora di pranzo alla BLM Group Arena.

Sabato mattina all’Eurosuole Forum la classica rifinitura pre-partita.

Gara 2 sarà la 50a stagionale per Trentino Volley, la 27a in trasferta dove sino ad ora ha raccolto venti vittorie e sei sconfitte (l’ultima a Padova il 7 aprile).

Per la Società di via Trener sarà il match numero 116 della propria storia nei Play Off Scudetto (bilancio di 69 successi e 46 sconfitte), il 41° in semifinale, dove vanta 24 successi e 16 ko.

Cucine Lube Civitanova avanti 1-0 nella serie di semifinale che si gioca al meglio delle cinque partite, in virtù del 3-2 maturato alla BLM Group Arena il 15 aprile con parziali di 25-20, 23-25, 25-19, 26-28, 19-21.

Venerdì gara 2, che potrebbe essere l’unica da giocare nelle Marche solo in caso di altre due vittorie dei marchigiani fra questo incontro e quello successivo (gara 3) di lunedì 22 aprile in Trentino (ore 18 o 18.30).

Qualora l’Itas Trentino vincesse una delle prossime due sfide, sarà necessaria anche gara 4 che si disputerà nuovamente all’Eurosuole Forum giovedì 25 aprile alle ore 16 o alle 18.

Chi passerà il turno troverà in Finale (anche questa sarà al meglio delle cinque partite e prenderà il via l’1 maggio) la vincente della semifinale Perugia-Modena che vede avanti 1-0 gli umbri (venerdì gara 2 al PalaPanini).

La partita sarà diretta da Simone Santi (primo arbitro di Città di Castello, Perugia) e Ilaria Vagni, secondo fischietto di Perugia.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Semifinale playoff: L’Itas Trentino sconfitta al quinto set dalla Lube in gara 1

Pubblicato

-

La serie di Semifinale Play Off Scudetto Credem Banca 2019 fra Itas Trentino e Cucine Lube Civitanova si apre nel segno dell’equilibrio e dello spettacolo: a conquistare la prima sfida è stata la Cucine Lube Civitanova Marche al tie break dopo oltre centosessanta minuti di gioco e continui ribaltamenti di punteggio e fronte.

Confermando la propria recente dimestichezza per le partite alla BLM Group Arena (violata nelle precedenti quattro precedenti occasioni), la compagine marchigiana stasera ha però fatto saltare subito il fattore campo, vincendo ai vantaggi del quinto set.

Mai come in questo caso la squadra di casa è comunque stata vicina al successo; con un approccio determinato e grandi numeri a rete, i Campioni del Mondo erano riusciti a portarsi prima sull’1-0 e poi sul 2-1 dopo aver subito la reazione degli ospiti.

Pubblicità
Pubblicità

La battaglia è diventata ancora più serrata nel quarto set, parziale in cui l’Itas Trentino non è riuscita a capitalizzare un promettente 19-16 ed in seguito ha subito il ritorno degli avversari, che hanno vinto ai vantaggi quella frazione e poi anche il successivo tie break, addirittura per 19-21 dopo aver annullato tre match ball ai gialloblù.

A contrastare la solita ottima prova di Kovacevic (24 punti con due muri, un ace ed il 60% in attacco) e quella positiva di Vettori (18 col 50%) ci ha pensato l’ex di turno Sokolov, a segno 36 volte col 54%.

La cronaca di gara 1. Il sestetto dell’Itas Trentino che Lorenzetti sceglie per gara 1 non presenta novità: Giannelli agisce in regia in diagonale all’opposto Vettori; Kovacevic e Russell in banda, Candellaro e Lisinac al centro e Grebennikov libero.

De Giorgi presenta la Cucine Lube con Bruno alzatore, Sokolov opposto, Juantorena e Leal laterali, Cester e Simon al centro, Balaso libero.

L’avvio di match è rabbioso da parte dei padroni di casa, che provano subito a scappare prima con Kovacevic (3-1) e poi con Vettori (6-3), situazione che costringe gli ospiti a rifugiarsi subito in un time out.

Alla ripresa però è ancora Uros-Show (attacco più ace per il 9-4, altro contrattacco per il 12-6) ed il tecnico marchigiano è costretto in fretta richiamare i suoi verso la panchina ed ad avvicendare Kovar con Leal.

Proprio il neoentrato, con un muro su Vettori ed un ace, prova a far scuotere la Lube (14-10), ma Trento fiuta il pericolo e riparte con Giannelli (battuta punto per il 17-10). Due muri, di Simon su Kovacevic e di Sokolov su Russell, ricompattano in parte il punteggio (19-15) e allora anche Lorenzetti sfrutta un tempo, che ha il merito di rioffrire lucidità ai gialloblù (21-17).

L’ace di Sokolov rimette però in discussione il punteggio (21-19); a risolvere la questione ci pensano i servizi del neoentrato Nelli: uno slash chiuso da Giannelli e un ace diretto su Juantorena per il 25-20.

Dopo il cambio di campo la Cucine Lube cambia decisamente atteggiamento e inizia a lavorare benissimo nella fase di break point: Sokolov, Juantorena e il rientrante Leal fanno male alla ricezione trentina che sbanda (1-4, 4-8).

L’Itas Trentino fatica anche in attacco ed è meno precisa di altre volte a muro; gli ospiti accelerano ancora (7-13 e 8-15); il set sembra già finito ma sul 13-21 i gialloblù si ridestano, sfruttano un passaggio a vuoto di Simon (18-21) e un turno al servizio di Russell condito anche da un ace, riportandosi incredibilmente sul 20-21. La parità arriva a quota 22 con un muro imperioso di Lisinac su Sokolov.

Allo sprint decide un break point dello stesso opposto bulgaro (23-25).

La partita prosegue su binari dell’equilibrio anche nel terzo set, parziale in cui Civitanova inizia meglio (1-3), prima di essere superata grazie ad un doppio muro casalingo (Kovacevic e Giannelli per il 9-7).

Dopo il time out di De Giorgi un errore in palleggio di Simon e un contrattacco di Kovacevic aumentano il margine (12-8) e costringono il tecnico a spenderne subito un altro.

Alla ripresa i cucinieri accorciano subito le distanze (13-11); l’Itas Trentino vacilla ma riparte ancora con Kovacevic e Giannelli (16-13 e 19-15) che sfruttano al massimo un’altra lunga serie al servizio di Russell. Gli iridati dilagano nel finale di periodo (23-17) e si riportano avanti 2-1 col primo tempo di Lisinac (25-19).

Il quarto set è un concentrato di emozioni: le due squadre si alternano al comando (1-3, 8-7, 10-11) tirando a tutto braccio qualsiasi pallone.

A Sokolov risponde Kovacevic; i cucinieri scappano sul +2 con il bulgaro (14-16), ma Trento risponde con Russell e mette la freccia (19-16) anche grazie ai servizi di Vettori. La Cucine Lube e ancora con Sokolov agguanta la parità a quota 20; lo sprint è di grande intensità (23-23); Sokolov annulla una palla set (24-24), poi Simon con la battuta se ne procura una, pareggiata da Lisinac (25-25).

Si va ad oltranza e lo spunto decisivo è degli ospiti: muro di Diamantini su Candellaro ed errore in attacco di Russell (26-28).

Nel quinto set la Lube fugge via sul 3 -1  e sul 6 -3. Trento recupera in modo rocambolesco e si porta per la prima volta sul 9 pari. Attacco Itas e vantaggio per 12 – 11.

Una Lube indomabile torna sotto e si porta sul 13 pari. Poi sono match point a ripetizione per ambedue le squadre. Poi la lube chiude 21 a 19

Itas Trentino-Cucine Lube Civitanova 2-3
(25-20, 23-25, 25-19, 26-28, 19-21)
ITAS TRENTINO: Russell 12, Candellaro 4, Giannelli 8, Kovacevic 24, Lisinac 9, Vettori 19, Grebennikov (L); Nelli 3, Cavuto, Van Garderen. N.e. Daldello, De Angelis, Codarin.
All. Angelo Lorenzetti.
CUCINE LUBE: Leal 11, Cester 1, Bruno 1, Juantorena 15, Simon 10, Sokolov 36, Balaso (L); Kovar 5, D’Hulst, Stankovic, Cantagalli, Massari, Diamantini 4. N.e. Marchisio. All. Ferdinando De Giorgi.
ARBITRI: Simbari di Milano e Goitre di Torino.
DURATA SET: 29’, 31’, 29’, 44’, 27’; tot 2h e 40’.
NOTE: 2.601 spettatori, per un incasso di 38.007 euro. Itas Trentino: 7 muri, 11 ace, 20 errori in battuta, 8 errori azione, 51% in attacco, 58% (28%) in ricezione. Cucine Lube Civitanova: 10 muri, 9 ace, 23 errori in battuta, 15 errori azione, 53% in attacco, 51% (28%) in ricezione. Mvp Bruno.

Nelle foto in allegato, scattate da Marco Trabalza, alcuni momenti del m

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Itas Trentino – Cucine Lube: martedì via alla serie di Semifinale Play Off Scudetto 2019

Pubblicato

-

Prendono il via martedì 16 aprile le semifinali Play Off Scudetto Credem Banca 2019.

L’Itas Trentino, testa di serie numero due del tabellone, sfiderà la Cucine Lube Civitanova terza classificata in regular season nel confronto che si articola al meglio delle cinque partite.

Alle 20.30 alla BLM Group Arena si giocherà gara 1

Pubblicità
Pubblicità

Conquistato l’accesso al secondo e penultimo turno del tabellone grazie al perentorio 3-0 di sabato sera con Padova, i Campioni del Mondo si riaffacciano sulle Semifinali Scudetto con l’obiettivo di confermare subito il fattore campo.

Giannelli e compagni arrivano al primo appuntamento della serie carichi, motivati e con la convinzione che deriva anche da otto vittorie casalinghe interne consecutive fra regular season, coppe europee e play off e sedici nelle ultime diciannove partite giocate.

Quando prende il via una serie come quella con la Cucine Lube ci si augura sempre che possa essere lunga ed equilibrata, ma la verità è che noi dovremo essere bravi a pensare solo alla singola partita che andremo a giocare di volta in volta – ha spiegato l’allenatore Angelo Lorenzetti in sede di presentazione – . Vogliamo essere ancora protagonisti ma conosciamo bene la forza dell’avversario, cresciuto molto nell’ultimo periodo nella fase di cambiopalla e soprattutto in quella di break point. Avere l’opportunità di giocare potenzialmente tre delle cinque partite in casa è sicuramente una bella cosa, ma non va dimenticato che Civitanova ci ha già dimostrato in questa stagione di essere in grado di vincere anche a Trento”.

Il tecnico trentino può contare su tutti i tredici effettivi della rosa a propria disposizione e dovrebbe confermare lo schieramento titolare visto in campo sabato in gara 3.

Prima del match sono previste ancora due sedute: una nel pomeriggio di oggi e la consueta rifinitura pre-gara nella mattinata di domani.

Gara 1 sarà la quarantanovesima partita stagionale di Trentino Volley, la 812° ufficiale della sua storia.

Solo per tre componenti della rosa gialloblù (Codarin, Lisinac e Daldello) si tratterà dell’esordio assoluto in una semifinale scudetto del campionato italiano; Giannelli è invece il giocatore che ne conta il maggior numero (17 gare in quattro serie precedenti di semifinale).

Le semifinali, così come la Finale, si giocano al meglio delle cinque partite. La serie si sviluppa potenzialmente su un calendario lungo dodici giorni: dopo gara 1, le squadre si sposteranno a Civitanova per gara 2 prevista per venerdì 19 aprile alle ore 20.30, mentre gara 3 sarà nuovamente programmata alla BLM Group Arena per lunedì 22 aprile alle ore 18 o 18.30. Le eventuali gare 4 e 5 si giocheranno, qualora ve ne fosse necessità, rispettivamente giovedì 25 aprile nelle Marche (ore 16 o 18) e poi domenica 28 aprile alle ore 18 in Trentino. Chi supererà il turno troverà in finale la vincente di Perugia-Modena, serie che prende il via martedì alle ore 20.30 in Umbria.

La partita sarà diretta da Armando Simbari (primo arbitro di Milano) e Mauro Goitre, secondo fischietto di Torino.

Per Simbari, di ruolo dal 2007 ed internazionale dal 2016, quindicesima gara stagionale in SuperLega; una di queste è riferita proprio ad un Trento-Civitanova: successo esterno della Lube per 1-3 nel match di regular season del 20 gennaio scorso.

Anche per Goitre, in massima categoria dal 2008 ed internazionale dal 2016, si tratterà della quindicesima direzione stagionale; tre di queste hanno visto protagonista Trento: successo casalingo per 3-0 su Padova del 23 febbraio, affermazione esterna per 3-2 a Monza del 23 dicembre e sconfitta al tie break proprio a Civitanova il 4 novembre.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • PubblicitàPubblicità

Categorie

di tendenza