Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Un rigore a tempo scaduto beffa le ragazze del Trento Clarentia

Pubblicato

-

Termina 0-1 lo scontro d’alta classifica tra il Trento Clarentia e la capolista Vittorio Veneto.

Le giocatrici di Pavan portano a termine una prestazione convincente sfiorando anche il goal del vantaggio a più riprese ma un’ingenuità a tempo scaduto permette a Tommasella di regalare la vittoria alla propria squadra dagli undici metri.

Cronaca della gara – Mister Pavan maschera il consueto modulo arretrando il raggio d’azione di Alessandra Tonelli e affiancandola a Giulia Rosa in un atipico 4-3-2-1. La nuova sistemazione tattica permette al Trento Clarentia di sorprendere le avversarie in avvio creando non pochi pericoli dalle parti di Reginato.

Pubblicità
Pubblicità

Nei primi cinque minuti, infatti, le gialloblu arrivano alla conclusione per due volte con Alessandra Tonelli che prima impegna il portiere ospite e poi manca di poco lo specchio della porta.

All’undicesimo è ancora il Trento Clarentia a rendersi pericoloso e un’incomprensione tra le giocatrici trevisane permette a Giulia Rosa di arrivare alla conclusione, il tiro da posizione defilata però sfiora soltanto il palo. Al quindicesimo arriva la risposta del Vittorio Veneto e Tommasella prova la soluzione dalla lunga distanza calciando di poco a lato.

Le conclusioni da fuori area continuano a caratterizzare la prima frazione, Tonelli ci prova al 25’ ma non inquadra la porta mentre Rosa cerca di pescare il jolly al 33’ impegnando seriamente Reginato che si rifugia in corner.

La ripresa stenta invece a decollare e la prima occasione capita sui piedi di Piai che sfiora il palo lontano con il destro da posizione defilata.

Nessuna delle due squadre si accontenta del pareggio e, nel finale, Rosa entra in area per poi concludere col destro, Reginato però si supera e salva il risultato.

Nei minuti di recupero Mella sorprende la difesa gialloblu e si presenta davanti a Valzolgher che è costretta a causare rigore, dal dischetto Tommasella è glaciale e sigla il definitivo 0-1.

IL TABELLINO DELL’INCONTRO

TRENTO CLARENTIA – VITTORIO VENETO 0-1

TRENTO CLARENTIA: Valzolgher, Varrone, L. Tonelli, Lenzi (40’st Chierchia), Ruaben, Fuganti, Torresani, Poli, Rosa, A. Tonelli, Daprà (35’st Maurina).

A disposizione: Lucin, Mora, Pedot, Tonetti.

Allenatore: Libero Pavan

VITTORIO VENETO: Reginato, Mantoani, Martinelli, Furlan, Tomasi, Tommasella, Foltran, Stefanello, Zanon (29’st Mella), Coghetto (14’st De Martin).

A disposizione: Da Ronch, De Val, Da Ros, Gava, Padovan, Zanella, Modolo.

Allenatore: Fabio Toffolo

Arbitro: Santarossa di Pordenone

Reti: 47’st rig. Tommasella (V)

Pubblicità
Pubblicità

Lo sport in provincia

Basket serie D: Trento vince la sfida per il secondo posto, fiato sospeso per la quarta piazza dei playoff

Pubblicato

-

Con la vittoria della Virtus Alto Garda ai danni del Villafranca, l’assegnazione definitiva del quarto posto – ultima possibilità di qualificazione alla griglia play off – si deciderà solo al termine dell’ultima giornata del Girone Orologio.

Un turno del tutto particolare perché si giocherà dal 16 al 30 aprile tra anticipi, pausa pasquale, turni regolari e posticipi.

Attualmente sono due i punti che separano Virtus Riva da Villafranca, ma la situazione potrebbe cambiare solamente se il team veronese dovesse perdere in casa con lo Junior Basket Rovereto.

Pubblicità
Pubblicità

Il risultato più realistico però è quello di una vittoria sia per Villafranca che per la Virtus Alto Garda di scena a Merano.

Per il resto i Piani hanno asfaltato secondo previsioni il Charly Merano; il Gs Riva 2018 ha conquistato una bella vittoria ai danni dello Junior Basket Rovereto ed il Cus Trento ha vinto facilmente lo spareggio per il secondo posto. (qui gli highlights della partita)

In semifinale play off l’avversario sarà comunque Gardolo con l’unico vantaggio che l’eventuale gara 5 sarà giocata alla palestra Sambapolis in casa Cus.

Mentre la partita Pergine Audace – Europa Bolzano è stata posticipata al 24 aprile.

RISULTATI: Gs Riva 2018 – Junior Basket Rovereto 81 – 57. Piani Bolzano – Charly Merano 101 – 42. Pergine Audace – Europa Bolzano posticipata al 24 aprile. Cus Trento – Gardolo 85 – 71. Virtus Alto Garda – Psg Villafranca 82 – 73.

CLASSIFICA: Piani Bolzano 50. Cus Trento 42. Gardolo 40. Psg Villafranca 28. Virtus Alto Garda 26. Gs Riva 2018 24. Pergine Audace e Jinior Basket Rovereto 16. Europa Bolzano 14. Charli Merano -1.

Gli highlights della partita fra Cus Trento e Gardolo 

BEST PLAYS CUS TRENTO VS GARDOLO

Gepostet von Cus Trento basket am Samstag, 13. April 2019

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Lo sport in provincia

MTB: Cinte Tesino – Tesino Lagorai Bike XC diventa prova Campionato italiano interforze ACSI

Pubblicato

-

Dopo la conferma della seconda edizione della manifestazione riservata alle “ruote grasseTesino Lagorai Bike Xc  cui la nostra testata aveva dato ampio spazio, un notevole salto di qualità attenderà l’edizione 2019.

E’ di queste ore infatti l’ufficializzazione da parte del Team Sella Bike presieduto da Ingrid Tezzele che la manifestazione sportiva sarà prova di Campionato Italiano interforze cross country Mtb 2019 ACSI

Un riconoscimento importante ed una nuova sfida per la comunità di Cinte Tesino che in queste ore ha messo in moto la macchina organizzativa coordinata dagli ideatori ed organizzatori  della prima edizione Sunil Pellanda e Mirco Mezzanotte in sinergia con il comune di Cinte Tesino

PubblicitàPubblicità

Alla manifestazione potranno partecipare tutti gli atleti tesserati ACSI Ciclismo, FCI e tutti gli enti di promozione sportiva convenzionati delle categorie previste dal regolamento tecnico ACSI inoltre,  potranno partecipare alla manifestazione gli atleti in possesso di certificato medico di idoneità alla pratica agonistica per lo sport del ciclismo e mtb.

Per quel che concerne il Campionato Italiano Interforze potranno partecipare gli appartenenti ed ex appartenenti alle forze dell’Ordine: Esercito, Carabinieri, Marina Militare, Aereonautica, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Municipale e Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco che dovranno esibire al momento dell’iscrizione la tessera di riconoscimento.

Ancora una volta il percorso si snoderà nel suggestivo borgo di Cinte Tesino su di un percorso che si snoderà per circa 1800 metri all’interno dell’abitato della Conca da ripetere più volte tra vie e piazzette nel centro del paese.

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lo sport in provincia

Motocross: Gajser trionfa nel GP del Trentino

Pubblicato

-

29mila spettatori stimati a far da cornice alla settima edizione del MXGP che ha visto la doppia vittoria dello sloveno Gajser su Cairoli e nel complesso un successo dei nostri piloti.

Nel mondiale MX2 lo spagnolo Jorge Prado si aggiudica le due manche e il GP trentino ma la tabella rossa di lkeader rimane ancora in mano al danese Olsen, finito quinto di giornata.

Grandissimi, infine, i piloti delle classi europee, con il trevigiano Alberto Forato vincitore delle due manche e dell’assoluta rafforzando così la sua posizione di leader in graduatoria EMX250.

PubblicitàPubblicità

Stessa prestazione per il vicentino Mattia Guadagnini che stacca due bellissime vittorie nell’Europeo della classe 125 vincendo la prova italiana e aumentando il vantaggio in graduatoria.

Adesso il mondiale si ferma per qualche settimana per fare tappa a Mantova il prossimo 11 e 12 maggio per il Monster Energy MXGP of Lombardia.

La cronaca delle gare

MXGP Gara-1: Lo scatto migliore al via della manche inaugurale della classe Regina è ad opera dell’italiano tabella rossa Toni Cairoli (Red Bull Ktm Factory Racing), subito seguito dal viterbese Alessandro Lupino (Gebben Van Venrooy Kawasaki), quindi Gautier Paulin (Monster Energy Wilvo Yamaha), dal marchigiano Ivo Monticelli (Standing Construct Ktm), Tim Gajser (Team HRC Honda), Arnaud Tonus (Monster Energy Wilvo Yamaha), Shaun Simpson (RFX Ktm Racing Power), Benoit Pturel (Gebben Van Venrooy Kawasaki), Pauls Jonass (RockstarEnergy Husqvarna).

Più dietro gli altri italiani con Samuele Bernardini (Ghidinelli Racing Team Yamaha), Davide De Bortoli (Honda), Gianluca Dimarziantonio (Ktm), Davide Bonini (Suzuki). La splendida galoppata di Cairoli davanti a tutti è durata sino al quindicesimo giro quando l’attacco dello sloveno si è rivelato decisivo e Cairoli è passato al ruolo di inseguitore, accompagnato dal grande boato di disappunto del pubblico.

Nonostante la grande tenacia del siciliano, la gara si è conclusa in questo ordine quattro giri più tardi. Terzo posto per Gautier Paulin (FRA, Yamaha) davanti ad Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), Ivo Monticelli (ITA, KTM), Alessandro Lupino (ITA, Kawasaki), Shaun Simpson (GBR, KTM), Jeremy Seewer (SUI, Yamaha), Arminas Jasikonis (LTU, Husqvarna), Jeremy Van Horebeek (BEL, Honda), …21. Samuele Bernardini (ITA, Yamaha), -1 lap(s); 23. Davide De Bortoli (ITA, Honda), -1 lap(s); 30. Davide Bonini (ITA, Suzuki), -14 lap(s); 31. Gianluca Di Marziantonio (ITA, KTM), -16 lap(s).

MXGP Gara-2: E’ Gajser (Team HRC Honda) a passare per primo al primo giro della frazione conclusiva MXGP e incollato lo segue Cairoli (Red Bull Ktm Factory Racing), seguito a sua volta da Paulin (Monster Energy Wilvo Yamaha), Tonus (Monster Energy Wilvo Yamaha), Tommy Searle (Bos Factory Kawasaki). Poco più dietro passa Ivo Monticelli (Standing Construct Ktm), Bernardini (Ghidinelli Racing Team – Yamaha).

La corsa si faceva interessante grazie anche all’insistenza dell’ufficiale Ktm che provava ogni possibile variabile per superare lo sloveno e l’occasione si è presentata al nono giro quando è riuscito a superare il battistrada e portarsi in testa. Inizialmente sembravano assestati i ruoli ma poche tornate più tardi Gajser è andato all’attacco superando il siciliano, che poi è tornato ancora in testa tre giri più tardi fino a scivolare e compromettere la vittoria della gara e del GP. Gajser ha tagliato così per primo il traguardo precedendo il rassegnato Cairoli che comunque rimane tabella rossa con 20 punti di vantaggio sul pilota Honda.

Terzo gradino del podio della manche e di giornata nonché in graduatoria per Paulin. Quarto posto per Tonus davanti a Monticelli, quinto assoluto. Tra gli italiani Lupino termina decimo, Bernardini 18°, De Bortoli 21° a due lunghezze da Bonini.

MX2 Gara-1: Lo spagnolo Jorge Prado (Red Bull Ktm Factory Racing Team) ha lo spunto migliore e prende subito il comando della corsa davanti a Tom Vialle (FRA – Red Bull Ktm Factory Racing Team), quindi Iker Larranaga Olano (ESP – Marchetti Racing Team Ktm), Jago Geerts (BEL – Monster Energy Kemea Yamaha), Adam Sterry (GBR – F&H Racing Team – Kawasaki), Mitchell Evans (AUS – Honda 114 Motorsports), e più dietro gli italiani Filippo Zonta (Honda) e Michele Cervellin (Yamaha SM Action – MC Migliori).

Decisissimo Prado non ha concesso spazi agli avversari e per 19 giri ha condotto la gara fino al traguardo che ha tagliato davanti a Geerts che proprio all’ultimo giro conquista la piazza d’onore, precedendo così Vialle, Jacobi, Olsen, Evans, Watson, Sterry e il positivo Cervellin che rimonta buone posizioni. Decima piazza per l’olandese Bas Vaessen (Hitachi Ktm quelle by Millwaukee). Sedicesimo posto per Filippo Zonta.

MX2 Gara-2: E’ ancora Jorge Prado (Red Bull Ktm Factory Racing Team) a conquistare la migliore posizione al via della seconda e conclusiva manche mondiale MX2 del GP del Trentino 2019. Lo seguono il transalpino Tom Vialle (Red Bull Ktm Factory Racing Team), il tedesco Henry Jacobi (F&H Racing Team – Kawasaki), il danese Thomas Kjer Olsen (RockstarEnergy Husqvarna), il belga Jago Geerts (Monster Energy Kemea Yamaha). Gli italiani non scattano nel gruppetto dei primi.

Resiste senza difficoltà l’ispanico Prado portando la sua Ktm dritta verso il secondo traguardo vittorioso di giornata, anticipando sotto la bandiera a scacchi Geerts, Watson, Olsen, Jacobi, Vialle, Evans e tutti gli altri. Il migliore degli azzurri è Michele Cervellin (Yamaha SM Action – MC Migliori) che chiude al decimo posto dopo aver rimontato dal quindicesimo del primo giro. Filippo Zonta (Honda) finisce la corsa al 18° posto.

La classifica di campionato vede ancora in testa il danese Olsen, quinto a Pietramurata, davanti al vincitore di giornata Jorge Prado che continua a risalire la classifica recuperando lo svantaggio dell’assenza britannica.

Gara-2 EMX250: Il francese Pierre Goupillon (Honda Redmoto Assomotor) scatta subito davanti a tutti al via della seconda manche della classe 250, davanti al connazionale Stephan Rubini (Honda Redmoto Assomotor), Nicholas Lapucci (Steelsdrjack Ktm), Giuseppe Tropepe Ghidinelli Racing Team – Yamaha) e l’austriaco Rene Hofer (Ktm Junior Racing) per il gruppetto di testa.

Al comando si alternano poi per qualche giro Rubini e il crescente Alberto Forato (Team Maddii Racing Husqvarna), ma alla fine è quest’ultimo a resistere rimanendo davanti a tutti sino alla bandiera a scacchi che taglia la seconda volta per primo questo weekend meritandosi anche la vittoria assoluta trentina. Posizione d’onore, quindi, per Rubini che chiude il confronto parziale davanti a Giuseppe Tropepe, entrambi nell’ordine anche assoluto di giornata. Lapucci finisce la sua corsa al 12° posto e più dietro il quartetto composto da Lorenzo Ravera (Maggiora Park Racing), Gianluca Facchetti (Somcorse Yamaha), Andrea Adamo (Yamaha SM Action), Matteo Puccinelli (Ghidinelli Racing Team – Yamaha).

Gara-2 EMX 125: Mattia Guadagnini (Team Maddii Racing Husqvarna) si porta subito al comando davanti a Kay de Wolf (Rockstar Energy Husqvarna Factory), Simon Laengenfelder (Wz Racing – Ktm), Alberto Barcella (Ktm Racestore MX2 Max Bart), Tom Guyon (Team VRT – Ktm). Se per il mattatore trevisano non vi sono stati particolari problemi neppure in questa seconda gara, che ha condotto interamente per i sedici giri percorsi fino al traguardo, dietro, De Wolf ha dovuto subire la supremazia di Guyon e di Laengenfelder che sono finiti sul traguardo rispettivamente secondo e terzo davanti a De Wolf.

Barcella chiude questa seconda manche al nono posto davanti ad Andrea Bonacorsi (Celestini Racing – Ktm). Quindicesimo Alessandro Facca (Marchetti Racing Team Ktm) davanti ad Andrea Roncoli (Husqvarna). La classifica assoluta di questo GP Trentino vede così la bellissima affermazione di Mattia Guadagnini che consolida anche la sua leadership in campionato. Guyon sale così sul gradino intermedio del podio davanti a De Wolf.

MXGP – Grand Prix Race 1 – Classification

1. Tim Gajser (SLO, Honda), 34:13.822; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:01.081; 3. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:53.919; 4. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +1:00.314; 5. Ivo Monticelli (ITA, KTM), +1:03.786; 6. Alessandro Lupino (ITA, Kawasaki), +1:05.635; 7. Shaun Simpson (GBR, KTM), +1:06.887; 8. Jeremy Seewer (SUI, Yamaha), +1:07.631; 9. Arminas Jasikonis (LTU, Husqvarna), +1:13.322; 10. Jeremy Van Horebeek (BEL, Honda), +1:20.698; …21. Samuele Bernardini (ITA, Yamaha), -1 lap(s); 23. Davide De Bortoli (ITA, Honda), -1 lap(s); 30. Davide Bonini (ITA, Suzuki), -14 lap(s); 31. Gianluca Di Marziantonio (ITA, KTM), -16 lap(s).
MXGP – Grand Prix Race 2 – Classification

1. Tim Gajser (SLO, Honda), 34:11.454; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:24.305; 3. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:53.333; 4. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:57.384; 5. Arminas Jasikonis (LTU, Husqvarna), +0:58.712; 6. Ivo Monticelli (ITA, KTM), +1:18.314; 7. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +1:18.657; 8. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +1:25.075; 9. Brian Bogers (NED, Honda), +1:31.843; 10. Alessandro Lupino (ITA, Kawasaki), +1:36.522; …18. Samuele Bernardini (ITA, Yamaha), -1 lap(s); 21. Davide De Bortoli (ITA, Honda), -1 lap(s); 23. Davide Bonini (ITA, Suzuki), -1 lap(s); 30. Gianluca Di Marziantonio (ITA, KTM), -12 lap(s).
MXGP – GP Classification

1. Tim Gajser (SLO, HON), 50 points; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 44 p.; 3. Gautier Paulin (FRA, YAM), 40 p.; 4. Arnaud Tonus (SUI, YAM), 36 p.; 5. Ivo Monticelli (ITA, KTM), 31 p.; 6. Arminas Jasikonis (LTU, HUS), 28 p.; 7. Alessandro Lupino (ITA, KAW), 26 p.; 8. Shaun Simpson (GBR, KTM), 24 p.; 9. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 21 p.; 10. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 20 p.; …21. Samuele Bernardini (ITA, YAM), 3 p.; 24. Davide De Bortoli (ITA, HON), 0 p.; 26. Davide Bonini (ITA, SUZ), 0 p.; 32. Gianluca Di Marziantonio (ITA, KTM), 0.
MXGP – World Championship Classification

1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 191 points; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 175 p.; 3. Gautier Paulin (FRA, YAM), 142 p.; 4. Arminas Jasikonis (LTU, HUS), 120 p.; 5. Jeremy Van Horebeek (BEL, HON), 113 p.; 6. Clement Desalle (BEL, KAW), 112 p.; 7. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 98 p.; 8. Shaun Simpson (GBR, KTM), 88 p.; 9. Julien Lieber (BEL, KAW), 79 p.; 10. Arnaud Tonus (SUI, YAM), 71 p.; …12. Ivo Monticelli (ITA, KTM), 66 p.; 14. Alessandro Lupino (ITA, KAW), 60 p.; 28. Samuele Bernardini (ITA, YAM), 3.

DCIM100MEDIADJI_0009.JPG

MX2 – Grand Prix Race 1 – Classification

1. Jorge Prado (ESP, KTM), 35:17.013; 2. Jago Geerts (BEL, Yamaha), +0:12.125; 3. Tom Vialle (FRA, KTM), +0:14.130; 4. Henry Jacobi (GER, Kawasaki), +0:31.658; 5. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), +0:33.302; 6. Mitchell Evans (AUS, Honda), +0:38.284; 7. Ben Watson (GBR, Yamaha), +0:39.054; 8. Adam Sterry (GBR, Kawasaki), +0:44.903; 9. Michele Cervellin (ITA, Yamaha), +0:47.005; 10. Bas Vaessen (NED, KTM), +0:50.563;

MX2 – Grand Prix Race 2 – Classification

1. Jorge Prado (ESP, KTM), 34:49.733; 2. Jago Geerts (BEL, Yamaha), +0:02.862; 3. Ben Watson (GBR, Yamaha), +0:06.293; 4. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), +0:09.387; 5. Henry Jacobi (GER, Kawasaki), +0:19.496; 6. Tom Vialle (FRA, KTM), +0:21.773; 7. Mitchell Evans (AUS, Honda), +0:33.318; 8. Adam Sterry (GBR, Kawasaki), +0:37.485; 9. Brent Van Doninck (BEL, Honda), +0:38.333; 10. Davy Pootjes (NED, Husqvarna), +0:47.400; …12. Michele Cervellin (ITA, Yamaha), +1:01.721; 22. Morgan Lesiardo (ITA, KTM), +1:44.909; 25. Joakin Furbetta (ITA, Husqvarna), -1 lap(s); 36. Andrea Zanotti (SMR, KTM), -10 lap(s); 39. Filippo Zonta (ITA, Honda), -19 lap(s).

MX2 – GP Classification

1. Jorge Prado (ESP, KTM), 50 points; 2. Jago Geerts (BEL, YAM), 44 p.; 3. Tom Vialle (FRA, KTM), 35 p.; 4. Ben Watson (GBR, YAM), 34 p.; 5. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 34 p.; 6. Henry Jacobi (GER, KAW), 34 p.; 7. Mitchell Evans (AUS, HON), 29 p.; 8. Adam Sterry (GBR, KAW), 26 p.; 9. Bas Vaessen (NED, KTM), 21 p.; 10. Michele Cervellin (ITA, YAM), 21 p.; …18. Filippo Zonta (ITA, HON), 5 p.; 25. Morgan Lesiardo (ITA, KTM), 0 p.; 28. Joakin Furbetta (ITA, HUS), 0 p.; 38. Andrea Zanotti (SMR, KTM), 0.
MX2 – World Championship Classification

1. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 170 points; 2. Jorge Prado (ESP, KTM), 150 p.; 3. Henry Jacobi (GER, KAW), 147 p.; 4. Ben Watson (GBR, YAM), 129 p.; 5. Jago Geerts (BEL, YAM), 125 p.; 6. Tom Vialle (FRA, KTM), 121 p.; 7. Calvin Vlaanderen (NED, HON), 107 p.; 8. Mitchell Evans (AUS, HON), 89 p.; 9. Adam Sterry (GBR, KAW), 89 p.; 10. Davy Pootjes (NED, HUS), 76 p.; 11. Michele Cervellin (ITA, YAM), …20. Alberto Forato (ITA, HUS), 23 p.; 27. Filippo Zonta (ITA, HON), 5 p.; 29. Andrea Zanotti (SMR, KTM), 4 p.; 34. Joakin Furbetta (ITA, HUS), 1 p.;

EMX125 – Race 2 – Classification

1. Mattia Guadagnini (ITA, Husqvarna), 30:30.551; 2. Tom Guyon (FRA, KTM), +0:13.130; 3. Simon Laengenfelder (GER, KTM), +0:34.731; 4. Kay de Wolf (NED, Husqvarna), +0:43.342; 5. Oriol Oliver (ESP, KTM), +0:44.162; 6. Jorgen-Matthias Talviku (EST, Husqvarna), +1:01.060; 7. Matias Vesterinen (FIN, KTM), +1:07.721; 8. Guillem Farres Plaza (ESP, KTM), +1:09.067; 9. Alberto Barcella (ITA, KTM), +1:15.010; 10. Andrea Bonacorsi (ITA, KTM), +1:15.781.

EMX125 – Overall Classification

1. Mattia Guadagnini (ITA, HUS), 50 points; 2. Tom Guyon (FRA, KTM), 44 p.; 3. Kay de Wolf (NED, HUS), 36 p.; 4. Guillem Farres Plaza (ESP, KTM), 33 p.; 5. Jorgen-Matthias Talviku (EST, HUS), 31 p.; 6. Oriol Oliver (ESP, KTM), 27 p.; 7. Alberto Barcella (ITA, KTM), 27 p.; 8. Matias Vesterinen (FIN, KTM), 26 p.; 9. Liam Everts (BEL, KTM), 24 p.; 10. Mike Gwerder (SUI, KTM), 22 p.
EMX125 – Championship Classification

1. Mattia Guadagnini (ITA, HUS), 93 points; 2. Tom Guyon (FRA, KTM), 83 p.; 3. Kay de Wolf (NED, HUS), 74 p.; 4. Jorgen-Matthias Talviku (EST, HUS), 73 p.; 5. Oriol Oliver (ESP, KTM), 61 p.; 6. Mike Gwerder (SUI, KTM), 48 p.; 7. Guillem Farres Plaza (ESP, KTM), 43 p.; 8. Simon Laengenfelder (GER, KTM), 40 p.; 9. Liam Everts (BEL, KTM), 37 p.; 10. Alessandro Facca (ITA, KTM), 30.

EMX250 – Race 2 – Classification

1. Alberto Forato (ITA, Husqvarna), 30:07.114; 2. Stephen Rubini (FRA, Honda), +0:14.401; 3. Giuseppe Tropepe (ITA, Yamaha), +0:28.263; 4. Rene Hofer (AUT, KTM), +0:30.271; 5. Karlis Sabulis (LAT, KTM), +0:31.021; 6. Pierre Goupillon (FRA, Honda), +0:42.814; 7. Ruben Fernandez (ESP, Yamaha), +0:46.869; 8. Roan Van De Moosdijk (NED, Kawasaki), +0:50.282; 9. Thibault Benistant (FRA, Yamaha), +0:50.624; 10. Kevin Horgmo (NOR, KTM), +0:55.110.
EMX250 – Overall Classification

1. Alberto Forato (ITA, HUS), 50 points; 2. Stephen Rubini (FRA, HON), 44 p.; 3. Giuseppe Tropepe (ITA, YAM), 36 p.; 4. Pierre Goupillon (FRA, HON), 33 p.; 5. Rene Hofer (AUT, KTM), 31 p.; 6. Kevin Horgmo (NOR, KTM), 31 p.; 7. Karlis Sabulis (LAT, KTM), 28 p.; 8. Ruben Fernandez (ESP, YAM), 28 p.; 9. Roan Van De Moosdijk (NED, KAW), 28 p.; 10. Thibault Benistant (FRA, YAM), 18.
EMX250 – Championship Classification

1. Alberto Forato (ITA, HUS), 100 points; 2. Stephen Rubini (FRA, HON), 80 p.; 3. Pierre Goupillon (FRA, HON), 67 p.; 4. Roan Van De Moosdijk (NED, KAW), 63 p.; 5. Rene Hofer (AUT, KTM), 59 p.; 6. Ruben Fernandez (ESP, YAM), 57 p.; 7. Kevin Horgmo (NOR, KTM), 53 p.; 8. Giuseppe Tropepe (ITA, YAM), 51 p.; 9. Karlis Sabulis (LAT, KTM), 50 p.; 10. Josh Gilbert (GBR, HON), 33.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • PubblicitàPubblicità

Categorie

di tendenza