Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Decreto sicurezza: ecco la mozione della Lega Nord Lavis

Pubblicato

-

Monica Ceccato, capogruppo della Lega Nord Lavis

La Lega Nord Lavis ha depositato una mozione in seguito all’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del Decreto Legge del 4 ottobre 2018 n.113, che introduce disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione e di sicurezza pubblica.

Ma anche per ciò che riguarda l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, nonché in materia di giustizia sportiva e di regolare svolgimento delle competizioni sportive.

In particolare, tra le altre cose, il decreto prevede misure volte a contrastare più efficacemente l’immigrazione illegale, scongiurare il ricorso strumentale alla domanda di protezione internazionale, rafforzare i dispositivi a garanzia della sicurezza pubblica, con particolare riferimento alla minaccia del terrorismo e della criminalità organizzata di tipo mafioso, a migliorare il circuito informativo tra le Forze di polizia e l’Autorità giudiziaria e prevenire le infiltrazioni criminali negli enti locali.

Pubblicità
Pubblicità

Si prevede, inoltre , un’apposita disposizione finalizzata a consentire anche alla Polizia Locale di utilizzare in via sperimentale armi comuni ad impulso elettrico.

In questo contesto s’inserisce la mozione della Lega Nord Lavis, guidata dal consigliere Monica Ceccato, che chiede di modificare, attraverso gli uffici preposti, la modulistica relativa alla richiesta di residenza, applicando quanto previsto dal Decreto Legge 113/2018, anche nella sezione “Servizi demografici” del portale online del sito comunale, oltre ad applicare, per quanto inerente alle competenze comunali, tutto ciò che é previsto dal Decreto.

La Lega, infine, ha richiesto che sia predisposta una domanda specifica, da presentare e discutere alla prima conferenza utile dei sindaci dei Comuni che aderiscono al servizio associato di “Corpo di Polizia Locale Königsberg” per permettere agli agenti di Polizia Locale di utilizzare, in via sperimentale, le armi comuni ad impulso elettrico.

Pubblicità
Pubblicità

Piana Rotaliana

Violento frontale a Nave san Felice, 5 feriti

Pubblicato

-

Violento frontale fra due autovetture sull’ex statale del Brennero all’altezza di Nave San Felice oggi poco dopo le 17.30.

Sul posto sono giunte 3 ambulanze di Trentino Emergenza e vista la dinamica dell’incidente si è alzato in volo anche l’elisoccorso.

I feriti sarebbero 5, tre dei quali gravi, anche se non in pericolo di vita.

Pubblicità
Pubblicità

Due di questi, di 20 e 24 anni. 

Secondo una prima ricostruzione una Panda gialla avrebbe sbandato improvvisamente invadendo la corsia opposta e scontrandosi con un’auto di turisti polacchi. 

Una delle autovetture avrebbe anche cominciato ad andare a fuoco.

I carabinieri e la polizia locale hanno bloccato la statale del Brennero in entrambe le direzioni.

Il traffico è stato deviato nella viabilità interna di Nave S. Felice.

Tutti i feriti sono stati trasportati all’ospedale di santa Chiara a Trento

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

Truffato per l’acquisto di un’auto: denunciati due rumeni

Pubblicato

-

È stato un uomo residente a Mezzolombardo a rivolgersi ai Carabinieri della locale Stazione.

L’uomo denunciava di aver subito una truffa per l’acquisto di auto usata.

Dopo le indagine dei carabinieri sono state denunciate due persone un uomo B.L. 73enne e una donna L.C. 28enne, entrambi di origine rumena, che avevano convinto la vittima ad acquistare un autovettura tramite un sito web, per un controvalore di circa quattromila euro.

PubblicitàPubblicità

Il pagamento veniva eseguito in anticipo ma il mezzo non è mai stato consegnato.

Si tratta quindi di una vendita fittizia, per cui i due rumeni dovranno rispondere del reato di truffa, in concorso, innanzi all’Autorità Giudiziaria trentina.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

Un intero corso del Martino Martini al vecchio “Cason”: Mezzolombardo Partecipa presenta una mozione

Pubblicato

-

Il vetusto edificio conosciuto come "Cason", a Mezzolombardo, da settembre ospiterà gli studenti del corso LES del Martino Martini

Qualche giorno fa l’Istituto Martino Martini di Mezzolombardo, tramite un avviso firmato dalla dirigente scolastica Tiziana Rossi, ha comunicato in via ufficiale – confermando le voci dei mesi scorsi – che la nuova sede distaccata della scuola sarà all’interno dell’edificio conosciuto dalla popolazione come “Cason” in via Filzi. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza