Connect with us
Pubblicità

Trento

Discoteca Artè di Trento: la verità sull’ennesima bufala razzista totalmente inventata

Pubblicato

-


Quanto successo alla discoteca Artè di Trento non ha nulla a che vedere con il razzismo.

Si smonta quindi l’ennesima «bufala» montata da un media provinciale  probabilmente «imboccato» da qualcuno che ha enfatizzato un episodio cambiando la realtà dei fatti.

Un ragazzo di origine marocchine nei giorni scorsi ha raccontato di essere stato bloccato all’ingresso della discoteca per «il colore della sua pelle».

Pubblicità
Pubblicità

Abbiamo ascoltato la versione del personale della sicurezza che racconta una storia tutta diversa dove purtroppo la vittima non è stato l’accusatore del fenomeno di razzismo ma un operatore della sicurezza finito in ospedale con il setto nasale rotto. (foto)

Fatto legato però ad altro episodio che non riguarda quello indicato come razzista, ma successo pochi minuti dopo con altre due persone

Nella serata di sabato scorso, 19 gennaio, nella discoteca Artè di Trento, ci sono stati attimi di tensione fra buttafuori e nordafricani, con un ferito.

Pubblicità
Pubblicità

Due ragazzi nordafricani visibilmente alterati dall’alcol e già protagonisti di atteggiamenti aggressivi con i clienti della discoteca, si presentavano all’entrata per poter accedere alla struttura.

Notati dal personale di sicurezza, veniva chiesto loro di tornare quando erano sobri, perché in quelle condizioni non avrebbero permesso loro di entrare.

Pubblicità
Pubblicità

Il divieto ha però subito fatto innervosire i due nordafricani e già in quel frangente si è sfiorata una prima rissa.

Ma i due pur carichi di livore e rabbia hanno deciso di andarsene minacciando di tornare dopo alcune ore.

Viste  le condizioni dei due e le minacce ricevute, il servizio di sicurezza ha diffuso immediatamente via radio l’avviso a tutto il personale di tenere d’occhio e prestare la massima  attenzione alle entrate della discoteca per tutti i ragazzi corrispondenti alla descrizione dei due, cioè di origine nordafricana.

Poco dopo, davanti al personale di sicurezza, si presentava un ragazzo di origini nordafricane accompagnato dalla sua ragazza e altre amiche

A quest’ultimo, veniva chiesto cortesemente di mostrare la carta d’identità, prassi normale questa in qualsiasi discoteca al mondo.

L’uomo prendeva male la cosa e in modo altezzoso e provocatorio sottolineava più volte di esser italiano.

L’operatore della sicurezza, un ragazzo moldavo, sentendosi preso in giro per l’atteggiamento maleducato, invitava il ragazzo a mostrare il contenuto delle tasche.

A complicare un pochino le cose interveniva la sua ragazza alzando la voce in difesa del ragazzo dicendo al personale che “…voi non potete perquisire nessuno….”, mentre il ragazzo sorrideva sbeffeggiando il personale.

È giusto precisare che il personale di sicurezza non è tenuto a perquisire gli ospiti della discoteca, e infatti nessuno ha mai sfiorato i due.

Al ragazzo il personale di sicurezza chiede «volontariamente» per motivi di sicurezza, di mostrare il contenuto delle tasche e delle borse, la prassi è comunque quella normale, e va fatta per motivi di sicurezza, in quanto non è nuova la pratica di portare bottiglie di vetro e alcol all’interno della discoteca, cosa assolutamente vietata.

Quindi tutto normale. Ma non per la coppia a quanto pare.

Dopo qualche scambio di opinioni e vedute, il ragazzo notando la professionalità (che va elogiata, visto che gli addetti alla sicurezza vigilano sui nostri giovani, evitando risse e bloccando possibili entrate con oggetti contundenti in discoteca) e rendendosi conto di aver “alzato troppo il tiro”, chiede scusa e viene fatto entrare regolarmente.

Senza farlo apposta, pochi minuti dopo, rientravano in azione i ragazzi nordafricani ubriachi che precedentemente avevano minacciato gli addetti alla sicurezza.

I due con ancora più rabbia e alcool in corpo stavolta passano subito alle vie di fatto.

Dopo alcuni battibecchi, aggrediscono gli addetti alla sicurezza lanciando anche bottiglie di vetro. Nell’attacco rimane ferito un operatore che deve ricorrere alle cure mediche. (foto)

La prognosi è di 10 giorni, per setto nasale deviato.

Quindi nessuna “discriminazione razziale”, come sottolinea anche il titolare dell’agenzia di sicurezza. “…noi non facciamo alcuna distinzione di provenienza o colore della pelle. Ho collaboratori italiani, stranieri e persone di colore, ma siamo come una famiglia. Nello specifico quella sera su 6 ragazzi della sicurezza, 3 erano stranieri. Un ragazzo/a che ha arrecato disturbo, che è ubriaco, che è famoso per creare risse o che non è disponibile a mostrare il contenuto di tasche e borse, potrebbe non esser gradito, indipendentemente dalla sua provenienza/nazionalità. Questo per tutelare tutti i clienti e condurre una serata il più possibile in sicurezza ” (basti pensare purtroppo all’episodio dello spray al peperoncino che ha causato ben 6 vittime a Corinaldo )

Lasciano l’amaro in bocca invece questi continui episodi di “razzismo” inesistente, che danno adito a qualsiasi persona di usare questa parola a caso, senza magari conoscerne nel profondo il suo vero significato.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]

Categorie

di tendenza