Connect with us
Pubblicità

Trento

«La mia odissea con L’acufene»: la storia di Marco uscito dall’incubo grazie al cannabidiolo

Pubblicato

-

Lui si chiama Marco, ha 39 anni, ed abita in Valsugana

Purtroppo soffre di acufene.

L’acufene è un disturbo uditivo costituito da rumori come fischi, ronzii, fruscii, pulsazioni, che l’orecchio percepisce come fastidiosi a tal punto da influire sulla qualità della vita del soggetto che ne è affetto.

Pubblicità
Pubblicità

L’acufene non è classificabile come una malattia, ma è una condizione che può derivare da una vasta pluralità di cause.

Tra di esse si possono includere: danni neurologici (ad esempio dovuti a sclerosi multipla), infezioni dell’orecchio, stress ossidativo, stress emotivo, presenza di corpi estranei nell’orecchio, allergie nasali che impediscono (o inducono) il drenaggio dei fluidi, accumulo di cerume e l’esposizione a suoni di elevato volume.

Per Marco tutto inizia nel gennaio 2018: «Dopo una normalissima giornata di lavoro hanno cominciato a fischiarmi le orecchie».

Pubblicità
Pubblicità

Il giorno seguente si reca subito dal suo medico di base il quale gli prescrive degli aerosol da fare.

Ma la cosa non funziona per niente, dopo due giorni Marco tenta nuovamente di ricontattare il suo medico ma trova il sostituto che del suo problema non sapeva  nulla.

Intanto per il povero Marco dormire diventa solo un sogno, la patologia infatti peggiora.

«Spaesato e stanco,  – spiega Marco – perché non dormivo più a causa del fischio, mi sono rivolto alla guardia medica che mi ha fatto andare al pronto soccorso con impegnativa per una visita dall’otorino. Lì mi hanno diagnosticato un acufene bilaterale; mi hanno fatto entrare per una breve visita dove sono stato trattato malissimo e la prima frase che mi è stata detta e che non scorderò mai è stata: “Ma lei cosa ci fa qua, non le sanguinano mica le orecchie”».

Le cose peggiorano ancora più velocemente. Per lui cominciarono attacchi di panico sempre più frequenti, insonnia, difficoltà nel ragionare anche sulle cose più semplici, difficoltà nel relazionarsi con gli altri. Un vero incubo.

«Non ero neanche più in grado di giocare con i miei figli di 3 e 5 anni. Stavo entrando in un baratro dove sentivo solo il mio fischio. Stavo malissimo e in due mesi ho perso 20 kg!»ricorda Marco

Finalmente arriva la prima visita dall’otorino al Santa Chiara dove a Marco vengono prescritte delle vitamine, alcune bustine per dormire e una cura cortisonica.

Purtroppo la speranza di migliorare svanisce quasi subito. La cura non ha nessun giovamento per Marco, che a questo punto spaesato si affida all’ospedale di Rovereto.

Anche li però prescrivono un’altra serie di vitamine, bustine per dormire, cura cortisonica più pesante, uno psicofarmaco e una serie di esami. Insomma, sembra tutto uguale al santa Chiara.

Purtroppo dopo alcune settimane il responso degli esami fu tragico: Tutti gli esami diedero esito negativo, quindi le cure si erano rivelate non efficaci e la malattia non solo persisteva ma era anche peggiorata.

«Ricontattai l’Ospedale di Rovereto preso da una crisi di panico e mi risposero di aumentare gli psicofarmaci e io mi sentivo sempre più risucchiare dal mio fischio,  – aggiunge Marco – ormai erano da 3 mesi che ero in malattia e gli psicofarmaci cominciavano a darmi pesanti effetti collaterali: vomito, mal di stomaco, mal di fegato e spasmi muscolari… ero allo stremo. Abbandonato a me stesso e non sapendo più dove sbattere la testa mia moglie cominciò a guardare su internet cure e rimedi per la mia malattia e scoprì il CBD, sostanza che si trova nella cannabis light che si può assumere in forma di olio, tisane o vaporizzandola».

Marco a questo punto preso dalla disperazione prova ad assumerla in forma di olio, eliminando tutto il resto.

Ebbene, nel giro di pochi giorni la sua vita ricomincia in tutti i sensi.

Già, perché ritorna anche al suo lavoro di commerciante.

«Trovando giovamento dal CBD andai dal mio medico di base spiegandogli tutto ma mi propose una cura pesantissima di oppiacei. Gli ribadii che ero riuscito ad avere dei giovamenti con una sostanza naturale che non volevo più curarmi con questi tipi di farmaci e mi rispose che non me lo avrebbe mai prescritto perché in Trentino è ammesso solo per cancro o sclerosi multipla». – Ci racconta Marco.

Chiariamo subito che Marco non è guarito dall’Acufene, ma ora è in grado di convivere bene con la sua patologia e di aver uno stile di vita migliore.

La storia di Marco termina con un appello: «Vorrei che tutte le persone con patologie croniche come la mia trovassero giovamento ai loro problemi restando nella legalità. Tutti insieme possiamo cambiare le cose facendo la differenza. Rivolgo un appello anche all’azienda sanitaria perché si impegni su questo fronte»

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza