Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Pallamano: Pressano riprende la Serie A1 da Bologna

Pubblicato

-

Riparte il campionato di Serie A1 della Pallamano Pressano CR Lavis che si tuffa nel 2019 agonistico a tre settimane dal trionfo in Supercoppa.

Con il secondo trofeo aggiunto alla bacheca societaria, i gialloneri di Dumnic si affacciano così alla seconda metà di stagione e lo fanno in una delicata posizione di classifica.

Attualmente al terzo posto in graduatoria, a meno uno dal Cassano Magnago secondo ed in coabitazione con i pugliesi del Conversano, Giongo e compagni sono chiamati ad avere pronti riflessi e prestazioni da subito convincenti per non scivolare fuori dalla zona PlayOff.

Pubblicità
Pubblicità

Il primo appuntamento in programma per il nuovo anno coincide con l’ultima giornata di andata, la 13^, che vedrà Pressano far visita al Bologna United, attualmente ultimo in classifica.

Sarà un turno di campionato molto delicato, in quanto verranno definite le qualificate e gli accoppiamenti della Final Eight di Coppa Italia.

La Pallamano Pressano è quindi chiamata al successo, nell’ottica di aggiungere due punti alla propria classifica e chiudere l’andata nella miglior posizione di classifica possibile.

Di fronte ai gialloneri ci sarà un Bologna ferito e deluso da una prima metà di campionato decisamente negativa: solo 1 la vittoria in 12 incontri per la formazione felsinea che vuole cominciare il 2019 alla carica ed attende i gialloneri con tutta l’intenzione di mostrare gli artigli.

I gialloneri trentini non dovranno quindi commettere l’errore di abbassare la guardia: servirà il Pressano tonico e tenace visto negli ultimi 2 mesi del 2018, per riprendere il filo del discorso da dove Giongo e compagni lo avevano lasciato, considerando anche che i prossimi due impegni opporranno i gialloneri alle prime due della classe, Bolzano e Cassano.

Al PalaSavena, tornato ad ospitare le gare del team bolognese, sarà quindi sfida aperta fra il giovane Bologna United ed un Pressano che deve cogliere la chance dei due punti con abilità e determinazione.

Fischio d’inizio della gara fissato alle ore 20.30, arbitrano i sig. Corioni e Falvo. La gara sarà trasmessa come da tradizione in live streaming sulla piattaforma federale PallamanoTV.

 

Pubblicità
Pubblicità

Lo sport in provincia

Tamburello Sabbionara: squadre e progetti per coltivare l’eccellenza

Pubblicato

-

Parli di tamburello ed il pensiero va subito a Sabbionara.

Un accostamento che la dice lunga sulla simbiosi fra sport, territorio ed eccellenza.

E proprio per questo motivo la presentazione delle squadre e dei programmi dell’ASDT Sabbionara avvenuta stamani all’interno dello splendido castello che domina la parte meridionale della Valle dell’Adige ha assunto dei significati che vanno ben oltre la materia sportiva.

Pubblicità
Pubblicità

Molte le autorità presenti: sul fronte sportivo la presidente Coni, Paola Mora; Edoardo Facchetti per la federazione nazionale tamburello e Monica Morandini per il comitato Trentino; sul piano istituzionale il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, la consigliera Mara Dalzocchio ed il sindaco di Avio, Federico Secchi con l’assessore comunale allo sport, Martina Cazzanelli.

“Siamo qui per dirvi grazie – ha esordito il presidente Fugatti portando anche il saluto dell’assessore allo sport, Roberto Failoni – perché ogni volta che affrontate una partita di livello nazionale portate in alto i colori del Trentino. Ma vi ringraziamo inoltre per l’impegno di tutta la società e di tanti appassionati e volontari nel portare avanti una tradizione che sa parlare anche ai giovani”.

Il presidente della società, Loris Fumanelli, assieme al direttore sportivo, Maurizio Manica, hanno presentato infatti la squadra di serie A allenata da Andrea Fiorini (ne fanno parte il capitano Roberto Bonando, Andrea Beluardo, Nicola Zandonà, Tommaso Merighi, Mirko Cont e Marco Ferrera) ma al tempo stesso la formazione di serie C che “per scelta, sarà composta da giocatori del paese”, nonché i programmi dedicati ai giovanissimi.

“È una splendida società – ha commentato il sindaco Secchi – entrata nel cuore di tutti, non solo per meriti sportivi ma anche per aver organizzato importanti manifestazioni. L’aver mantenuto all’interno del proprio nome anche quello del paese in cui è nata, è un ulteriore prova dell’attaccamento al territorio, alla comunità, alle proprie radici, e di questo vi siamo grati“.

Di radici e tradizioni ha parlato anche il presidente della Provincia al quale i vertici della società hanno voluto fare un regalo speciale: una maglia modello 1975, anno di nascita della Sabbionara Tamburello.

L’incontro si è concluso con una visita guidata al Castello (“la sentinella del Trentino” come l’hanno definito in molti stamani) a cura di Alessandro Armani del FAI che ha ricordato come questo suggestivo ed imponente complesso storico appartenga prima di tutto alla comunità, che è invitata ad apprezzare e conoscerne le bellezze.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lo sport in provincia

Buscaglia: «Ci aspetta una partita ad alto ritmo: Trieste non è più una sorpresa»

Pubblicato

-

Domenica alle 18.00 scende al BLM Group Arena la squadra di Trieste. In arrivo quindi un altro spareggio all’ultimo canestro per gli uomini di Buscaglia che sono appaiati a Trieste in classifica a 22 punti insieme a Cantù.

Un vittoria di Trento vorrebbe dire sorpasso contro una diretta concorrente per il Play Off

«Trieste si è rivelata una neopromossa capace di sorprendere: hanno un gruppo di giocatori di livello, – spiega il coach trentino Buscaglia –  un coach che lo allena bene e una struttura societaria importante, ecco perché in ogni caso la sorpresa è relativa. Sono contento, personalmente, che una realtà di questo tipo, con il pubblico e il palazzetto che ha, abbia fatto questo percorso. L’Alma gioca una pallacanestro corale di coraggio e attitudine che la rende difficile da leggere, anche perché spesso trova protagonisti e risorse nei giocatori che partono dalla panchina. Ci servirà un grande sforzo collettivo, in cui mettere in campo la nostra intensità cercando allo stesso tempo di giocare con alto ritmo e condivisione del pallone in attacco. Questa è una sfida contro una diretta rivale per i playoff, la posta in palio è alta anche grazie alle ultime vittorie che abbiamo ottenuto: stiamo bene, siamo usciti con due punti dal campo di Brescia e vogliamo provare a strapparne altri due contro un’altra pretendente alla post-season».

PubblicitàPubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lo sport in provincia

Basket serie D: Il Trento perde lo scontro diretto, vince ancora il Gardolo

Pubblicato

-

I Piani respingono l’assalto del Cus Trento vincendo lo scontro diretto tra squadre di vertice in trasferta.

Predominio pressoché assoluto per la squadra di coach Fiorani a parte il pareggio iniziale di 8 a 8 ed ukl 36 a 38 nella terza frazione.

Per il resto la squadra bolzanina ha controllato la partita spinta da Bonavida, Cravedi e Trentini che hanno realizzato tutti 11 punti.

PubblicitàPubblicità

In doppia cifra anche D’Alessandro; positive le 7 triple realizzate.

La sconfitta della Virtus Riva a Gardolo, riporta i rivani al quinto posto con due punti da recuperare sul Villafranca che ha pescato il bonus a Merano.

Una vittoria scontata che vale il ritorno al quarto posto solitario.

Delle formazioni altoatesine a non scendere in campo è stata l’Europa Bolzano in quanto la partita con lo Junior Basket Rovereto è stata posticipata al 2 maggio.

Il turno si chiude con la vittoria del Gs Riva 2018 nell’incontro casalingo che lo vedeva opposto a Pergine Audace. Anche in questo caso una partita a senso unico, a parte l’ultimo quarto che è stato in equilibrio a giochi ormai fatti.

RISULTATI: GS Riva 2018 – Pergine Audace 85 – 48. Europa Bolzano – Junior Basket Rovereto rinviata al 2 maggio. Cus Trento – Piani Bolzano 51 – 62. Charly Merano – Psg Villafranca 40 – 84, Gardolo – Virtus Alto Garda 82 – 48.

CLASSIFICA: Piani Bolzano 34. BC Gardolo 32. Cus Trento 30. Psg Villafranca 24. Virtus Alto Garda 22. Gs Riva 2018 16. Junior Basket Rovereto 14. Pergine Audace 10. Europa Bolzano 8. Charly Merano -1.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza