Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Incendio sulla Rocchetta per ora sotto controllo. Pronto ad intervenire anche un Canadair

Pubblicato

-

E’ ricominciato alle prime luci del giorno il lavoro del Nucleo Elicotteri del Corpo permanente dei Vigili del Fuoco di Trento, oggi impegnato con due elicotteri, per spegnere il fuoco che ancora arde sulla “Rocchetta”, la montagna che sovrasta Riva del Garda in direzione della Valle di Ledro.

Se la grande incognita rimane il vento, in grado di dare energia all’incendio, attualmente la situazione appare comunque sotto controllo, anche se rimangono attivi alcuni focolai verso cima Giochello.

I due elicotteri hanno già fatto decine di “rotazioni” per attingere l’acqua dal lago di Ledro e scaricarla sui punti ancora colpiti dalle fiamme.

PubblicitàPubblicità

Ogni carico, per ogni elicottero, è di circa mille litri di acqua e ogni “rotazione” dura pochi minuti.

Grazie al lavoro dei piloti e del personale di supporto si possono quindi scaricare migliaia di litri di acqua sulle zone interessate dalle fiamme.

Il lavoro proseguirà per tutto il pomeriggio.

L’area di intervento è particolarmente difficile da raggiungere per il personale appiedato e complessa per chi voglia operare con efficacia da terra.

Per questo si è scelto di avvalersi dell’ausilio degli elicotteri.

Visto l’evolversi della situazione non è previsto al momento l’ipotizzato intervento del Canadair, che eventualmente, in caso di peggioramento della situazione, potrebbe intervenire prossimamente.

In zona stanno operando anche i Vigili del Fuoco volontari di Molina di Ledro.

Come riportato nel precedente articolo l’innesco, posto in 5 punti diversi, è di origine dolosa e, come riferisce il comandante dei vigili del fuoco di Molina Angelo Maroni, sono in corso indagini per identificare una persona avvistata in zona nel tardo pomeriggio di mercoledì 2 gennaio.

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Esce di strada e finisce sul muretto

Pubblicato

-

Singolare incidente oggi poco dopo mezzogiorno a Ceniga in via al Ponte.

Un’autovettura per cause ancora imprecisate è uscita di strada finendo sopra ad un muretto.

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che hanno dovuto riportare il mezzo sulla carreggiata. Non ci sono feriti. 

PubblicitàPubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Riva del Garda: tre interventi dei vigili del fuoco nella giornata di ieri

Pubblicato

-

Ripetuti interventi ieri per i vigili dei fuoco di Riva.

Alle tre del mattino sono accorsi a San Giacomo per un incendio in un’abitazione.

Sono stati fatti intervenire nove uomini e due autobotti, ma in realtà una volta giunti sul posto si è capito che si trattava di poca cosa: un principio d’incendio ad un bidone del ristorante del quartiere.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo i primi accertamenti dei Carabinieri della compagnia di Riva la causa riguarderebbe un mozzicone di sigaretta non spento.

L’intervento è terminato dopo un’ora.

Ieri mattina verso le 8.30 sono intervenuti in via Ballino per mettere in sicurezza un lungo tratto di strada a causa di un mezzo agricolo che aveva perso olio durante il percorso.

Questa volta sono stati mobilitati cinque vigili del fuoco e tre veicoli per cospargere l’asfalto di oleoassorbente. La durata complessiva è stata di due ore.

Pochi minuti più tardi un’imbarcazione si è rovesciata fra Malcesine e Limone. Per fortuna si è trattato di una segnalazione errata.

I vigili del fuoco venivano infatti allertati per un soccorso urgente sul lago per persona in difficoltà con un natante scuffiato nella zona compresa tra Limone e Malcesine.

Subito gli operatori partivano con il gommone in dotazione con 3 Vigili della squadra nautica dei vigili del fuoco Riva del Garda mentre da Trento si alzava in volo l’elisoccorso con i sommozzatori.

Sul posto inoltre era pronto alla partenza un secondo equipaggio.

Fortunatamente questo intervento si è risolto con un falso allarme.

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Arco, liti fra ragazzi: due finiscono all’ospedale

Pubblicato

-

Serate molto movimentare questo weekend ad Arco.

La moltitudine di eventi, feste e appuntamenti musicali ha portato alcuni giovani ad eccedere nel consumo di bevande alcoliche.

Tra venerdì e sabato intorno alle due di notte un ragazzo è stato ricoverato in codice giallo a causa di una lite.

Pubblicità
Pubblicità

Mentre nella notte fra sabato e domenica un trentenne è finito in codice rosso dopo un’altra lite.

In entrambi i casi si tratterebbe di liti scoppiate fra ragazzi e non di vere e proprie risse.

In tutti e due gli episodi sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Riva del Garda. Per il momento nessuno ha presentato denuncia.

Per i due ricoverati le condizioni non sono gravi.

Se la “sono cavata” con otto giorni di prognosi.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza