Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

GS Valsugana, la talentuosa Anna Vernarelli si presenta: «L’obiettivo è migliorarmi sempre»

Pubblicato

-

Anna Vernarelli al momento della firma del contratto con il presidente del GS Valsugana Mauro Andreatta (a sinistra) e il ds Mattia Gasperini (a destra)

Anna Vernarelli, classe 2001, è il volto e il nome nuovo del Gruppo Sportivo Valsugana, che ha deciso di puntare forte sulla giovane atleta proveniente dall’Atletica Ravenna per la prossima stagione.

Specialista dei 200 (PB 24″87) e dei 400 metri piani (PB 58″17), dove attualmente si trova al 12esimo posto in Italia nelle graduatorie di categoria, Anna Vernarelli approda al GS Valsugana al passaggio dalla categoria Allievi a quella Juniores come titolare dei 200m, 400m e componente della staffetta 4x400m.

Ma com’è nata la sua passione per l’atletica? È la stessa campioncina del GS Valsugana a ricordare i suoi esordi.

PubblicitàPubblicità

Mi sono avvicinata al mondo dell’atletica in seconda media con la partecipazione alle gare studentesche. Oggi mi alleno cinque volte in settimana con i miei allenatori Sokol Shepetja e Pouye Babacar. Ma nel limite del possibile cercherò di recarmi qui ad allenarmi col GS Valsugana”.

In questi giorni hai avuto modo di conoscere l’ambiente valsuganotto. Che impressione hai avuto?

Mi sono trovata subito molto bene con i compagni velocisti e anche con l’allenatore Giorgio Bertotti. Spero che la prossima stagione sia ricca di risultati”.

Quella che si è da poco conclusa è stata un’annata intensa per te, con tanti appuntamenti che ti hanno vista protagonista.

Sì, è stata una stagione impegnativa e interessante. Ho partecipato subito ai Campionati italiani indoor ad Ancona, poi al Brixia Meeting, ai Campionati outdoor a Rieti e infine, con grande sorpresa, al Golden Gala di Roma, allo stadio Olimpico”.

Per quanto riguarda la stagione ormai alle porte, invece, quali sono i tuoi obiettivi e le tue aspettative?

Ho già il minimo per gli Italiani, per cui l’obiettivo è quello di arrivare in finale e di riuscire a migliorarmi sempre, sia nei 200 metri sia, da quest’anno, nei 400 metri”.

Pubblicità
Pubblicità

Lo sport in provincia

«Yes We Camp»: 4° edizione da record

Pubblicato

-

Giugno è tradizionalmente il mese in cui finisce la scuola, e, per molte famiglie, si presenta il “problema” di far trascorrere le giornate ai propri figli, avendo entrambi i genitori problemi di lavoro, e non sapendo a chi affidare la propria prole.

Nel periodo estivo sono parecchie le associazioni che si occupano di essere da collante tra le famiglie ed i ragazzi, offrendo una varietà di proposte sportive.

Ma, per chi volesse continuare a praticare lo sport nazional/popolare, vale a dire il gioco del pallone, da quattro anni a questa parte può farlo, partecipando al campo estivo, “Yes We Camp”, organizzato dall’Associazione SportivaLove Soccer”, che tradotto letteralmente significa “Amo il Calcio.”

PubblicitàPubblicità

Yes We Camp, è una iniziativa calcistica ludico ricreativa e formativa per ragazzi e ragazze dai 6 ai 14 anni, giunta alla quarta edizione.

L’iniziativa, nasce nel veronese, ma per volontà del suo ideatore e fondatore Giordy Gasparini, si è espansa nel territorio trentino, nello specifico, in vallalagarina.

Da quest’anno, oltre a Mori, si è aggiunta la sede di Borgo Sacco, quartiere del comune di Rovereto.

Alla fine di una intensa giornata d’allenamento, abbiamo sentito l’ideatore di Yes We Camp Giordy Gasparini.

Vogliamo fare il punto di questa edizione, targata 2019?

«Yes We Camp, quest’anno si svolge in quattro località, due a Verona, due in trentino, precisamente a Mori, e da questa edizione, si è aggiunta l’altrettanto splendida location di Borgo Sacco, quartiere della città della Quercia. 250 partecipanti distribuiti sulle quattro località»

Giordy, come fondatore di Love Soccer, ti sei dato una sorta di mission ?

«Lo scopo della nostra associazione è quello di far trascorrere ai ragazzi al termine della scuola tre settimane in serenità giocando a calcio e praticando lo sport preferito. In un clima sereno, controllato e di divertimento».

Qui, i ragazzi praticano solo calcio, o è loro proposto altre attività sportive ?

«Ogni Camp, segue un programma giornaliero frutto di uno studio condiviso con altri allenatori, il programma prevede due allenamenti giornalieri sul campo, contornato da un ricco programma dedicato al tempo libero, questo varia da giorno a giorno, attività collaterali sono il nuoto, il tennis tavolo, il calcio balilla, ed il bingo».

Vi piacerebbe espandervi ancora più a nord ?

«Sicuramente con la nostra passione ed il nostro lavoro sappiamo di andare incontro a molte famiglie che hanno la necessità di far trascorrere ai propri figli delle settimane al termine della scuola, ed in effetti ci stanno arrivando molte richieste, quindi l’intenzione è di far crescere ed espandere il progetto».

Puoi dirci da chi è composto il tuo staff tecnico ?

«Lo staff è composto da allenatori con patentino Uefa B, e vengono affiancati in ogni località da animatori in grado di coinvolgere i ragazzi a 360 gradi. Vorrei spendere una parola per il Capo Allenatori, che è Renato Marangoni, lui è un allenatore con patentino UEFA B, che ha allenato per molti anni l’ Hellas Verona, conosciuto ed apprezzato anche in trentino, per aver guidato e vinto il campionato Juniores Elite qualche anno fa con l’Alense, e lavora nei Camp del Real Madrid in Italia, dunque una figura di rilievo e di esempio per i nostri ragazzi».

Ci sono delle novità per chi partecipa ai vostri Camp ?

«La novità principale è rappresentata da Bazuka goal abbiamo stipulato un accordo con questa azienda che produce delle porte da calcio assolutamente innovative in quanto sono trasportabili, leggere sicure, si aprono velocemente, ma sono soprattutto antinfortunistiche in modo da salvaguardare salute ed integrità fisica dei ragazzi. E’ in corso di svolgimento il secondo turno, ma ci sono ancora possibilità di iscriversi per il terzo turno».

Chi volesse farlo, cosa deve fare ?

«Abbiamo un sito internet che è www.yeswecamp.it l’iscrizione si può fare direttamente on-line. Sul sito troverete tutte le info, come il programma della giornata, il menù del catering, le info su cosa portare, sugli orari, ma vi rimando al sito che è estremamente esaustivo. Chi volesse, può contattare il numero 375 5439987, o mandare una email a nfo@yeswecamp.it

Da quest’anno avete adottato un motto per far capire cosa ai ragazzi ?

«Il motto è chi si diverte vince sempre ed è diventato il nostro slogan ed è stampato sui nostri volantini ed iniziative. I ragazzi devono capire che la vittoria non è lo scopo principale nel praticare una qualsiasi disciplina sportiva».

a cura di Salvatore Mercurio.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Lo sport in provincia

Online la 5° puntata di «Atletica Magazine»: quasi pronta la struttura indoor di Trento

Pubblicato

-

È online su G.S. Valsugana Channel la quinta puntata di «Atletica magazine» lo spazio riservato all’atletica leggera del Trentino.

Al centro dell’attenzione in questa puntata la struttura indoor di via Maccani in costruzione che procede spedita verso l’inaugurazione.

Per capire a che punto siamo abbiamo intervistato l’assessore dello sport del comune di Trento Tiziano Uez, il presidente della Fidal Fulvio Viesi, il progettista Giuliano Franzoi,  e il responsabile dei lavoro Stefano Ravelli 

Pubblicità
Pubblicità

Con l’arrivo della bella stagione sono partite le gare su pista.

Con le nostri telecamere abbiamo seguito i campionati regionali a squadre vinti dalla compagine femminile del GS.Valsugana, che poi ha staccato il biglietto per la finale Oro nella gara di Udine.

Finale Oro prevista questo week end a Firenze e seguita dal primo all’ultimo minuto da Channel Valsugana

Poi le nostre telecamere sono andate sulla pista del campo Cova Postal di Trento per i campionati provinciali giovanili devastati dal maltempo.

Come si avvicinano all’atletica i giovani di oggi? quali sono i loro punti di riferimento e obiettivi? lo abbiamo chiesto ai giovani del G.S. Valsugana. 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lo sport in provincia

Pressano, devi vincere! Tutti al Palavis: c’è Gara-2 con Conversano

Pubblicato

-

Win or go home. Vincere oppure salutare la stagione 2018/2019.

Una Pallamano Pressano CR Lavis con le spalle al muro si gioca tutto o quasi in una serata.

Sconfitta malamente a Conversano sabato in Gara-1, la squadra trentina arriva a giocare fra le mura amiche del Palavis Gara-2 con l’obbligo di vittoria per portare la serie sull’1-1 e giocarsi tutto nella “bella” eventualmente sabato sempre al Palavis.

PubblicitàPubblicità

Una situazione non facile per i gialloneri capitanati da Alessio Giongo che devono riscattarsi sotto ogni aspetto ed avranno tutte le carte in regola per farlo, partendo dal fattore campo.

Alle 20.30 le “spalle al muro” giallonere sanno tuttavia di potersi appoggiare sul muro di calore del catino giallonero che per questa formidabile semifinale ormai da giorni va verso il tutto esaurito.

Una spinta unanime per trascinare i gialloneri che cercano risposte sul campo e soprattutto cercano quella brillantezza di gioco che in stagione aveva permesso di giocarsela più che alla pari proprio con l’avversario pugliese.

Sarà un grande mix di emozioni e pensieri: partendo dalla netta vittoria di novembre contro Conversano al Palavis, fin troppo lontano per farne un paragone, per finire con l’evitare i tantissimi errori tecnici e mentali commessi in terra di Puglia.

Dovrà essere un coro di riscatto, dal campo agli spalti, un’onda giallonera: con la convinzione che Pressano può e deve vincere, pur affrontando una squadra di qualità.

Ridurre all’osso gli errori, difendere da Pressano ed attaccare con precisione: tre ingredienti per assicurarsi Gara-3 nel mezzo di uno slalom di ostacoli ed emozioni che il Palavis, più che mai in questa occasione, saprà regalare al foltissimo pubblico.

L’ex di turno Adriano Di Maggio – ormai trentino da 9 anni – non ci sta a chiudere anzitempo una stagione ricca di possibilità:”Arriviamo all’appuntamento di Gara-2 con le spalle al muro – commenta l’ala mancina di origini pugliesi – ma sappiamo di poter sfruttare tanti fattori a nostro favore per prevalere. In Gara-1 abbiamo commesso tanti errori ed abbiamo esaltato le grandi qualità del Conversano: dovremo tenere d’occhio soprattutto questo aspetto e reagire sotto ogni punto di vista. Il secondo posto in Regular Season ci ha dato la possibilità di sfruttare il fattore campo e noi dovremo essere capaci di giocarci tutto sul nostro campo dove un grande pubblico per quella che a tutti gli effetti è la partita dell’anno.

La semifinale scatterà alle ore 20.30 sul parquet del Palavis tirato a lucido per l’evento di cartello della stagione: live streaming sulla piattaforma Pallamano TV e sulla pagina Facebook Ufficiale della Pallamano Pressano. Dirigono l’incontro i giovani fischietti Carrino e Pellegrino.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza