Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Esordio positivo di Loris Bodo, il Trento supera 3 a 2 il Cjarlins Muzane

Pubblicato

-

Un Trento tutto cuore e grinta torna ad assaporare il dolcissimo gusto della vittoria: al “Briamasco” i gialloblù superano per 3 a 2 il Cjarlins Muzane nella terza giornata del girone di ritorno e salgono a quota 16 in classifica.

L’esordio del neotecnico Loris Bodo coincide con la miglior prestazione stagionale degli aquilotti, che vanno sotto, rimontano, vengono nuovamente raggiunti, ma al 90′ trovano il gol partita grazie alla rete di Cristofoli, autore di una pregevole doppietta.

Domenica prossima trasferta in terra altoatesina per affrontare la Virtus Bolzano nel derby regionale

PubblicitàPubblicità

Cronaca della partita – Il neotecnico Loris Bodo si affida al “4-3-3”: Barosi difende i pali della porta gialloblù, mentre la retroguardia è formata da Carella e Mureno sulle corsie esterne con Panariello e Sabato al centro. In mezzo al campo Bertaso agisce da playmaker con Trevisan e Paoli interni e in avanti Cristofoli guida il tridente con Petrilli e Baronio a supporto.

Inizio volitivo e propositivo da parte del Trento che spinge, sfruttando soprattutto le corsie laterali. Al 4′ Mureno scende sulla sinistra e poi crossa in area piccola con il portiere friulano Scordino che anticipa Cristofoli con un’uscita a terra. Il Cjarlins Muzane non resta a guardare e reagisce: all’11’ batti e ribatti in area gialloblù con Barosi bravissimo a stoppare Smrtnik.

I ritmi sono elevati: al 13′ Cristofoli non arriva sul traversone di Trevisan e, subito dopo, Bertaso ci prova da fuori area con Scordino che blocca distendendosi sulla propria destra.

Al 20′ altro traversone dalla corsia di sinistra per Cristofoli, anticipato da Pisani che devia la sfera oltre il fondo, mentre al minuto 25 Mureno si mette in proprio, controlla e poi lascia partire un gran sinistro da venticinque metri che si perde a lato non di molto del palo alla destra di Scordino. La squadra ospite si affida soprattutto alla catena di sinistra: al 25′ Facchinutti scende sulla corsia di competenza e centra rasoterra con Sabato che anticipa tutti e mette in calcio d’angolo.

Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina veloce ripartenza dei gialloblù con Petrilli che entra in area e poi va a terra dopo un contatto con un difensore, ma l’arbitro lascia giocare.

Il Cjarlins Muzane torna a farsi pericoloso sei minuti più tardi: azione in ripartenza degli ospiti e gran conclusione da destra di Smrtnik che chiama Barosi ad una grande parata.

La ripresa si apre con i friulani subito in avanti e, dopo nemmeno un giro di lancette, Barosi contrasta efficacemente in uscita Smrtnik con Sabato che completa il disimpegno e allontana la sfera.

Il Trento non sta a guardare e replica immediatamente: traversone dalla sinistra di Mureno per Paoli che cerca la battuta di prima intenzione con la sfera che termina alta oltre la traversa. Si cambia fronte e la formazione ospite passa a condurre grazie ad un pezzo di bravura dell’attaccante Kabine, che da fuori area lascia partire una gran conclusione che s’insacca nell’angolino basso con Barosi incolpevole.

Il Trento reagisce immediatamente e si getta nella metà campo avversaria e al 60′ arriva il meritato pareggio. Calcio d’angolo dalla sinistra e imperioso stacco sul secondo palo di Panariello che batte Scordino.

Il momento è più che propizio per la squadra di Loris Bodo, che subito dopo sfiora il vantaggio: cross da sinistra di Petrilli e deviazione sottomisura di Cristofoli, che anticipa tutti ma non trova la porta. Passano altri due minuti e al 64′ il Trento va ancora ad un passo dal vantaggio con Cristofoli che lavora ottimamente il pallone al limite dell’area e poi premia la sovrapposizione di Baronio che batte in diagonale ma Scordino è miracoloso nell’intervento a terra.

Al minuto 66 il due a uno è servito: Trevisan recupera un gran pallone sulla trequarti e serve Bertaso che pesca in verticale Cristofoli, che entra in area da sinistra e poi insacca con un perfetto diagonale. Il Cjarlins Muzane accusa il colpo e prova a riorganizzarsi, trovando il pareggio al 71′: palla scodellata in area per Smrtnik, che si libera con un fallo, non ravvisato dal direttore di gara, di Carella e batte Barosi in uscita.

Il match si trascina verso la fine, ma il Trento vuole fortemente la vittoria e al 90′ ecco che i gialloblù trovano il nuovo e meritato vantaggio. Palla in area per Cristofoli che batte in diagonale, Scordino fa il miracolo ma l’azione resta viva con Roveretto che calcia a botta sicura da pochi metri con un difensore friulano che riesce miracolosamente a respingere nei pressi della linea.

Non è finita: la sfera torna al centro sui piedi di Cristofoli, che da due passi insacca la rete del tre a due.

Si gioca sino al 97′ con gli ospiti nervosissimi, ma il risultato non cambia più: il Trento vince 3 a 2 e sale a quota 16 in classifica. Domenica prossima derby in terra altoatesina contro la Virtus Bolzano.

Il tabellino.

TRENTO – CJARLINS MUZANE 3-2

TRENTO (4-3-3): Barosi; Carella (41’st Romagna), Panariello, Sabato, Mureno; Trevisan, Bertaso (34’st Zucchini), Paoli; Baronio (41’st Ferraglia), Cristofoli, Petrilli (31’st Roveretto).
A disposizione: Guadagnin, Spiro, Badjan, Frulla, Islami.
Allenatore: Loris Bodo.
CJARLINS MUZANE (4-3-3): Scordino; Zuliani, Pisani, Politti, Facchinutti; Dussi, Migliorini (34’st Moras), Spetic; Bussi, Smrtnik, Kabine.
A disposizione: Calligaro, Massaro, Parpinel, Zavan, Cudicio, Ruffo, Pez, Del Piccolo.
Allenatore: Stefano De Agostini.
ARBITRO: Calvi di Bergamo (Santini di Savona e Fuccaro di Genova).
RETI: 5’st Kabine (C), 15’st Panariello (T), 21’st Cristofoli (T), 26’st Smrtnik (C), 45′ Cristofoli (T).
NOTE: giornata fredda ma soleggiata. Campo in buone condizioni. Spettatori 400 circa. Ammoniti Migliorini (C) e Dussi (C), entrambi per gioco falloso. Calci d’angolo 5 a 5. Recupero 0′ + 4′

Pubblicità
Pubblicità

Lo sport in provincia

Pallamano: bene le squadre regionali che conquistano tutte punti preziosi

Pubblicato

-

Delle squadre regionali di pallamano nessuna perde, conquistando punti a totale beneficio della classifica.

Il Pressano vince facile sul campo del Cingoli dopo una partita nella quale non è mai stato in svantaggio.

Equilibrato solo il primo tempo nel quale Cingoli è riuscito a restare sempre in scia, ma nella ripresa è uscita la differenza tecnica tra le due squadre e nonostante una serie di errori nei primi minuti del secondo tempo, Pressano ha portato a casa una vittoria che lo conferma al secondo posto, ad una settimana dallo scontro diretto esterno con Conversano.

PubblicitàPubblicità

Del pareggio tra la capolista Bolzano ed il Merano il beneficio maggiore lo trae la formazione ospite che guadagna un punto sulla zona calda della classifica.

Per il Bolzano poco o nulla cambia, in quanto sono comunque tre i punti di vantaggio sulla seconda – Pressano – e cinque sulla terza.

La pesante sconfitta subita dal Bologna a Bressanone spegne le residue speranze di salvezza per la squadra ospite che anche se non ancora matematicamente, è ormai condannata alla retrocessione .

Mentre il Bressanone con questa vittoria si è portato in una tranquilla posizione di centro classifica.

A sorpresa la vittoria di Gaeta sul campo del Trieste.

La quinta giornata del girone di ritorno si è conclusa con la vittoria del Cassano sul Cologne per 18 a 14 che in termine di classifica non sposta nessun valore.

RISULTATI: Cingoli – Pressano 20 – 25. Trieste – Gaeta 21 – 22. Siena – Conversano 29 – 34. Bressanone – Bologna 30 – 19. Bolzano – Merano 21 – 21. Cassano – Cologne.

CLASSIFICA: Bolzano 32. Pressano 29. Conversano 27. Cassano 24. Fasano 21. Trieste 19. Bressanone 16. Merano e Siena 15. Cologne e Fondi 13. Gaeta 12. Cingoli 10. Bologna 6. (d.p.)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Lo sport in provincia

Il derby è gialloblù, il Trento Clarentia batte il Brixen 3 a 1

Pubblicato

-

Il Trento Clarentia porta a casa il secondo derby stagionale grazie all’ennesima ripresa pirotecnica e regala ai propri tifosi il terzo posto in classifica in solitaria.

Dopo un primo tempo compassato le giocatrici di Pavan si scatenano e, nella seconda frazione, stendono il Brixen Obi con le reti di Poli, Rosa e Varrone.

Live match – Mister Pavan è costretto a modificare la formazione scesa in campo a Vicenza inserendo Maurina nel tandem d’attacco con Daprà, al posto dell’infortunata Alessandra Tonelli.

PubblicitàPubblicità

Le prime due occasioni sono di marca altoatesina, prima Stockner si vede respingere un potente tiro da Valzolgher, poi Bielak manca di poco lo specchio con una conclusione dal limite.

La risposta del Trento arriva al 36’ e Varrone, dopo una discesa sulla corsia di destra, cerca Rosa in mezzo all’area con un traversone, l’attaccante arriva però leggermente in ritardo all’appuntamento e manca la deviazione vincente.

Non manca al ritrovo invece Poli che, al quinto della ripresa, impatta di prima intenzione sul cross rasoterra di Rosa battuto dalla bandierina, la conclusione di destro termina all’incrocio dei pali e sblocca il serratissimo derby.

Otto minuti più tardi il Trento raddoppia, Torresani guadagna il fondo e apparecchia la tavola per Rosa che sigla il settimo goal stagionale con una deviazione precisa da centro area. Quello che nel primo tempo sembrava un derby sterile si anima ulteriormente quando il Brixen mette in campo tutta la tenacia altoatesina per rientrare in partita.

Il goal che rimette in discussione il derby lo firma Stockner che, con un destro da fuori area, buca Valzolgher dando credito agli avvertimenti di Pavan in merito alla pericolosità offensiva della giovanissima attaccante.

Il Clarentia però dimostra grande maturità non accusando il colpo e, ad un minuto dal 90’, archivia la pratica con pregevole azione corale: la rigenerata Pedot assiste Torresani al limite dell’area che confeziona il secondo passaggio vincente della partita servendo Varrone, abile poi a siglare da pochi passi il definitivo 3-1.

IL TABELLINO DELL’INCONTRO

TRENTO CLARENTIA – SSV BRIXEN OBI 3-1

TRENTO CLARENTIA: Valzolgher, Varrone (48’st Antolini), L. Tonelli, Lenzi, Ruaben, Fuganti, Torresani, Poli, Rosa, Maurina (20’st Lucin), Daprà (39’st Pedot).
A disposizione: Tonetti, Zappini, Tonelli.
SSV BRIXEN OBI: Graus, Dorfmann, Profanter (44’st Messner), Kiem, Landstaetter (36’st Graf), Oberhuber, Aerschdorfer (12’st Maloku), Santin, Reiner, Bielak, Stockner.
A disposizione: Kosta, Barabacovi.
Allenatore: Libero Pavan
Arbitro: Vailati di Crema
Reti: 5’st Poli (T), 13’st Rosa (T), 17’st Stocker (B), 44’st Varrone (T).

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Lo sport in provincia

Il Levico Terme esonera Andrea Vitali

Pubblicato

-

Ormai era nell’aria.

La posizione di classifica troppo precaria, in piena zona playout, e le quattro sconfitte nelle ultime sette partite hanno fatto il resto.

Il Levico Terme ha portato a casa solamente due vittorie nelle ultime dieci partite.

PubblicitàPubblicità

Era troppo poco per la squadra gialloblu, che a inizio campionato sicuramente non sperava di trovarsi a combattere per non retrocedere.

La società è arrivata alla conclusione di esonerare l’allenatore Andrea Vitali, come riporta il  comunicato ufficiale della società: “L’Unione Sportiva Levico Terme comunica di avere sollevato Andrea Vitali dall’incarico di allenatore della Prima Squadra.

La Società coglie l’occasione per ringraziare mister Vitali per il lavoro svolto sin dal primo giorno con impegno, serietà e correttezza professionale.

La guida della Prima Squadra viene affidata momentaneamente all’allenatore in seconda Alessandro Mulinari che dirigerà l’allenamento odierno. Ulteriori aggiornamenti, riguardanti la guida tecnica, verranno comunicati nelle prossime ore”.

Intanto l’Unione Sportiva Levico Terme in accordo con la Società Tamai e la Lega Nazionale Dilettanti comunica che il match in programma domenica alle ore 14.30 in Viale Lido, contro la formazione friulana, è stato rinviato al prossimo 20 febbraio sul sintetico di Borgo.

La neve caduta settimana scorsa e le fredde temperature registrate in questi giorni hanno reso il terreno di gioco impraticabile.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza