Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Valsugana: i Carabinieri arrestano due persone per spaccio

Pubblicato

-

I militari della Compagnia Carabinieri di Borgo Valsugana, impegnati in servizi coordinati del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, hanno arrestato due persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I militari seguivano da tempo un sospetto via vai di persone, non solo giovani, nei pressi delle vie centrali perginesi, della stazione ferroviaria e del vicino parco.

Durante la notte i carabinieri hanno deciso di fermare un’autovettura su cui avevano notato alcune persone pregiudicate.

Pubblicità
Pubblicità

All’alt, ai militari non sfuggiva uno stato d’animo ansioso dei due occupanti, S.A. 45enne italiano e E.B.M. 20enne marocchino.

Fatti scendere dal mezzo, venivano sottoposti a perquisizione personale e veicolare e, celati all’interno della macchina, venivano rinvenuti circa 3 etti di hashish, suddivisi in altrettanti panetti.

Nessuno dei due sapeva spiegare ai militari la presenza della sostanza stupefacente e nemmeno sapevano spiegare il rinvenimento di un ulteriore etto di hashish già suddiviso in dosi pronte allo spaccio, rinvenuto durante le successive perquisizioni domiciliari.

Pubblicità
Pubblicità

Pertanto, la sostanza stupefacente veniva sequestrata ed i due, accompagnati in caserma, venivano dichiarati in stato di arresto e trattenuti presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo, previsto per la mattinata odierna.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Le celebrazioni per Luigi Negrelli a 150 anni dalla progettazione del Canale di Suez

Pubblicato

-

Ricorre nel 2019 il 150° anniversario dell’apertura del Canale di Suez, che avvenne il 17 novembre del 1869.

Progettato da Luigi Negrelli, il Canale, che unisce il Mediterraneo al Mar Rosso, è divenuta un’arteria centrale e strategica nel sistema-mondo, un fulcro di passaggio di rotte commerciali e flussi di traffico.

Per celebrare l’evento e la figura di Negrelli, la Comunità di Primiero e il Comune di Primiero S. Martino di Castrozza hanno organizzato una serie di iniziative presentate oggi alla stampa dall’assessore provinciale alla cultura Mirko Bisesti, dal presidente della Comunità di Primiero, Roberto Pradel e dall’assessore alla cultura del Comune di Primiero San Martino di Castrozza, Francesca Franceschi.

Pubblicità
Pubblicità

“La figura dell’ingegner Luigi Negrelli – ha detto l’assessore Bisesti – deve far parte della conoscenza collettiva e soprattutto deve diventare stimolo ed esempio per le future generazioni. Grazie alle iniziative messe in campo e soprattutto a due strumenti – video e pubblicazione – abbiamo la possibilità di raccontare la storia di una persona straordinaria, nata in un piccolo paese di montagna, ma capace di progettare una delle opere strategiche del Novecento“.

“La Comunità di Primiero ed il Comune di Primiero San Martino di Castrozza – ha spiegato il presidente Pradel – si sono uniti nel ragionare sul cosa fare e da subito è stato deciso di delineare Luigi Negrelli come figura non solo primierotta ma patrimonio di tutti. La giornata delle celebrazioni, in programma il 23 novembre, è un insieme di tante attività messe in campo grazie al contributo di molte realtà tra le quali la Provincia, la Regione, l’Università di Trento, l’ordine degli ingegnere e degli architetti. L’obiettivo è quello di diffondere e valorizzare il suo operato”.

In occasione della celebrazione dell’evento, peraltro oggetto di iniziative analoghe a valenza internazionale in Europa, ma anche in Egitto – con la partecipazione di una delegazione trentina – la Comunità di Primiero intende promuovere una serie di eventi per onorare l’opera e l’illustre concittadino, la cui figura rappresenta ancora oggi un esempio di impegno profuso per l’abbattimento delle barriere fisiche e culturali.

Le iniziative a Primiero – Sabato 23 novembre 2019 si svolgerà a Fiera di Primiero il convegno dedicato al 4° Premio Internazionale Luigi Negrelli. Dalle ore 9.00 presso il Palazzo delle Miniere apertura del convegno “Il SOGNO DI NEGRELLI” con l’incontro sulla Mobilità sostenibile e connessioni del terzo millennio nei territori alpini, riservato a numero chiuso per docenti e professionisti. Dalle ore 14 Inaugurazione del nuovo Giardino LUIGI NEGRELLI a Fiera di Primiero e proseguimento del convegno “Il SOGNO DI NEGRELLI” all’Auditorium intercomunale dalle ore 15.00, appuntamenti liberi aperti a tutti gli interessati.

Pubblicità
Pubblicità

Premio Negrelli – Per la 4^ edizione del Premio Negrelli verrà indetto un concorso di idee riguardante la mobilità sostenibile. Il bando sarà reso disponibile e pubblicato sul sito della Comunità, in italiano e in lingua tedesca, dal prossimo 20 Novembre. L’annuncio ufficiale avverrà durante il convegno in programma sabato 23 Novembre.

Pubblicità
Pubblicità

Negrelli e le scuole – Per tutti gli Istituti scolatici trentini sarà disponibile da novembre una pubblicazione divulgativa (scaricabile anche online) che racconta la vita e le opere di Luigi Negrelli. Commissionata dal Comune di Primiero San Martino di Castrozza e pubblicata dalla Regione Trentino Alto Adige – Südtirol, risulterà essere uno strumento adatto ai vari ordini di scuola che saranno invitati ad approfondire la figura e le opere dell’ingegnere in occasione delle celebrazioni previste in autunno. (gz)

Per altre informazioni sulla vita di Luigi Negrelli: www.negrelli.primiero.tn.it

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Borgo: lite tra fratelli, 53 enne accoltellato

Pubblicato

-

nella foto Teddy Cipriani l'aggressore che da ieri sera è in carcere per tentato omicidio

Le forze dell’ordine e i soccorsi sono stati allertati poco prima delle 17.00 di oggi pomeriggio per una lite in centro a Borgo Valsugana.

Due fratelli dopo una feroce lite sarebbero passati alle vie di fatto.

Il più giovane, Teddy Cipriani di 50 anni (nella foto) ha atteso il fratello Fulvio Cipriani di 53 anni sotto casa colpendolo con un fendente al collo. 

Pubblicità
Pubblicità

È il giaccone dell’uomo che probabilmente gli ha salvato la vita.

Il colpo inferto dal coltello da caccia, con lama di 10 cm., prima di piantarsi dentro la carotide è stato infatti attutito dal colletto del pesante giaccone che indossava l’uomo.

L’uomo è stato subito trasportato all’ospedale di Borgo in codice rosso, sarebbe grave ma non in pericolo di vita.

Apprese le prime notizie dalla vittime, i Carabinieri in pochi minuti, rintracciavano l’autore, che stava rientrando a casa, portandolo in caserma.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo la prima rapida ma precisa ricostruzione, lo dichiaravano in stato di arresto per tentato omicidio. I motivi dell’irragionevole gesto sono riconducibili a vecchi e perduranti contrasti familiari. Al termine delle operazioni di rito, l’uomo è stato condotto presso il carcere di Trento, a disposizione dell’autorità giudiziaria per tentato omicidio.

Pubblicità
Pubblicità

Nel paese tutti conoscono le frequenti litigate dei due fratelli che perdurano da anni.

In particolare il più giovane dei fratelli era conosciuto come persona violenta e rissosa.

Oltre un anno fa il maggiore dei due fratelli, Fulvio laureato in teologia, aveva denunciato il fratello per maltrattamenti nei suoi confronti e alla fine aveva ottenuto un ammonimento da parte della Questura di Trento.

Per l’ammonimento Teddy aveva perso la patente, con conseguenze molto pesanti per la sua attività di camionista. Forse questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Investito da un tronco a Castel Tesino: boscaiolo elitrasportato al Santa Chiara

Pubblicato

-

Un boscaiolo trentino si è ferito questa mattina mentre stava tagliando delle piante al limitare del bosco in località Mulini di Ronco Cainari, frazione di Castel Tesino.

Il ragazzo era solo e secondo le prime ricostruzioni è stato investito da un tronco che gli ha procurato dei traumi agli arti inferiori. È stato lui stesso a dare l’allarme verso le 8.45.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha portato sul posto il Tecnico di Elisoccorso con l’equipe medica.

Pubblicità
Pubblicità

In una seconda rotazione l’elicottero ha trasferito sul luogo dell’incidente anche due operatori della Stazione Caoria del Soccorso Alpino per dare supporto all’equipe dell’elisoccorso nelle operazioni di recupero.

Dopo le prime cure mediche, il giovane è stato posto sull’asse spinale e, tramite delle manovre di corda, è stato trasportato a piedi lungo un prato ripido e ghiacciato fino all’elicottero, atterrato poco sotto.

È stato quindi trasferito all’ospedale Santa Chiara di Trento. Sul posto anche i Vigili del Fuoco.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza