Connect with us
Pubblicità

Aziende

Certificazione biologica e irrigazione: prorogati i termini

Pubblicato

-

I produttori biologici avranno più tempo a disposizione per perfezionare e presentare le domande di contributo per le spese sostenute per il controllo e la certificazione del processo produttivo per l’anno in corso.

La Giunta provinciale ha infatti riaperto i termini del bando, prorogandone la scadenza dal 31 gennaio al 15 marzo 2019.

La proroga del termine di presentazione delle domande – spiega l’assessore Giulia Zanotelli, firmataria della delibera – è stata espressamente richiesta dai Centri di assistenza agricola (CAA) ed è giustificata dall’adozione della nuova modalità di presentazione delle domande, per le quali ora è prevista una procedura informatizzata e la firma digitale che richiedono una certa tempistica“.

Proroga anche per il termine di presentazione delle domande relative all’Operazione 4.3.3. – Irrigazione del Programma di Sviluppo Rurale, che slitta dal 31 gennaio al prossimo 1 aprile.

Per questo intervento la Provincia mette a disposizione le risorse messe a bilancio, che ammontano a circa 7 milioni di euro, alle quali potranno essere aggiunte eventuali risorse del bando, approvato a fine 2014, che dovessero rendersi libere a seguito di dinieghi, rinunce e revoche.

Aziende

Berlino, 6-8 febbraio 2019 : Melinda e La Trentina a Fruit Logistica con le migliori mele in mostra

Pubblicato

-

Uno stand sicuramente inedito quello di questa edizione berlinese di Fruit Logistica 2019  dove Melinda e La Trentina saranno nuovamente insieme per promuovere su questo palcoscenico, punto di riferimento per il commercio ortofrutticolo e uno dei principali appuntamenti europei di settore, la qualità dei propri frutti, nelle varietà classiche e nuove, tutti incorniciati nell’insolita formula di una mostra d’arte per sottolinearne il valore e pregio riconosciuto in tutto il mondo.

Non manca poi l’innovazione nella proposta ai visitatori di immergersi nelle bellezze del territorio trentino e nel cuore delle ben note celle ipogee attraverso i moderni Oculus Virtual Reality, un’esperienza unica e accattivante per entrare in contatto con queste realtà produttive in maniera virtuale.

Sempre presente poi l’obiettivo di business che vedrà incontri a tema con i partner dei diversi Club delle nuove varietà per condividere e definire le strategie commerciali e di marketing per il futuro.

Consapevoli del ruolo di questa piattaforma internazionale nell’offrire ai professionisti e operatori del comparto aggiornamenti, novità e indicatori di mercato, Melinda e La Trentina scendono in campo con l’intera gamma delle mele trentine, valorizzate da un’esposizione originale e caratterizzante, con un tocco di modernità nella scelta di far indossare ai propri ospiti questi visori per la realtà virtuale i cui contenuti spaziano dalle bellezze naturali del territorio alle scene di raccolta, fino all’immersione nel cuore della montagna dove le mele sono conservate nelle modernissime celle ipogee, il tutto nel tradizionale clima ospitale accompagnato dalla degustazione delle tipicità trentine presentate direttamente da Trentino Marketing che gestirà in prima persona sia gli allestimenti che la parte dedicata al food, incentrata sui prodotti certificati Qualità Trentino.

L’edizione 2019 di Fruit Logistica sarà occasione di incontro tra i rappresentanti dei club delle nuove varietà, fra le quali, oltre alla ormai celebre Evelina®, anche Sweetango®, Isaaq® Kissabel® Fengapi-Tessa®, Gradisca, Kizuri-Morgana® e Opal®.

Obiettivo: individuare percorsi scientifici e programmi strategici che sappiano posizionare i prodotti delle valli del Trentino nel mercato di oggi, affinché diventino concretamente leva indispensabile anche negli anni a venire, sia in termini economici che di sostenibilità.

Per Melinda e La Trentina raggiungere questi obiettivi è possibile grazie al recente accordo stipulato con APOT, l’Associazione Produttori Ortofrutticoli Trentini, struttura individuata come la più idonea per la gestione delle due OP nelle diverse attività strategiche.

Tra queste, una tra le più importanti è proprio la gestione coordinata dell’assetto varietale degli areali frutticoli del Trentino; lo scopo è quello di ottimizzarne le produzioni e valorizzare allo stesso tempo le singole varietà, tra cui le nuove Club, ognuna delle quali sarà destinata alle zone produttive più adatte.

Oltre alle mele nelle diverse declinazioni, classiche e varietali, non mancheranno anche tutti i prodotti trasformati a base di mela, come le mousse, lo strudel, gli snack e le barrette.

L’appuntamento è dunque a Fruit Logistica 2019 (Berlino, 6-8 febbraio) presso gli spazi della “Messe Berlin” Hall 2.2 – stand Trentino D-02.

Continua a leggere

Aziende

Pastificio Felicetti e “La Sportiva”: la visita della Giunta a due eccellenze trentine

Pubblicato

-

Una importante storia famigliare, un solido rapporto con il territorio, con le sue vocazioni ed eccellenze, l’attenzione alle risorse umane ma anche all’innovazione tecnologica, la scelta della qualità, la propensione a lavorare con mercati esteri, la possibilità di crescere: hanno molto in comune il Pastificio Felicetti di Predazzo e “La Sportiva” di Ziano di Fiemme, che produce calzature e abbigliamento tecnico per la montagna, le due aziende visitate ieri dalla Giunta provinciale in val di Fiemme a margine della riunione che si è tenuta a Cavalese.

Queste aziende – ha detto il presidente Maurizio Fugattisono un bell’esempio di imprese trentine radicate nelle loro comunità, in grado, partendo da una storia che abbraccia più generazioni, di competere nel mercato internazionale puntando su dinamismo ed eccellenza del prodotto”.

Persone, Acqua, Storia, Territorio, Aria: quali siano i loro punti di riferimento lo hanno scritto a chiare lettere all’esterno del Pastificio Felicetti, a Predazzo, azienda nata nel 1908 e che oggi ha in progetto, con il sostegno di Provincia e Trentino Sviluppo, con i quali ha siglato un’intesa nel 2017, di realizzare un nuovo stabilimento produttivo a Molina di Fiemme.

PubblicitàPubblicità

La visita ha offerto l’occasione per vedere come, partendo dall’acqua delle nostre montagne e dalla semola, e potendo contare anche su una risorsa come l’aria, si possano realizzare ogni anno 22mila tonnellate di pasta, pari a 250milioni di porzioni.

“ La sportiva” invece opera da oltre 90 anni ed oggi è leader nella produzione di calzature e abbigliamento per l’outdoor: i suoi prodotti sono distribuiti in più di 70 paesi al mondo.

Nel suo stabilimento di Ziano di Fiemme, in grado di realizzare 3000 paia di scarpe al giorno grazie a tanta manualità ma anche all’apporto di macchinari, lavorano moltissimi giovani, l’età media del personale è di 30 anni, con una presenza femminile del 70%.

“E’ anche grazie all’attività di imprese come queste – ha aggiunto Fugattise il nome del Trentino nel mondo è sinonimo di cose fatte con cura”.

Oltre al presidente Fugatti hanno partecipato alle visite aziendali gli assessori Tonina, Spinelli, Failoni e Bisesti, con i consiglieri provinciali Degodenz e Cavada.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Aziende

Sait: accordo raggiunto, 3100 euro il salario integrativo e via la clausola della riservatezza

Pubblicato

-

Dopo un incontro durato oltre sei ore, ieri, nel tardo pomeriggio è stato raggiunto l’accordo tra Sindacato e Sait: il salario aggiuntivo, uguale per tutti i 472 lavoratori sarà di 3100 euro, mentre la parte variabile sarà maggiore quanto per i livelli più bassi, come richiesto dai sindacati e dai lavoratori stessi.

Per quanto riguarda l’indennità di malattia, corrisponderà al 100% della retribuzione ordinaria dal quarto al ventesimo giorno, contro il 75% previsto dal contratto nazionale.

Su richiesta dell’azienda sparisce invece dal contratto la clausola di riservatezza, fatto che incentiva l’effettiva collaborazione tra lavoratore ed azienda con l’interesse comune di crescere.

Soddisfazione per i sindacati, come sottolinea Avanzo, segretario della Fisascat Cisl, per aver raggiunto ben 5 accordi in soli 27 mesi; tutte le richieste avanzate sono state accolte e siglate tranne quella inerente la mobilità volontaria.

Anche il presidente del Sait, Renato Dalpalù (ormai in uscita per il contratto in scadenza) dichiara la giornata ha portato risvolti soddisfacenti: lui pone l’accento sulla clausola di riservatezza che non sarà più menzionata nel contratto.

A detta di Dalpalù questo sarebbe un forte incentivo per coinvolgere i dipendenti negli aspetti gestionali dell’azienda sul modello tedesco della “Mitbestimmung”, che apre ad una mentalità di gestione innovativa in cui “vale la voce di tutti”.

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza