Connect with us
Pubblicità

Trento

Ghezzi insulta Boso e i valligiani. Sui social succede il finimondo

Pubblicato

-

E ci risiamo.

Dopo lo scivolone sulla mancanza di competenze degli assessori Stefania Segnana e Giulia Zanotelli e il solito silenzio complice del centrosinistra ora Ghezzi trova il modo di criticare in modo piuttosto offensivo anche un cadavere.

Enzo Erminio Boso, morto da poche ore, è stato apostrofato dal principe dei radical chic della sinistra Trentina come colui che per anni ha «ispirato il cattivismo di Salvini come prototipo del valligiano perfetto per i Tv Show».

Pubblicità
Pubblicità

Per Ghezzi quindi essere un valligiano è diventata una colpa. Insomma, siamo al delirio, una gaffes dietro l’altra.

Dopo le parole deliranti di Ghezzi i social si sono scatenati insultando e denigrando il radical chic di Futura 2018.

Le critiche sono arrivate in modo trasversale e non solo dal centrodestra

Pubblicità
Pubblicità

«Lei non è un nemico, é una fiammella che politicamente si spegnerà molto presto»scrive Terry. 

Scatenato il sindaco di Calliano Lorenzo Conci: «probabilmente da umile valligiano non sono in grado di comprendere tale superiorità espressiva e dialettica. Anche se così ad occhio non mi pare di esser stato l’unico. Ed almeno nel momento della morte forse sarebbe meglio ed umano evitare di far riflessioni politiche e limitarsi al rispetto E ti parla uno che è lontano anni luce dalla lega odierna»

«Signor Ghezzi,  – scrive invece Daniele – lei è un essere rancoroso e senza un minimo di umanità! Sono mesi che seguo il suo atteggiamento, sia in Consiglio che fuori! Non un accenno di sorriso…. Niente! Ce l’ha con la Lega e con il mondo intero! Le consiglio un paio di stecche di cioccolata tutte in un colpo, stimolano la serotonina e il buon umore»!

Molte risposte a Ghezzi sono state filtrate o cancellate.

«Credo che proprio nel momento del commiato un minimo rispetto è doveroso se non altro per chi resta, avevo una certa stima di lei dott.Ghezzi come giornalista ora devo dire mi è un po’ caduto con questo brutto scivolone»Incalza Marica.

«Non conoscevo Boso, ma certo ora conosco Paolo Ghezzi» – scrive sarcastico Morgan a cui replica subito Mario: «purtroppo anche noi lo si conosce»

«Meno male che Lei è un essere umano..» – scrive Sergio alludendo al nome usato da Ghezzi sul suo profilo

Glauco invece la butta sulla politica: «Capisco che aver perso le elezioni con una batosta storica roda ancora, ma a volte è più opportuno evitare certi commenti… tanto come la pensa questa parte politica lo sanno anche i sassi». 

Danny invece è durissima verso il radical chic: «Lei è il perfetto esempio della mala politica di sinistra. Facciata rassicurante, background solido, bontà e giustezza spiattellata ai quattro venti e rimarcata con nickname imbarazzanti quali “essere umano”. Eppure, a volte non riuscite a nascondere la vostra aridità, la vostra sicumera, l’auto proclamato senso di superiorità che vi permetterebbe di giudicare vivi e morti restando nel giusto a prescindere. Questo commento è squallido e vergognoso. Lei non è migliore di chi critica, lo sappia.»

Rosario affonda: «Ecco la vera faccia degli Illuminati e intellettuali fini, buonisti e umani, i sostanzialmente…esseri superiori di sinistra!!! Giù la maschera finalmente! Bravo Ghezzi essere umano!!»

Ma della cosa non si parla solo sul profilo del «dotto» della sinistra trentina ma praticamente sulla metà della pagine di facebook.

Volano migliaia di insulti per Ghezzi, alcuni esagerati, altri meno. Persone inferocite, altre molte deluse.

«Cari abitanti delle valli, di qualsiasi colore politico, questo è ciò che pensa di voi l’intellettuale in cachemire Paolo Ghezzi di Futura»scrive Alex.

La sensazione è che forse Ghezzi potesse risparmiarsi questa uscita inopportuna che alla fine si è dimostrata un segno di grande debolezza e confusione. Come quella che regna oggi in una sinistra che non esiste quasi più e che è ormai pronta all’estinzione grazie anche ai personaggi come «Paolo Ghezzi essere umano». Se questo vuol dire essere umani aggiungiamo noi…

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza