Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Melinda sotto attacco, Zanotelli: «Attenti alle fake news sui prodotti trentini»

Pubblicato

-

Attenti alle false notizie sui prodotti trentini.

Purtroppo ad essere preso di mira è il consorzio Melinda per il presunto codice sulle etichette.

Negli ultimi giorni sui social sta girando la bufala che spiega che la piccola lettera che compare sotto la scritta Melinda (oltre al numero sul lato dell’etichetta blu) indicherebbe che la mela è stata sottoposta a trattamenti con gas tossici.

Pubblicità
Pubblicità

Ciò è totalmente falso, e per controllare basta andare  sul sito di Melinda dove viene spiegato chiaramente che la lettera in questione è  identificativa della cooperativa che l’ha coltivata.

Dopo la fake news sul bollino Melinda, l’assessore all’agricoltura Giulia Zanotelli interviene sul caso della “bufala”, poi smascherata, diffusa sui social a danno della cooperativa ortofrutticola della Valle di Non.

“La falsa notizia – afferma l’assessore – si colloca probabilmente nell’ambito di una campagna complessiva di denigrazione nei confronti della Cooperativa, ma con ricadute negative per tutti i prodotti agricoli trentini e, di conseguenza, per la stessa immagine del Trentino”.

“L’episodio – continua l’assessore – impone una forte presa di posizione anche da parte dell’Amministrazione provinciale. In primo luogo, a tutela dei cittadini, richiamando l’attenzione rispetto alla necessità che le notizie che circolano attraverso i social e la rete, vengano vagliate in modo critico, a partire da un’attenta valutazione dell’attendibilità delle fonti. In secondo luogo, a tutela dell’agricoltura trentina e dei prodotti agricoli trentini che, sulla base di tutti i sistemi di certificazione e di controllo adottati, assicurano standard qualitativi di assoluta garanzia per i consumatori.

L’approccio provinciale, innovativo a livello nazionale, verso la coltivazione integrata, la forte spinta degli ultimi anni verso le produzioni biologiche, l’attenzione crescente, nell’ambito di azioni e progetti condivisi tra la Provincia e i produttori, nei confronti della qualità e salubrità dei prodotti e della qualità complessiva dell’ambiente, pongono la nostra realtà produttiva e territoriale all’avanguardia nel panorama complessivo e forniscono una garanzia per i consumatori e comunque per i fruitori del nostro territorio.

Quello della sostenibilità – conclude Giulia Zanotelli – rimane un obiettivo ambizioso ed ineludibile, e costituisce la stella polare di riferimento per il percorso avviato da decenni dal Trentino. Gli spazi di ulteriore miglioramento ci sono, così come c’è l’impegno convinto e responsabile di tutti gli attori del sistema agricolo provinciale, pubblici e privati, a proseguire il percorso virtuoso intrapreso, assicurando trasparenza e partecipazione, disponibili a qualsiasi confronto su basi scientifiche ed oggettive. Per un’agricoltura di qualità e per un Trentino di qualità, nell’interesse dei consumatori e dell’intera collettività.”

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A Tuenno si pedala e si cammina per la solidarietà

Pubblicato

-

La partenza della "Pedalata e passeggiata di solidarietà" sarà da Piazza Liberazione a Tuenno

Sabato prossimo, 24 agosto, sarà una giornata speciale a Tuenno. È in programma infatti la “Pedalata e passeggiata di solidarietà”: pomeriggio da trascorrere praticando sport in compagnia per le vie del paese e facendo del bene. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Le due ruote non si fermano mai in Val di Sole: Vermiglio si prepara a ospitare la Coppa del Mondo Trials

Pubblicato

-

Le biciclette non si fermano mai in Val di Sole. Sale l’attesa a Vermiglio per la Coppa del Mondo Trials, che vedrà sfidarsi i funamboli della bici, capaci di vere e proprie acrobazie e giochi di equilibrio su due ruote. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Maso Maiano apre le porte: focus su difesa, allevamento, nuove varietà e distribuzione agrofarmaci

Pubblicato

-

Proseguono gli incontri estivi organizzati dalla Fondazione Edmund Mach per aggiornare il mondo agricolo sulle novità della sperimentazione.

Dopo il focus nei giorni scorsi sulla viticoltura biologica a San Michele all’Adige con i suoi 170 partecipanti, porte aperte a Maso Part e Denno con rispettivamente 350 e 200 frutticoltori presenti, giovedì 22 agosto è la volta di Maso Maiano.

L’appuntamento è fissato per le ore 8.30.

Pubblicità
Pubblicità

Il programma prevede il saluto di apertura del direttore generale FEM, Sergio Menapace, e la formazione dei gruppi con visita alle prove.

Ogni argomento sarà ripetuto per tre turni. Ecco i temi affrontati:

Difesa in frutticoltura biologica. Andamento della ticchiolatura e primi risultati delle esperienze di gestione del patogeno. Andamento dei principali fitofagi del melo e aggiornamento situazione degli scopazzi del melo nelle aziende della Fondazione.

Allevamento in parete stretta e reti multifunzionali.

Architettura di impianto del frutteto: come ottenere una parete fruttifera partendo dal biasse fino al multiasse e al frutteto pedonabile allevato a Guyot. Forma di allevamento e potatura verde per una “frutticoltura di precisione”. Reti anti pioggia per la difesa dalla ticchiolatura.

Distribuzione dei prodotti fitosanitari.

Tecnologie e tecniche innovative per la distribuzione dei prodotti fitosanitari: applicazioni a getto proiettato (ventilatore spento) con atomizzatore, impiego di impianti di distribuzione sovra chioma su frutteti in parete stretta, trattamenti localizzati al colletto per migliorare l’impiego degli insetticidi e ridurre la deriva.

Innovazione varietale. Presentazione di alcune delle nuove varietà di melo, standard e dotate di resistenti genetiche, frutto del programma di miglioramento genetico della Fondazione Mach e di altri programmi nazionali ed internazionali.

La manifestazione si svolgerà anche in caso di pioggia.

Nel pomeriggio del 22 agosto, alle ore 16, presso l’aula magna FEM, l’Associazione Enologi Enotecnici Italiani – Sezione Trentino, in collaborazione con la Fondazione E. Mach, organizza l’incontro prevendemmiale 2019.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza