Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Trovato morto Julen il bambino caduto in un pozzo: trovato il corpo dopo 13 giorni

Pubblicato

-

Hanno trovato il corpo senza vita di Julen i soccorritori che per 13 giorni hanno lavorato senza sosta nella speranza di salvare il bimbo di due anni intrappolato in un pozzo artesiano nei pressi di Malaga.

Il corpo del piccolo è stato localizzato ad una profondità di 70 metri del pozzo, in tutto 107 metri con un diametro tra i 25 ed i 30 centimetri, che era stato scavato illegalmente. “All’una e 25 di questa notte, le squadre di soccorso sono arrivate nel punto del pozzo dove si trovava Julen ed hanno localizzato il corpo senza vita del piccolo“.

E’ questa la dichiarazione che, poco dopo le due di notte, ha rilasciato un portavoce delle autorità locali alle centinaia di giornalisti che hanno seguito per giorni le complesse operazioni di soccorso che hanno coinvolto ingegneri, minatori e volontari.

Pubblicità
Pubblicità

Il sindaco di Malaga, Francisco de la Torre, ha decretato tre giorni di lutto cittadino per la morte del piccolo Julen.

Ed oggi, insieme a decine di concittadini, ha osservato, di fronte alla sede del municipio, un minuto di silenzio in onore del bimbo la cui tragica morte nel pozzo di Totalan sta commuovendo l’intera Spagna.

Appresa la notizia, il padre del piccolo ha avuto un malore ed è stato soccorso dal personale di un’ambulanza presente all’uscita del pozzo.

Pubblicità
Pubblicità

Non si hanno ancora notizie delle sue condizioni.

È certo invece che gli enormi sforzi messi in atto per salvare il bimbo di due anni sono stati vani e che in queste ore si sta ora lavorando per estrarre il cadavere dal pozzo.

La notizia del ritrovamento è stata twittata anche dal ministero dell’Interno spagnolo: «Dopo giorni di intense ricerche e lavoro instancabile, il corpo del piccolo Julen è stato trovato senza vita nel pozzo di Totalan».

Resta aperta l’inchiesta della Guardia Civil per appurare come il bambino di due anni abbia potuto cadere nel pozzo.

I suoi genitori, José Rosell e Victoria Garca, sono conosciuti dai vicini nel quartiere di El Palo dove vivono, a Malaga, ai piedi della montagna dove si trova Totalan. Nel 2017 avevano perso un altro figlio, di tre anni, Oliver, accasciatosi mentre passeggiava sulla spiaggia con i genitori.

Perchè «non torni a succedere» una tragedia come quella che ha portato alla morte del piccolo Julen, bisogna chiudere tutti i pozzi artesiani scavati senza autorizzazione. È questo l’appello che il delegato del governo in Andalusia, Alfonso Rodríguez Gómez de Celis, ha rivolto durante una conferenza stampa oggi a Totalan, nei pressi di Malaga.

Intanto, la Guardia Civil ha confermato che sia il pozzo in cui il bambino è caduto che le opere che erano state realizzate nei giorni precedenti all’incidente, per i quali era stata rimossa la pietra che ne bloccava l’accesso, erano stati fatti senza le necessarie autorizzazioni.

I primi risultati dell’autopsia, riportati dal sito di El Mundo, che si è conclusa sabato pomeriggio nell’Istituto di Medicina Legale di Malaga hanno evidenziato che Julen è morto il giorno stesso della caduta, secondo fonti investigative.

A quanto riportato dalle stesse fonti, sul piccolo Julen sono cadute pietre e altri detriti che hanno causato il trauma cranico.

Il corpo è stato ritrovato con le braccia in alto e il bimbo – ha riferito il delegato del governo in Andalusia Rodriguez Gomez de Celis – è precipitato “rapidamente in caduta libera” per 71 metri.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza