Connect with us
Pubblicità

Trento

Sport del Ghiaccio: Trentino e Fisg rinnovano la partnership

Pubblicato

-

Il Trentino sponsor della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio in tutti i settori di attività, la pista lunga, lo short track e ora anche il curling.

Baselga di Pinè per la pista lunga e Cembra per il curling sono le sedi dei Centri Tecnici Federali

Si rinnova e si rinforza la partnership fra il Trentino e la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio.

PubblicitàPubblicità

Grazie ad un nuovo accordo siglato con Trentino Marketing e APT Pinè Cembra la collaborazione, avviata nel 2008 per il solo settore della pista lunga, non solo è stata riconfermata per le prossime due stagioni agonistiche 2018-19 e 2019-20, ma è stata estesa anche a tutti i settori di attività federale che coinvolgono gli atleti azzurri: pattinaggio pista lunga, short track e ora anche curling.

La nuova partnership è stata illustrata oggi dall’Amministratore Unico di Trentino Marketing Maurizio Rossini e del Presidente FISG Andrea Gios, alla presenza dell’Assessore provinciale all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni, del Presidente dell’APT Pinè Cembra Luca De Carli e dei tre Tecnici della nazionale: Maurizio Marchetto per la Pista lunga, Assen Pandov per lo Short Track e Marco Mariani per il Curling.

In sala anche una nutrita rappresentanza di atleti delle tre discipline tra cui i trentini Andrea Giovannini per la pista lunga e Amos Mosaner per il curling e anche quattro medaglie olimpiche: l’argento di Pyeongchang Cecilia Maffei, gli “ori” di Torino 2006 Enrico Fabris, Matteo Anesi e Ippolito Sanfratello.

Pubblicità
Pubblicità

“Non parliamo più di sport minori, ha ricordato l’assessore provinciale Roberto Failoni, perché per il nostro territorio in particolare queste discipline stanno portando risultati eccellenti a livello nazionale e internazionale. Sport e Scuola insieme possono realmente offrire una risposta alle richieste di miglioramento della vita dei nostri giovani. Abbiamo atleti di grande spessore e a tutti loro auguriamo una bellissima stagione di successi.  “Domani, ha aggiunto ancora l’assessore Failoni, approveremo in Giunta la partecipazione del Trentino alle Olimpiadi del 2026, che propone Pinè per le discipline del ghiaccio, e renderemo noto anche l’impegno economico della Provincia di Trento a sostegno di questa candidatura e ribadire così l’attenzione che questa Giunta e il Presidente Fugatti hanno nei confronti dello sport.”

“Trentino e sport, ha quindi sottolineato il Presidente dell’Apt Pinè – Cembra Luca De Carli, sono un binomio fondamentale per l’immagine e per l’economia del territorio. Fin dal 2008 la Fisg ha stabilito un accordo quadro con il Trentino e con l’ambito Pinè Cembra che rappresenta la tradizione a livello nazionale e trentino degli sport del ghiaccio. Un mondo del ghiaccio e del pattinaggio che è insito nella storia dell’Altopiano e che sta regalando grandi soddisfazioni al territorio anche dal punto di vista turistico. La novità dell’accordo, il curling, coinvolgerà il principale polo italiano di questa nuova specialità.”

“Tre sono i punti di merito di questa nuova partnership, ha ricordato l’Amministratore unico di Trentino Marketing Maurizio Rossini: il Trentino sede degli allenamenti delle nazionali che accresce la credibilità di questa collaborazione. Attraverso questa presenza riusciamo anche a realizzare delle ottime immagini con gli atleti che diventano uno strumento a servizio della comunicazione e della promozione. Un secondo aspetto sono gli stessi atleti che portando il marchio del Trentino nel mondo diventano testimonial dei grandi valori dello sport e riferibili alla nostra terra. Il terzo fronte importante è quello di creare, in collaborazione con la Federazione italiana, alcuni appuntamenti in alcuni mercati per noi particolarmente significativi, come l’Olanda e i Paesi del Nord Europa o anche mercati più lontani, presentandoci con dei testimonial d’eccezione e comunicando un’immagine internazionale del Trentino.”

È poi intervenuto il presidente della Federazione Italiana Sport del ghiaccio Andrea Gios: “Il Trentino ha sempre espresso talenti in queste discipline, possiede una grande dotazione impiantistica e tanti bravi dirigenti insieme a quel patrimonio di volontari che per questa terra è molto importante e distintivo. Questo è un accordo molto importante. È vero non siamo uno sport minore e nell’ultima spedizione olimpica abbiamo ottenuto risultati importantissimi con 22 dei nostri 34 atleti presenti che si sono classificati entro i primi 6 posti. Significa che esiste una cultura sportiva che ci permette di raggiungere questi risultati ed il merito è certamente anche del Trentino“.

I tecnici federali presenti hanno poi focalizzato gli interventi sugli obiettivi di ciascun settore nella prossima stagione sottolineando come questa partnership offrirà agli atleti la possibilità di allenarsi in impianti di alto livello, ma anche di poter lavorare a progetti più mirati per i giovani.

Per l’intera durata della nuova partnership gli atleti della Federazione porteranno il logo “Trentino” sulle tute da gara, da allenamento e da riposo per le tre discipline ed inoltre sui mezzi della Federazione utilizzati per gli spostamenti oltre a tutti i materiali istituzionali.

Prevista anche la presenza in Trentino delle squadre azzurre dei tre settori per svolgere sedute di allenamento nel corso della stagione e per la preparazione estiva.
Da ricordare che il Trentino ospita già due Centri Tecnici Federali, quello della Pista Lunga a Baselga di Pinè presso la struttura dell’Ice Rink e uno del Curling a Cembra (TN).

E sono tutti di rilevante valore tecnico gli appuntamenti del calendario internazionale ISU in programma nella prossima stagione invernale in Italia, ma in particolare in Trentino:

PISTA LUNGA

Campionati Europei
Collalbo, 11-13 gennaio 2019
Finali di Coppa del Mondo Junior
Baselga di Piné, 9-10 febbraio 2019
Campionati Mondiali Junior
Baselga di Piné, 15-17 febbraio 2019
SHORT TRACK

Tappa di Coppa del Mondo
Torino, 9-11 febbraio 2019

GLI SPORT DEL GHIACCIO IN TRENTINO
La presenza di uno dei migliori impianti a livello internazionale, l’Ice Rink di Baselga di Pinè, già teatro dei Campionati del Mondo su pista lunga e in ripetute occasioni di gare di Coppa del Mondo, e l’argento olimpico a Pyeongchang nello Short Track a squadre della trentina di Pinzolo Cecilia Maffei, sono le punte di un movimento che per quanto riguarda gli sport del ghiaccio è largamente rappresentato sul territorio e che copre tutte e tre le specialità federali, pista lunga, short track e curling.

Queste discipline in Trentino coinvolgono oltre 300 atleti, con 6 squadre nel Pattinaggio Velocità/Short Track e 4 squadre (di cui 1 paralimpica) nel Curling.

Particolarmente significativa è la presenza nelle squadre azzurre di atleti trentini:
8 nella Pista lunga – Giovannini Andrea, Bosa David, Noemi Bonazza, Mirco Nenzi, Michele Malfatti, Francesco Betti, Alessio Trentini, Gloria Malfatti
4 nello Short Track – Arianna Siegel, Nicole Botter Gomez, Cecilia Maffei e Gloria Ioriatti
5 nel Curling – Amos Mosaner, Sebastiano Arman, Daniele Ferrazza, Andrea Pilzer, Joel Retornaz. Piccola curiosità, dei 5 componenti la nazionale olimpica (2018) del Curling 4 erano trentini.

Una presenza così numerosa si spiega con i brillanti risultati ottenuti dagli atleti di casa nelle competizioni della stagione 2017 – 2018 dove il Circolo Pattinatori Pinè, società che nel 2019 festeggia i 70 anni di fondazione, ha conquistato il titolo italiano a squadre mentre i pattinatori hanno conquistato 5 titoli assoluti su 6 in palio nella Pista lunga, 16 titoli su 18 in palio nella Pista lunga juniores e 2 titoli su 10 nello Short Track juniores.

Al di là dei risultati agonistici il valore degli sport del ghiaccio in provincia di Trento risulta particolarmente elevato per l’attività di formazione e avviamento allo sport svolta nelle scuole, sia nel mondo del pattinaggio velocità su ghiaccio presso il Centro federale di Baselga di Pinè che presso il Centro federale Curling di Cembra.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Attacco alla Voce, solidarietà dal M5S Alto Adige. Nicolini: “Dai quotidiani Cierre vero giornalismo d’inchiesta”

Pubblicato

-

Il messaggio di solidarietà alle redazioni de La Voce del Trentino e de La Voce di Bolzano per l’attacco violento dei vandali ai danni della redazione trentina dei quotidiani e le minacce continue all’indirizzo di direttore ed editore è arrivato oggi anche dai rappresentanti del MoVimento 5 Stelle Alto Adige/Suedtirol.

Piena solidarietà all’intera redazione del quotidiano online LaVocediBolzano.it/ LaVocedeltrentino.it ed alla sua direttrice Elisabetta Cardinali – afferma il MoVimento 5 Stelle locale in relazione al danneggiamento delle vetrate della sede del quotidiano – . Il giornalismo d’inchiesta, svolto con lo scopo di svelare le malefatte ed i veri intenti dietro gli slogan di facciata, è stato il lavoro svolto da Elisabetta e da tutte le giornaliste ed i giornalisti che collaborano con la testata“.

Siamo, forse, fin troppo abituati ad un giornalismo al servizio delle maggioranze politiche di turno ed abbiamo dimenticato l’essenza del giornalismo volto a sfidare le lobby al servizio della libera informazione. Il modo di raccontare i fatti e le notizie sulla “Voce di Bolzano” ha più volte permesso che emergessero affari poco trasparenti, pensiamo da ultimo al reportage con le crepe all’interno del S. Maurizio“.

PubblicitàPubblicità

Un’informazione di tal tipo è al servizio della collettività: se la vicenda connessa alla legge Ad Personam, fatta emergere dal MoVimento, oppure se la vera natura della maggioranza, volta a creare, ancora una volta, una divisione etnica in Alto Adige (realizzatasi attraverso il sostegno ad un emendamento di SF che ha permesso la cancellazione del toponimo Alto Adige), fosse emerso durante un’intervista o durante un’attività d’inchiesta, si sarebbe creata una migliore informazione e le minoranze politiche della nostra Provincia avrebbero potuto occuparsi di numerose proposte volte a migliorare realmente la vita delle cittadine e dei cittadini del nostro Alto Adige/Südtirol“.

Conclude il consigliere provinciale e regionale del MoVimento Diego Nicolini: “Ci affidiamo totalmente alle autorità competenti per la prova dei fatti e l’individuazione dei colpevoli di questo vile atto intimidatorio“.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Comune di Trento: martedì 29 ottobre all’asta biciclette e oggetti smarriti

Pubblicato

-

Martedì 29 ottobre alle 14 presso la tensostruttura di via Conci a Villazzano Tre è in programma la gara informale con il metodo del pubblico banditore a favore del migliore offerente, alla vendita di biciclette ed altri beni mobili depositati in qualità di oggetti rinvenuti e mai reclamati dal legittimo proprietario divenuti quindi di proprietà comunale.

I beni in vendita, il cui elenco completo è pubblicato sul sito del Comune, saranno visionabili il giorno della gara dalle 11 alle 13.45.

Le biciclette e gli altri oggetti verranno venduti con la clausola del “visto e piaciuto”, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano.

PubblicitàPubblicità

Il prezzo base di ciascun lotto è specificato nell’elenco di cui sopra. Le offerte in aumento sul prezzo base non potranno essere inferiori a 5 euro per i lotti relativi alle biciclette e a 1 euro per gli altri lotti.

Alla gara informale possono partecipare solo maggiorenni muniti di documento di riconoscimento e codice fiscale. Ciascun acquirente potrà aggiudicarsi al massimo cinque lotti.

Per informazioni è possibile contattare il servizio Beni comuni e gestione acquisti – ufficio Economato ( Giovanni Sartori n. tel. 0461/884335).

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Controlli mezzi di trasporto: contestate infrazioni per 5.598,80 euro

Pubblicato

-

Giovedì scorso si sono svolti presso i capannoni della Trentino Trasporti in via Innsbruck – i controlli nell’ambito del trasporto nazionale e internazionale di merci su gomma condotti dal Nucleo Autotrasporto della Polizia Locale di Trento unitamente a personale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Nove i veicoli controllati per un totale di dodici sanzioni.

Un’attività della polizia locale con la duplice finalità di migliorare la sicurezza in ambito stradale nell’ambito delle principali arterie del capoluogo e di reprimere la concorrenza sleale di quei vettori che, non rispettando le regole, finiscono con anteporsi agli autotrasportatori in regola della nostra provincia.

PubblicitàPubblicità

Durante i controlli sono stati impegnati 3 ingegneri della Direzione Compartimentale Nord Est del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti con qualifica di polizia stradale, 1 coordinatore di Polizia Locale, 4 operatori di Polizia Locale e in affiancamento il comandante della Polizia Locale di Fassa e 3 agenti della stessa.

12 le infrazioni contestate ai nove veicoli controllati per un totale di 5.598,80 euro.

7 sanzioni per dispositivi alterati o non funzionanti, una per emulatore ad blue, 2  per la circolazione con tachigrafo alterato perché oggetto di interventi tendenti a falsarne le registrazioni, uno per trasporto internazionale di merci con prove documentali non conformi.

Sono state ritirate 2 patenti, 2 carte di circolazione. Una di queste è stata sospesa per motivi di sicurezza

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza