Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Che successo la terza edizione di “Natale in tutti i sensi”

Pubblicato

-

A pochi giorni dalla chiusura delle casette di legno, e dopo oltre un mese di lavoro intenso per curare ogni minimo dettaglio, non può che essere positivo il bilancio della manifestazione “Natale in tutti i sensi”, proposta curata dall’associazione “Idee di Fondo” che ha richiamato in cima alla Val di Non una marea di persone.

Non solo turisti, ma anche tanti residenti che, incuriositi da una formula rinnovata, non sono voluti mancare ai tanti appuntamenti che hanno animato il centro di Fondo durante le festività.

A far registrare il boom di presenze è stato il weekend conclusivo, in concomitanza con la 46a  edizione de “La Ciaspolada”, tanto che l’organizzazione ha deciso all’ultimo di aggiungere un’ulteriore giornata di apertura, inizialmente non prevista, domenica 6 gennaio.

Pubblicità
Pubblicità

La presentazione della corsa con le ciaspole del venerdì, seguita dalla sfilata degli atleti e dallo spettacolo pirotecnico, ha visto il picco di affluenza.

“Natale in tutti i sensi” non è il solito mercatino natalizio e a fare la differenza è stato il contorno denso di fascino, in grado di emozionare: il borgo noneso si è trasformato infatti in un villaggio-mercato dall’atmosfera intima e delicata, dove gustare i sapori tipici del luogo e sentire nell’aria i profumi della tradizione natalizia.

Ma anche toccare con mano le realizzazioni degli artigiani locali, ascoltare le canzoni di Natale, ammirare il borgo in una veste unica. Un evento da godersi con tutti e cinque i sensi.

Particolarmente apprezzati dai visitatori sono stati gli show cooking e le degustazioni di birra, ma anche i giri sui pony o in carrozza, il presepe vivente e i vari concerti.

Non può che tracciare un bilancio positivo e dirsi soddisfatto dell’afflusso di persone il presidente dell’associazione “Idee di Fondo”, nonché assessore al commercio e al turismo di Fondo, Roberto Graziadei. “Quella che si è appena conclusa è stata sicuramente l’edizione migliore di “Natale in tutti i sensi”. Si è potuto notare un interesse crescente e anche i riscontri avuti da parte degli espositori ci appagano dell’importante lavoro svolto – dichiara Graziadei –. Credo che abbia giocato un ruolo fondamentale il coinvolgimento delle strutture ricettive. Abbiamo già delle nuove idee in cantiere per la prossima edizione, i numeri dimostrano che siamo sulla strada giusta”.

L’apertura straordinaria all’Epifania è stata anche l’occasione per offrire il pranzo a tutti gli espositori e raccogliere da parte loro considerazioni e suggerimenti per migliorare ulteriormente la proposta.

In tre anni siamo cresciuti parecchio e stiamo diventando un punto di riferimento – continua il presidente dell’associazione commercianti –. In questa edizione abbiamo lavorato molto sulla promozione e i frutti si vedono, per il futuro terremo in considerazione anche ulteriori collaborazioni. Quest’anno, poi, ci sarà il rinnovo delle cariche all’interno della nostra associazione: lasciamo in eredità un’attività importante da portare avanti”.

Anche il sindaco di Fondo, Daniele Graziadei, si dice entusiasta di questa edizione di “Natale in tutti i sensi”. “Come amministrazione comunale non possiamo che essere contenti dei risultati ottenuti. Quest’anno, soprattutto, siamo soddisfatti della presenza massiccia da parte dei turisti, oltre che dei valligiani – spiega il sindaco –. Era nel nostro programma lanciare qualcosa di nuovo, anche se il supporto dell’amministrazione è principalmente organizzativo”.

Andrea Widmann, vicepresidente dell’Apt Val di Non, ci tiene infine a ringraziare tutti coloro che si sono spesi per la riuscita dell’iniziativa: “Con piacere abbiamo riscontrato una buona affluenza e vogliamo esprimere la nostra gratitudine ai commercianti di “Idee di Fondo”, agli espositori e ai numerosi volontari che hanno contribuito all’organizzazione. Manifestazioni come questa caratterizzano il nostro territorio e offrono un importante servizio per i turisti che scelgono la nostra valle”.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Nuovo stemma di Ville d’Anaunia: vince l’architetto Francesca Dallago. Facinelli: «Ora imposteremo la soluzione definitiva»

Pubblicato

-

Il Consiglio comunale di Ville d’Anaunia ha preso atto dell’esito della fase partecipata per l’individuazione dei nuovi stemma, gonfalone e marchio ufficiali della realtà amministrativa nata a inizio 2016. In occasione della votazione – avvenuta nell’ultima seduta – quattro sono stati i voti di astensione (gruppi Dinamica, Insieme verso il futuro e Ora). (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Cles: open day alla scuola dell’Infanzia Provinciale “Casa del Sole”

Pubblicato

-

Scuola aperta martedì prossimo, 29 gennaio, dalle 16.30 alle 18.00 a Cles, in Via Dallafior, 36. (altro…)

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Abusivismo commerciale: a Cles pizzicati due «Travellers» irlandesi a vendere utensili senza autorizzazione

Pubblicato

-

La Guardia di Finanza di Cles (TN), durante un servizio di controllo del territorio nella zona della Val di Non, ha fermato due cittadini di origine irlandese di circa trent’anni mentre erano intenti a vendere senza licenza, con il sistema del “porta a porta”, dei mobiletti porta utensili con attrezzature da officine meccaniche del valore complessivo di circa 8.400 euro, sequestrando la merce ed elevando una pesante sanzione amministrativa per abusivismo commerciale e violazione della normativa provinciale sulla vendita ambulante.

I Finanzieri sono stati allertati dai colleghi dell’Arma dei Carabinieri locale, i quali avevano ricevuto una segnalazione da un commerciante del posto circa la presenza di due individui stranieri che giravano nei dintorni di Cles proponendo in vendita merce per officine meccaniche.

Subito è scattato il coordinamento tra Arma e Fiamme Gialle e una pattuglia del Nucleo Mobile della Tenenza della Guardia di Finanza di Cles è riuscita a intercettare i due soggetti segnalati; dal controllo i due si sono rivelati essere cittadini irlandesi appartenenti al gruppo sociale dei cosiddetti “travellers” o “pavee” (in italiano “viaggiatori”), una popolazione originaria dell’Irlanda che tradizionalmente svolge una vita nomade, i cui componenti, per lo più, svolgono l’attività di fabbri, venditori ambulanti, commercianti di cavalli e di merci usate di ogni genere.

PubblicitàPubblicità

Alcuni “travellers” in trasferta dall’Irlanda in Italia si erano fatti notare un paio di anni fa nel Nord Italia e anche in Trentino (in particolare nelle Giudicarie e in val di Fassa) per le cosiddette “truffe dell’asfalto”, dove alcuni soggetti con forte accento inglese proponevano a privati e imprenditori di asfaltare a prezzi particolarmente convenienti i piazzali privati con bitume avanzato da altri lavori edili, in realtà inesistenti, salvo poi chiedere più denaro del pattuito e consegnare, quando svolti, lavori di scarsa qualità.

Dopo i dovuti approfondimenti, nessuno dei due cittadini irlandesi è stato in grado di esibire la prevista autorizzazione al commercio ambulante prevista dalla Legge Provinciale 17/2010; a nulla sono valsi i tentativi dei due di dichiarare di non comprendere la lingua italiana, parlando perfino in tedesco: i militari delle Fiamme Gialle intervenuti si sono rivolti ai due sia in inglese che in tedesco, non lasciando “scampo” agli ambulanti abusivi.

Complessivamente, i Finanzieri hanno sequestrato sei mobiletti porta utensili, comprensivi di novecento “pezzi” di attrezzatura per officine meccaniche, per un valore totale di € 8.394,00 euro, contestando la violazione alla normativa provinciale sul commercio che prevede, per il venditore abusivo privo di regolare licenza, una sanzione amministrativa massima di 9.000,00 euro che, se pagata entro sessanta giorni, si riduce a 3.000,00 euro.

Il servizio conferma, da un lato, l’ottimo coordinamento tra Forze di Polizia a livello provinciale per la copertura del controllo del territorio e, dall’altro, l’impegno delle Fiamme Gialle a tutela degli operatori regolari operanti sul territorio provinciale per scongiurare la concorrenza sleale da parte di soggetti abusivi.

In particolare, il Nucleo Mobile della Tenenza della Guardia di Finanza di Cles (TN) ha concluso un ciclo operativo nel 2018 che ha condotto alla scoperta nelle valli di Non e di Sole di cinque gommisti che esercitavano senza le previste autorizzazioni e specializzazioni, il sequestro di materiale abusivamente posto in commercio per un valore di oltre ventimila euro, che si aggiunge agli oltre dieci chili di sigarette e alcool venduti senza licenza e ai diciassette lavoratori in nero scovati durante il piano regionale si contrasto al lavoro irregolare.

CHI SONO I TRAVELLERS IRLANDESI ? Gli Irish Travellers sono un popolo piuttosto misterioso che vive principalmente in Gran Bretagna, spesso ai margini delle grandi città, abituato a muoversi sempre, ma particolarmente chiuso in se stesso. Hanno ottenuto il riconoscimento come etnia.

È un popolo nomade apparentemente senza radici, ma molto unito, con un senso di appartenenza che ha superato i secoli senza cambiare di molto le proprie abitudini.

Pare che non chiedano elemosina, né rubino. Si sostengono con il commercio dei cavalli che ha un altissimo valore simbolico. Fino a qualche decennio fa i cavalli rappresentavano per loro libertà e movimento e la fiera di Appleby, in Cumbria, è un modo per tenere vivo il commercio e la tradizione.

La campagna inglese, ogni prima settimana di giugno, viene invasa da queste persone che ancora indossano gli abiti di nonni e bisnonni, viaggiano con bizzarre carrozze al seguito, vivono tra di loro e portano avanti la loro storia senza farsi troppo influenzare dal resto del mondo.

Sotto una foto di alcuni Travellers

 

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza