Connect with us
Pubblicità

Trento

Natale, il messaggio augurale del vescovo Lauro: “Dio nasce in periferia. Gesù dona la forza di reagire al male”

Pubblicato

-

“A Dio basta la periferia per andare nel mondo e la vita passa dalla periferia esistenziale di tanti uomini e donne che non  si arrendono al male, scelgono di uscire da sé e farsi carico degli altri. In Gesù, l’unico confine è il volto del’altro. E io acquisto una libertà infinita”.

È questo un passaggio del video messaggio che il vescovo di Trento Lauro Tisi ha lanciato a tutta la comunità trentina.

Oggi, lunedì 24 dicembredopo avere dedicato l’intera giornata a confessare i fedeli nella basilica di Santa Maria Maggiore a Trento, larcivescovo Lauro Tisi alle ore 19.00 celebrerà anche quest’anno la S. Messa della vigilia di Natale nella Casa circondariale di Spini di Gardolo, per portare personalmente il messaggio natalizio a tutte le persone detenute, alle forze di polizia penitenziaria e ai responsabili della struttura. Ad accompagnarlo il cappellano del carcere don Mauro Angeli a due giorni dai gravi disordini seguiti all’ennesimo suicidio in cella.  

PubblicitàPubblicità

“Vorrei dire loro – anticipa monsingor Tisi – che la Chiesa di Trento vuol  essere vicina in maniera concreta alla loro sofferenza. A cominciare dal giovane prete che vi lavora, ma anche con i volontari Caritas, vogliamo manifestare concretamente la vicinanza a loro e al loro disagio. Vado per ricordare che Natale è la notizia che il dolore e gli sbagli non sono mai l’ultima parola. L’uomo non è mai finito, mai sconfitto. Mi porto dentro la grande sofferenza per il detenuto che si è tolto la vita, perché è inimmaginabile il dolore che ha attraversato lui e ora attraversa la sua famiglia”.

Alle ore 23.00, sempre della vigilia, don Lauro presiederà la Messa natalizia nella chiesa parrocchiale di Castelnuovo.

Martedì 25, solennità del Natale, al mattino alle ore 10.00 l’Arcivescovo celebra in Duomo il pontificale solenne e nel pomeriggio alle ore 18.00, sempre in cattedrale, presiede la preghiera dei Vespri.

Mercoledì 26 alle ore 10.30 guida a Revò (Val di Non) la s. Messa per la festa patronale di Santo Stefano e i 500 anni dalla costruzione della chiesa parrocchiale.  

Giovedì 27 dicembre si rinnova in cattedrale il mandato ai “cantori della stella”. Sono almeno trecento i bambini e ragazzi (provenienti da gruppi di catechesi parrocchiale, scout e oratori) iscritti all’evento diocesano. Il ritrovo è alle ore 14.30 in piazza Duomo. Alle 15.00 inizierà la celebrazione in cattedrale con l’arcivescovo Lauro.  Vestiti da pastori o magi, con coloratissimi abiti auto-costruiti, i “cantori” riceveranno il mandato per andare nelle case a piccoli gruppi, preceduti dalla stella, e portare un messaggio natalizio di pace e serenità.L’iniziativa ha anche una finalità solidale: nelle loro visite i “cantori” raccolgono, infatti, offerte che vengono poi destinate all’infanzia missionaria.

Non vi sarà la tradizionale s. Messa di mezzanotte nell’atrio della stazione ferroviaria: da quest’anno viene infatti proposta la s. Messa, sempre a mezzanotte, nella vicina Basilica di San Lorenzo: luogo altrettanto simbolico per la sua centralità rispetto alla stessa stazione ferroviaria e a quella delle autocorriere e di fronte a piazza Dante.    

Pubblicità
Pubblicità

Trento

«PuliAmo il Quartiere»: domani i residenti dei Solteri in strada contro degrado e indifferenza

Pubblicato

-

In strada a pulire le vie di Centochiavi anche i residenti dei Solteri.

L’appuntamento è per domani pomeriggio alle 14,30 in Via Lunelli dove in base al numero dei partecipanti, saranno costituite le squadre di pulizia che si divideranno sul territorio.

La coincidenza col “pomeriggio degli acquisti” dovrebbe garantire una buona cassa di risonanza ad un’iniziativa che vuole essere prima di tutto di sensibilizzazione e poi educativa per il problema dei rifiuti abbandonati.

PubblicitàPubblicità

“PuliAmo il Quartiere” è organizzato da Trepuntozero, il gruppo dei residenti molto attento e presente nella programmazione di riqualificazione del quartiere.

L’iniziativa rimarcherà anche due importanti richieste.

La prima è quella di richiedere un maggior controllo per la pulizia degli spazi privati sopratutto aiuole e piazzali che fanno riferimento ad attività commerciali che sono aree decisamente critiche nella realtà del quartiere.

La seconda è per una riorganizzazione della raccolta delle immondizie differenziate, in particolar modo gli imballaggi leggeri, che nelle giornate ventose finiscono per essere sparpagliati per le vie del quartiere.

L’auspicio è quello di una maggiore attenzione per la salvaguardia del Rio Malvasia nel tratto scoperto col quale attraversa Centochiavi: troppo spesso si trasforma in un punto di raccolta delle immondizie abbandonate. “ PuliAmo il Quartiere” si concluderà con una merenda riservata a tutti i partecipanti

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Domani contro il degrado «PuliAmo Canova»

Pubblicato

-

Domani i residenti di Canova scenderanno in strada per pulire il loro rione e lo faranno in due occasioni.

Il primo appuntamento è per le ore 10.00 quando saranno gli abitanti di Via Giarette a dedicarsi alla pulizia di una strada secondaria che però è riuscita lo stesso ad essere aggredita dal degrado.

Nel pomeriggio a partire dalle ore 14.oo, l’operazione “ PuliAmo Canova” interesserà tutto il quartiere.

Pubblicità
Pubblicità

L’appello che il Comitato organizzatore lancia è quello che aderisca all’iniziativa il maggior numero di persone possibile.

L’obiettivo è quello di migliorare il senso civico dei residenti sensibilizzandoli alla necessità di un maggiore rispetto dell’ambiente.

Troppi i rifiuti di ogni genere abbandonati praticamente ovunque che denotano anche una diffusa maleducazione.

Il Comitato “ PuliAmo Canova” è nato tre anni fa come gruppo spontaneo di cittadini che ha sentito il bisogno di intervenire in prima persona nella salvaguardia del quartiere nel quale abitano.

“L’unica ricetta, visto il degrado ambientale di certi luoghi sarebbe insegnare concretamente il senso civico fin dalla più tenera età e in ambito scolastico, visto che la classe genitoriale sembra del tutto incapace di trasmettere (o di posseder anch’essa) certi valori di rispetto fondamentali per una buona convivenza sociale e per ridurre il disastroso inquinamento presente attualmente in ogni angolo del pianeta”.

Due le associazioni che contribuiranno attivamente alla doppio attività di domani: per quella della mattina l’associazione “ I ragazzi per l’unità”, mentre al pomeriggio scenderà in strada il gruppo G.A P. (Gruppo Ambiente Pulito) di Anfass Trentino.

I partecipanti dovranno presentarsi muniti di un paio di guanti, mentre tutto il resto dell’attrezzatura sarà fornito da Dolomiti Ambiente. Al termine della manifestazione cioè verso le 17.00 sarà merenda per tutti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Dialogo strategico tra turismo e agricoltura: incontro di Asat con gli assessori Giulia Zanotelli e Roberto Failoni

Pubblicato

-

Un incontro congiunto per discutere di turismo, di agricoltura e delle strategie per migliorare il dialogo tra questi due mondi così importanti per l’economia trentina: è questo l’intento con il quale la giunta Asat (Associazione Albergatori ed Imprese Turistiche della provincia di Trento) ha invitato ieri a Palazzo Stella a Trento l’assessore all’agricoltura, foreste, caccia e pesca Giulia Zanotelli e l’assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni della provincia autonoma di Trento.

Il presidente di Asat Battaiola, dopo aver dato il benvenuto ai due assessori, ha velocemente ricordato quanto fatto dall’associazione su queste tematiche negli ultimi anni: dalla Casetta dei Sapori – iniziativa dei Giovani Albergatori del Trentino – al progetto Sapori in Albergo, realizzato in collaborazione con Astro e Melinda, per arrivare al più recente Progetto del Gusto, che è stato illustrato dal vice direttore Davide Cardella e dal responsabile del gruppo di lavoro Mauro Nardelli, che punta ad una valorizzazione e ad una migliore promozione del turismo enogastronomico e del turismo slow.

Gli assessori hanno ascoltato con estremo interesse la presentazione del progetto e le sollecitazioni provenienti dai diversi componenti della giunta Asat che hanno via via sottolineato quanto fatto di buono in tutti questi anni, ma anche le criticità che tuttora persistono e che ostacolano una maggiore diffusione delle produzioni agroalimentari trentine nelle strutture ricettive e ristorative della nostra provincia.

PubblicitàPubblicità

L’assessore Zanotelli ha voluto innanzitutto sottolineare l’ottima collaborazione esistente su queste tematiche tra i due assessorati, anticipando alcune delle linee che stanno alla base degli interventi che si pensa di mettere in campo: rivisitazione del Marchio di Qualità e dei relativi disciplinari, azioni per rafforzare la cultura del consumare “trentino” ed altri interventi per sostenere l’economia di montagna in un’ottica di sostenibilità e circolarità.

Il presidente Battaiola ha colto l’occasione per sottolineare l’importanza di lavorare assieme su alcuni aspetti quali la reperibilità e la distribuzione dei prodotti trentini nonché sulla qualità e sui prezzi degli stessi se si vuole aumentarne la diffusione e l’utilizzo da parte delle aziende del territorio.

La riunione si è chiusa con l’impegno di ritrovarsi per entrare nel dettaglio delle iniziative della giunta su questa materia, ma anche per riprendere le tematiche che sono state solo accennate dall’assessore Failoni in apertura dell’incontro, quali la riforma del sistema della promozione, la Trentino Guest Card e la mobilità.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Metti un Like alla pagina

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza