Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Inizia male il 2019 per il Trento sconfitto nel finale a Cartigliano

Pubblicato

-

Inizia con una sconfitta il 2019 del Trento, che a Cartiglianofa” la partita, sfiora il vantaggio ma viene piegato per 1 a 0 dalla compagine di casa.

Decide la rete a dieci minuti dalla fine di Bizzotto.

I gialloblù restano fermi a quota 13 in classifica.

PubblicitàPubblicità

Domenica prossima si torna al “Briamasco”: l’avversario di turno sarà il Sandonà.

Live match – Mister Luciano De Paola si affida ancora al “3-4-3”: davanti a Barosi la linea difensiva è formata da Carella, Panariello e Sabato con Furlan e Trevisan in mediana, Romagna e Mureno a presidiare le corsie esterne. In avanti Cristofoli guida il tridente con Petrilli e Roveretto a supporto.

Tra le fila di casa assente il grande ex Kelvin Appiah, ai box per un problema muscolare, mentre l’ultimo arrivato Bizzotto si accomoda in panchina.

Il match stenta a decollare con le due formazioni attente soprattutto a non scoprirsi: si battaglia nella zona nevralgica del campo e per la prima azione degna di nota bisogna attendere il minuto 17, quando una palla vagante in area vicentina non viene raccolta da alcun attaccante trentino.

La replica del Cartigliano arriva un minuto dopo con la conclusione di Di Gennaro che termina alta sopra la traversa.

Le emozioni scarseggiano: al 34′ Stocco si ritrova il pallone in area e calcia, ma il suo tiro viene respinto dalla difesa e, quattro minuti dopo, il Trento protesta per un tocco con il braccio in area locale di Bragagnolo, che respinge così la girata di Cristofoli. L’arbitro lascia proseguire.

La ripresa si apre con il Trento assai intraprendente: Cristofoli viene triplicato dalla retroguardia di casa al momento di battere a rete e il Cartigliano si salva.

Mister De Paola prova a donare nuovo vigore alla squadra sostituendo capitan Furlan con Frulla e al 63’ arriva un’altra occasione aquilotta: Cristofoli lavora bene di sponda per Petrilli che si accentra e calcia dai venti metri con la sfera che si accomoda a lato del palo alla sinistra di Pellanda.

La pressione degli ospiti è senza soluzione di continuità, un giro di lancette d’orologio più tardi Cristofoli raccoglie il preciso assist di Mureno e chiama Pellanda al miracolo.

Nel momento di massimo sforzo offensivo del Trento, i padroni di casa inseriscono sul terreno di gioco forze fresche e all’80’ passano: traversone dalla destra di Di Gennaro per Bizzotto che, tutto solo sul secondo palo, tocca in rete nonostante il tentativo d’intervento ad opera di Barosi.

De Paola getta nella mischia Paoli e Baronio per tentare il tutto per tutto, il Cartigliano si barrica nella propria metà campo e non concede più alcuno spazio, costringendo il Trento a iniziare l’anno nuovo con una sconfitta.

Il tabellino.

CARTIGLIANO – AC TRENTO 1-0
CARTIGLIANO (4-4-2): Pellanda; Parise (31’st Bizzotto), Bragagnolo, Faresin, Mazzon; Pasinato (31’st Bellossi), Murataj, Stocco, Michelon; Mattioli (43’st Pellizzer), Di Gennaro (45’st Cecconello).
A disposizione: Bortignon, Marchese, Ronzani, Moretto, Paiolo.
Allenatore: Alessandro Ferronato.
AC TRENTO (3-4-3): Barosi; Carella, Panariello, Sabato; Romagna, Trevisan (40’st Paoli), Furlan (16’st Frulla), Mureno; Roveretto (8’st Bertaso), Cristofoli, Petrilli (26’st Bosio).
A disposizione: Guadagnin, Badjan, Zucchini, Ferraglia.
Allenatore: Luciano De Paola.
ARBITRO: Molinaroli di Piacenza (Bentivegna e Bennici di Agrigento).
RETE: 35’st Bizzotto (C).
NOTE: campo in discrete condizioni. Spettatori 200 circa. Pomeriggio soleggiato. Ammoniti Furlan (T), Trevisan (T) e Frulla (T) per gioco falloso. Calci d’angolo 8 a 4 per il Trento. Recupero 0′ + 5′.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Andrea Baldi è il nuovo preparatore atletico della Dolomiti Energia Trentino

Pubblicato

-

Andrea Baldi è il nuovo preparatore atletico della Dolomiti Energia Basket Trentino.

Piombinese classe 1970, nelle ultime due stagioni ha ricoperto il ruolo di preparatore atletico della FIAT Torino in Serie A.

Baldi ha avuto un passato da atleta che lo ha portato a vincere alcuni titoli nazionali giovanili nel salto in lungo e salto triplo: dopo le esperienze da preparatore nell’atletica leggera e nella pallavolo passa al basket, dove rapidamente entra a far parte degli staff delle Nazionali giovanili e delle Azzurre.

PubblicitàPubblicità

Dopo la lunga esperienza al Basket Golfo Piombino, nelle ultime due stagioni il grande salto nella massima serie.

Un grande grazie e i migliori auguri per il proseguo della carriera da parte di tutto il club bianconero a Christian Verona, che da preparatore atletico dei bianconeri dal 2012 ha vissuto sei stagioni (di cui le ultime quattro consecutive) aiutando la squadra a raggiungere i grandi risultati degli ultimi anni.

NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Andrea è un professionista preparato, reduce da una buona esperienza in Serie A a Torino e che sono sicuro ci darà una grande mano nel lavoro di staff. Allo stesso tempo abbiamo apprezzato il suo lato caratteriale e il suo modo di porsi, è una persona piacevole e sono contento di dargli il benvenuto a Trento».

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Aaron Craft resta alla Dolomiti Energia Trentino

Pubblicato

-

Aaron Craft sarà il playmaker della Dolomiti Energia Basket Trentino anche nella stagione 2019-20.

L’esterno classe ‘91, leggenda di Ohio State University, aprirà in agosto la sua terza avventura a Trento: dopo la finale raggiunta nel 2017 e il grande ritorno nell’autunno 2018 che ha aperto la risalita dei bianconeri verso la quinta partecipazione consecutiva ai playoff, Man of Steal occuperà di nuovo la cabina di regia della squadra di cui e rapidamente diventato uno dei volti più rappresentativi grazie alla sua intensità e alla sua leadership.

Un metro e 88 centimetri per 88 chilogrammi, in 78 apparizioni con la maglia della Dolomiti Energia fra campionato ed EuroCup Aaron ha prodotto 10.9 punti, 4.4 rimbalzi, 4.8 assist e 2.2 recuperi, ed ha realizzato le migliori performance di sempre nella storia dell’Aquila per passaggi smarcanti distribuiti (13nella rocambolesca vittoria europea sullo Zenit dello scorso novembre) e per palloni rubati (7, in gara-1 dei quarti di finale 2019 contro Venezia).

PubblicitàPubblicità

Premiato come Miglior Difensore dell’Anno agli LBA Awards 2019, la lega francese, Craft in carriera dopo gli anni a Ohio State University ha vestito le maglie anche dei Santa Cruz Warriors (campione D-League e miglior difensore dell’anno nel 2015), Szolnoki Olaj, AS Monaco (coppa di Francia e miglior difensore dell’anno nel 2018) e Buducnost.

NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Sono davvero molto contento: Aaron è un giocatore di qualità, con le sue caratteristiche tecniche e umane sono convinto che continuerà a rappresentare un valore aggiunto fondamentale per la squadra e per il club. Oltre ad essere un eccellente giocatore di pallacanestro, la sua grande leadership e la sua professionalità lo hanno rendono un simbolo importante di Trento per l’ambiente, i tifosi e la città, quindi sono particolarmente felice della sua permanenza in maglia Aquila Basket».

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

“Due passi in rifugio” insieme a SAT, le associazioni No Profit e Luca Lechthaler

Pubblicato

-

Due passi in rifugio”. È questo il titolo della camminata organizzata da AquiLab insieme alle associazioni del progetto Dolomiti Energia for No Profit e con la collaborazione della SAT: si partira dalla piazza di San Rocco oggi, martedì 18 giugno, alle ore 19.00 e da lì si raggiungerà il rifugio Bindesi “P. Prati” attraverso il “Sentiero degli Aquiloni”.

Il percorso per arrivare ai 611 metri del rifugio SAT piu basso del Trentino e accessibile a tutti: la camminata sara l’occasione per chiudere la stagione sportiva 2018-19 di Aquila Basket Trento insieme alle associazioni del progetto no profit e ai tanti affezionati ai colori bianconeri.

A fare “i 2 passi in rifugio” ci sara anche Luca Lechthaler, grande appassionato di montagna e idolo dei tifosi trentini.

PubblicitàPubblicità

Ai “Bindesi”, grazie alla generosa collaborazione dei gestori dello storico rifugio, ci sara la possibilità di fare un piccolo rinfresco e due chiacchiere prima di fare ritorno a casa (o tornando a San Rocco o scendendo verso la grotta di Villazzano) alle ore 21.

L’idea e quella di fare “due passi” per migliorare tutti insieme il nostro stile di vita, facendo una breve camminata di un’oretta che si puo fare benissimo alla sera anche in giornate infrasettimanali.

Alla partenza, ciascun partecipante ricevera un t shirt omaggio grazie al sostegno all’iniziativa di La Sportiva, l’azienda trentina leader nel mondo delle calzature per la montagna e partner per l’outdoor della Dolomiti Ènergia Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza