Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Tenta il suicidio, salvato dai Carabinieri di Molina di Fiemme

Pubblicato

-

I Carabinieri della Stazione di Molina di Fiemme, nel pomeriggio di ieri hanno scongiurato un suicidio annunciato da parte di un 61enne residente in zona.

L’uomo a causa del suo delicato stato psicologico telefonava al numero unico 112 annunciando che era sua volontà suicidarsi gettandosi nel fiume Avisio.

Pubblicità
Pubblicità

La chiamata veniva immediatamente transitata dall’operatore del NUE alla centrale operativa di questo Comando Compagnia che immediatamente allertava le pattuglie presenti in Val di Fiemme.

PubblicitàPubblicità

Proprio la pattuglia di Molina di Fiemme, subito attivata e grazie anche alla conoscenza diretta del soggetto, lo localizzava poco dopo in località Predaia, mentre si stava dirigendo verso un ponte che sovrasta il fiume.

I militari  riuscivano a tranquillizzare l’uomo in evidente stato confusionale, convincendolo a desistere dall’intento autolesivo ed a ricorrere alle cure mediche necessarie, accompagnandolo presso l’ospedale di Cavalese ove è stato ricoverato.

Pubblicità
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Scatta domani a Canazei la Val di Fassa Running 500 partecipanti, 49,3 km, 2863 metri di dislivello

Pubblicato

-

Scatta domattina alle 9,30 dal centro di Canazei la ventunesima edizione della Val di Fassa Running, la corsa podistica a tappe più partecipata d’Italia che anche quest’anno prevede la presenza di 500 runner provenienti da tutta Italia, ma pure da alcune nazioni straniere.

Complessivamente i partecipanti nel corso di 5 tappe, da domenica 23 giugno a venerdì 27 giugno, affronteranno 49,3 km con un dislivello complessivo di 2863 metri, dei quali oltre 1000 metri sono previsti per il tappone finale con partenza a Moena e arrivo all’Alpe di Lusia.

Pubblicità
Pubblicità

E’ dunque tutto pronto per un’edizione particolarmente partecipata, ma che vedrà alcuni protagonisti di assoluto livello tecnico.

PubblicitàPubblicità

Su tutti il vincitore dell’edizione 2017, ovvero il runner classe 1993 del Burundi Celestin Nihorimbere, che proverà a inserire il proprio nome nell’albo d’oro della competizione per la seconda volta.

Assieme a lui, hanno già confermato la propria presenza anche Simone Peyracchia, terzo nel 2018, e anche l’atleta di casa Massimo Leonardi, più volte sul podio alla Val di Fassa Running.

Nel ruolo di outsider anche l’italo marocchino Khalid Ghallab del Gruppo Città di Genova, già presente nelle precedenti edizioni. A dare spettacolo nella gara in rosa, invece, ci penserà su tutte la campionessa in carica Addisalem Tegegn. L’etiope, classe 1995, s’impose dodici mesi fa ed è stata la prima donna di colore a riuscire a vincere in terra fassana.

Quest’anno proverà a ripetersi, ma la concorrenza non mancherà: tra le sfidanti più accreditate ci sarà la genovese Viviana Rudasso che vinse la gara fassana nel 2011, quindi la pluridecorata Ana Nanu, regina dell’albo d’oro femminile della Val di Fassa Running con ben sei successi (l’ultimo datato 2015) e recente vincitrice della Tourlaghi.

Oltre a lei, però, sarà al via anche Eliana Patelli, grande novità di questa edizione ed atleta di indubbio valore, più volte sul podio nelle half marathon e tre volte vincitrice alla Marcialonga Running. Per la Patelli si tratterà dunque di un ritorno in terra fassana, pronta a lanciarsi in una nuova sfida.

Novità dell’ultima ora riguarda un importante spazio televisivo dedicato al tappone di venerdì su Rai Sport, che nei giorni seguenti la competizione dedicherà uno speciale di 30 minuti. La seconda tappa di lunedì si svolgerà con partenza e arrivo a Vigo di Fassa, quindi martedì sera con partenza alle ore 21 la suggestiva frazione in notturna ideata lo scorso anno per celebrare il ventennale a Pozza di Fassa.

Mercoledì riposo e spazio ai piccolini con la Mini Val di Fassa Running, Giovedì tappa a Soraga e venerdì il tappone finale da Moena all’Alpe di Lusia.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Un motociclista investe tre ciclisti, quattro feriti uno grave

Pubblicato

-

Quattro feriti di 47, 49, 52, e 59 anni, 3 di loro ricoverati in codice rosso all’ospedale di Cavalese, uno invece trasportato con l’elisoccorso al santa Chiara in gravi condizioni. 

È questo il drammatico bilancio di un’incidente avvenuto poco prima delle 14.30 in val di Fiemme, 500 metri circa dopo la rotatoria di Tesero.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine intervenute sul luogo della carambola, un motociclista ha investito tre ciclisti, facendoli rovinare a terra. Saranno come sempre le forze dell’ordine a chiarire la dinamica dello scontro che è ancora tutta da valutare. Sul posto insieme agli agenti della polizia locale, sono arrivate quattro ambulanze, un’auto sanitaria e l’elicottero di Trentino Emergenza con a bordo l’équipe di rianimazione.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Positivi alle analisi tossicologiche dopo gli incidenti. Denunciati due automobilisti Cembrani

Pubblicato

-

In quest’ultimo periodo le strade della Val di Cembra sono state interessate da due distinti incidenti stradali con feriti, riguardo ai quali, a seguito di specifici approfondimenti condotti dai Carabinieri di Cembra Lisignago, è stato possibile accertare come i conducenti dei mezzi coinvolti si fossero messi alla guida in stato d’ebrezza alcolica.

Nel primo episodio che si era registrato la sera del 18 maggio in Val di Cembra, il conducente di un autocarro perdeva inspiegabilmente il controllo del mezzo ribaltandosi sulla carreggiata.

Pubblicità
Pubblicità

Lo stesso veniva poi elitrasportato presso l’ospedale S. Chiara di Trento per le cure del caso.

PubblicitàPubblicità

A seguito del sinistro, i Carabinieri di Cembra-Lisignago richiedevano ai Sanitari di Trento di effettuare specifiche analisi tossicologiche il cui esito dava riscontri particolarmente positivi poiché il tasso alcolico è risultato essere di ben di 5 volte quello consentito dalla legge.

Sempre da accertamenti sviluppati dai Carabinieri di Cembra Lisignago a seguito ad un altro movimentato episodio registrato il 29 maggio che ha visto un giovane Cembrano perdere il controllo del mezzo ed andare a collidere su altra autovetture, i responsi degli accertamenti alcolemici hanno anche in quest’occasione evidenziato come il conducente si era messo alla guida con un tasso superiore a quello consentito.

In entrambi i casi trattati dall’Arma Cembrana, i due conducenti risultati positivi agli accertamenti sanitari, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 186 del Cds.

In ordine a questi ultimi episodi, la Compagnia Carabinieri di Cavalese attraverso le sue articolazioni, intensificherà la proiezione de servizi esterni al fine di prevenire questi pericolosi comportamenti che per sola fortuna, non hanno portato a più gravi conseguenze sia per i conducenti che per le autovetture in transito.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza