Connect with us
Pubblicità

Trento

Sport del Ghiaccio: Trentino e Fisg rinnovano la partnership

Pubblicato

-

Il Trentino sponsor della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio in tutti i settori di attività, la pista lunga, lo short track e ora anche il curling.

Baselga di Pinè per la pista lunga e Cembra per il curling sono le sedi dei Centri Tecnici Federali

Si rinnova e si rinforza la partnership fra il Trentino e la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio.

Pubblicità
Pubblicità

Grazie ad un nuovo accordo siglato con Trentino Marketing e APT Pinè Cembra la collaborazione, avviata nel 2008 per il solo settore della pista lunga, non solo è stata riconfermata per le prossime due stagioni agonistiche 2018-19 e 2019-20, ma è stata estesa anche a tutti i settori di attività federale che coinvolgono gli atleti azzurri: pattinaggio pista lunga, short track e ora anche curling.

La nuova partnership è stata illustrata oggi dall’Amministratore Unico di Trentino Marketing Maurizio Rossini e del Presidente FISG Andrea Gios, alla presenza dell’Assessore provinciale all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni, del Presidente dell’APT Pinè Cembra Luca De Carli e dei tre Tecnici della nazionale: Maurizio Marchetto per la Pista lunga, Assen Pandov per lo Short Track e Marco Mariani per il Curling.

In sala anche una nutrita rappresentanza di atleti delle tre discipline tra cui i trentini Andrea Giovannini per la pista lunga e Amos Mosaner per il curling e anche quattro medaglie olimpiche: l’argento di Pyeongchang Cecilia Maffei, gli “ori” di Torino 2006 Enrico Fabris, Matteo Anesi e Ippolito Sanfratello.

“Non parliamo più di sport minori, ha ricordato l’assessore provinciale Roberto Failoni, perché per il nostro territorio in particolare queste discipline stanno portando risultati eccellenti a livello nazionale e internazionale. Sport e Scuola insieme possono realmente offrire una risposta alle richieste di miglioramento della vita dei nostri giovani. Abbiamo atleti di grande spessore e a tutti loro auguriamo una bellissima stagione di successi.  “Domani, ha aggiunto ancora l’assessore Failoni, approveremo in Giunta la partecipazione del Trentino alle Olimpiadi del 2026, che propone Pinè per le discipline del ghiaccio, e renderemo noto anche l’impegno economico della Provincia di Trento a sostegno di questa candidatura e ribadire così l’attenzione che questa Giunta e il Presidente Fugatti hanno nei confronti dello sport.”

“Trentino e sport, ha quindi sottolineato il Presidente dell’Apt Pinè – Cembra Luca De Carli, sono un binomio fondamentale per l’immagine e per l’economia del territorio. Fin dal 2008 la Fisg ha stabilito un accordo quadro con il Trentino e con l’ambito Pinè Cembra che rappresenta la tradizione a livello nazionale e trentino degli sport del ghiaccio. Un mondo del ghiaccio e del pattinaggio che è insito nella storia dell’Altopiano e che sta regalando grandi soddisfazioni al territorio anche dal punto di vista turistico. La novità dell’accordo, il curling, coinvolgerà il principale polo italiano di questa nuova specialità.”

“Tre sono i punti di merito di questa nuova partnership, ha ricordato l’Amministratore unico di Trentino Marketing Maurizio Rossini: il Trentino sede degli allenamenti delle nazionali che accresce la credibilità di questa collaborazione. Attraverso questa presenza riusciamo anche a realizzare delle ottime immagini con gli atleti che diventano uno strumento a servizio della comunicazione e della promozione. Un secondo aspetto sono gli stessi atleti che portando il marchio del Trentino nel mondo diventano testimonial dei grandi valori dello sport e riferibili alla nostra terra. Il terzo fronte importante è quello di creare, in collaborazione con la Federazione italiana, alcuni appuntamenti in alcuni mercati per noi particolarmente significativi, come l’Olanda e i Paesi del Nord Europa o anche mercati più lontani, presentandoci con dei testimonial d’eccezione e comunicando un’immagine internazionale del Trentino.”

È poi intervenuto il presidente della Federazione Italiana Sport del ghiaccio Andrea Gios: “Il Trentino ha sempre espresso talenti in queste discipline, possiede una grande dotazione impiantistica e tanti bravi dirigenti insieme a quel patrimonio di volontari che per questa terra è molto importante e distintivo. Questo è un accordo molto importante. È vero non siamo uno sport minore e nell’ultima spedizione olimpica abbiamo ottenuto risultati importantissimi con 22 dei nostri 34 atleti presenti che si sono classificati entro i primi 6 posti. Significa che esiste una cultura sportiva che ci permette di raggiungere questi risultati ed il merito è certamente anche del Trentino“.

I tecnici federali presenti hanno poi focalizzato gli interventi sugli obiettivi di ciascun settore nella prossima stagione sottolineando come questa partnership offrirà agli atleti la possibilità di allenarsi in impianti di alto livello, ma anche di poter lavorare a progetti più mirati per i giovani.

Per l’intera durata della nuova partnership gli atleti della Federazione porteranno il logo “Trentino” sulle tute da gara, da allenamento e da riposo per le tre discipline ed inoltre sui mezzi della Federazione utilizzati per gli spostamenti oltre a tutti i materiali istituzionali.

Prevista anche la presenza in Trentino delle squadre azzurre dei tre settori per svolgere sedute di allenamento nel corso della stagione e per la preparazione estiva.
Da ricordare che il Trentino ospita già due Centri Tecnici Federali, quello della Pista Lunga a Baselga di Pinè presso la struttura dell’Ice Rink e uno del Curling a Cembra (TN).

E sono tutti di rilevante valore tecnico gli appuntamenti del calendario internazionale ISU in programma nella prossima stagione invernale in Italia, ma in particolare in Trentino:

PISTA LUNGA

Campionati Europei
Collalbo, 11-13 gennaio 2019
Finali di Coppa del Mondo Junior
Baselga di Piné, 9-10 febbraio 2019
Campionati Mondiali Junior
Baselga di Piné, 15-17 febbraio 2019
SHORT TRACK

Tappa di Coppa del Mondo
Torino, 9-11 febbraio 2019

GLI SPORT DEL GHIACCIO IN TRENTINO
La presenza di uno dei migliori impianti a livello internazionale, l’Ice Rink di Baselga di Pinè, già teatro dei Campionati del Mondo su pista lunga e in ripetute occasioni di gare di Coppa del Mondo, e l’argento olimpico a Pyeongchang nello Short Track a squadre della trentina di Pinzolo Cecilia Maffei, sono le punte di un movimento che per quanto riguarda gli sport del ghiaccio è largamente rappresentato sul territorio e che copre tutte e tre le specialità federali, pista lunga, short track e curling.

Queste discipline in Trentino coinvolgono oltre 300 atleti, con 6 squadre nel Pattinaggio Velocità/Short Track e 4 squadre (di cui 1 paralimpica) nel Curling.

Particolarmente significativa è la presenza nelle squadre azzurre di atleti trentini:
8 nella Pista lunga – Giovannini Andrea, Bosa David, Noemi Bonazza, Mirco Nenzi, Michele Malfatti, Francesco Betti, Alessio Trentini, Gloria Malfatti
4 nello Short Track – Arianna Siegel, Nicole Botter Gomez, Cecilia Maffei e Gloria Ioriatti
5 nel Curling – Amos Mosaner, Sebastiano Arman, Daniele Ferrazza, Andrea Pilzer, Joel Retornaz. Piccola curiosità, dei 5 componenti la nazionale olimpica (2018) del Curling 4 erano trentini.

Una presenza così numerosa si spiega con i brillanti risultati ottenuti dagli atleti di casa nelle competizioni della stagione 2017 – 2018 dove il Circolo Pattinatori Pinè, società che nel 2019 festeggia i 70 anni di fondazione, ha conquistato il titolo italiano a squadre mentre i pattinatori hanno conquistato 5 titoli assoluti su 6 in palio nella Pista lunga, 16 titoli su 18 in palio nella Pista lunga juniores e 2 titoli su 10 nello Short Track juniores.

Al di là dei risultati agonistici il valore degli sport del ghiaccio in provincia di Trento risulta particolarmente elevato per l’attività di formazione e avviamento allo sport svolta nelle scuole, sia nel mondo del pattinaggio velocità su ghiaccio presso il Centro federale di Baselga di Pinè che presso il Centro federale Curling di Cembra.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Lauree professioni sanitarie: iscrizioni fino al 21 agosto

Pubblicato

-

C’è tempo fino a mercoledì 21 agosto per iscriversi ai corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie.

Per l’anno accademico 2019/2020 il Polo universitario delle professioni sanitarie di Trento e Rovereto ha attivato, in collaborazione con la Scuola di medicina e chirurgia dell’Università degli Studi di Verona, cinque corsi di laurea, per un totale di 222 posti disponibili.

Il test di ammissione, unico per tutti i corsi, sarà mercoledì 11 settembre.

Pubblicità
Pubblicità

La Provincia autonoma di Trento organizza anche un seminario di preparazione al test di ammissione il 4, 5 e 6 settembre all’Università di Trento.

Per la laurea in infermieristica sono disponibili 140 posti, per quella in fisioterapia 25, per il corso di laurea in tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro 20, per quello in tecnica della riabilitazione psichiatrica 17 e per il corso di laurea in igiene dentale 20.

Le modalità di presentazione della domanda online sono disponibili sul sito dell’Università di Verona (https://www.univr.it/it/iscrizioni > sezione Medicina e chirurgia).

Il test di ammissione, unico per tutti i corsi di laurea delle professioni sanitarie, si terrà mercoledì 11 settembre .

Sul sito di Apss (https://www.apss.tn.it/bandi-formazione-universitaria) sono disponibili informazioni sui corsi e le risposte alle domande più frequenti relative all’iscrizione, immatricolazione, modalità di frequenza ai corsi e agevolazioni per gli studenti.

La formazione universitaria delle professioni sanitarie è realizzata all’interno di un protocollo di intesa che vede coinvolti la Provincia autonoma di Trento, la Scuola di medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Verona e l’Università degli studi di Trento.

La collocazione ideale dei laureati delle professioni sanitarie è all’interno di ospedali, cure domiciliari, ambulatori pubblici e privati, strutture e centri per la riabilitazione e enti o aziende che si occupano di promozione e tutela della salute pubblica negli ambienti di vita, lavoro e prevenzione ambientale.

I corsi offrono, inoltre, possibilità di sviluppo professionale post-lauream: laurea magistrale, master universitari e dottorato di ricerca e attività occupazionali nella dirigenza, nell’insegnamento universitario, nella formazione continua e nella ricerca.

I dati Alma Laurea e Istat relativi alle lauree triennali delle professioni sanitarie evidenziano ottime prospettive lavorative: il tasso di occupazione ad un anno dalla laurea in igiene dentale è del 100%, in infermieristica è del 98,8%, in fisioterapia del 95,9%, in tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro dell’87,5% e, infine, per Tecnica della riabilitazione psichiatrica del 78,3%.

Come ogni anno il Servizio politiche sanitarie e per la non autosufficienza della Provincia autonoma di Trento organizza un seminario di preparazione al test di ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie rivolto prioritariamente agli studenti trentini iscritti ai corsi di laurea dell’Università di Verona attivati al Polo universitario di Trento e a quelli iscritti al corso di laurea in assistenza sanitaria della Scuola di medicina e chirurgia dell’Università di Padova.

Il seminario è gratuito e si svolgerà il 4, 5 e 6 settembre, per un totale di 16 ore, al Dipartimento di economia e management dell’Università di Trento.

È possibile iscriversi fino al 25 agosto a questo link

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Il presidente Fugatti domenica al Forum europeo di Alpbach

Pubblicato

-

Il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti parteciperà – domenica 18 agosto – assieme al presidente della Provincia autonoma di Bolzano Arno Kompatscher – e al Capitano del Tirolo Günther Platter al Forum europeo di Alpbach, in Tirolo. Nell’ambito della manifestazione si svolgono i i “Tyrol Days”, giornate tradizionalmente coordinate dall’Euregio Lab, organismo istituito nel 2014 .

Quest’anno il focus dell’evento è dedicato al tema: “Ricerca scientifica nell’Euregio”.

Da gennaio ad aprile 2019, gli esperti di settore dei 3 territori dell’Euregio hanno lavorato per predisporre un catalogo di idee che saranno presentate e discusse domenica alla presenza dei tre Governatori e personalità internazionali.

Pubblicità
Pubblicità

Il Forum europeo di Alpbach si tiene ogni anno dal 1945 nella località di Alpbach, vicino a Kufstein, in Tirolo.

La manifestazione vede annualmente la partecipazione di oltre oltre 5.000 persone provenienti da oltre 90 Paesi.

Il tema dell’edizione 2019 è “Libertà e sicurezza.

Il Forum prevede diversi eventi, da seminari settimanali a simposi su argomenti specifici correlati al tema generale.

Nell’ambito del programma della manifestazione trovano inoltre collocazione i “Tyrol Days”, giornate tradizionalmente coordinate dall’Euregio Lab che – per il 2019 e in occasione del 350° anniversario dell’Università di Innsbruck – sono dedicate alla ricerca.

Il 18 agosto è prevista:

* alle ore 10:00 – 10:30 la partecipazione dei tre presidenti delle province di Trento, Bolzano e Tirolo all’apertura ufficiale dei Tyrol days con ricevimento tradizionale;

* alle ore 14:30 – 16:00 la presentazione e discussione pubblica dei risultati dell’Euregiolab.

Verrà discusso e commentato in una seduta pubblica, assieme ai tre governatori, il documento di sintesi elaborato dagli esperti esterni sul tema “Ricerca nell’Euregio”.

EuregioLab nasce nel 2014 sotto la spinta di Franz Fischler, già ministro e commissario europeo dell’agricoltura, ed attuale presidente del Forum europeo di Alpbach.

Giunto quest’anno alla sua sesta edizione, EuregioLab è un gruppo di lavoro temporaneo indipendente – composto da ricercatori, studiosi, tecnici, imprenditori ed esperti dei tre territori, individuati di anno in anno – finalizzato alla riflessione su temi di attualità riguardanti l’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Controlli Carabinieri ferragosto: due arresti e tre denunce

Pubblicato

-

I militari della Compagnia Carabinieri di Trento, nei giorni a cavallo del Ferragosto, hanno eseguito dei controlli preventivi sul territorio di competenza.

Nell’ambito della specifica attività, oltre ad essere stati controllati un importante numero di persone e mezzi, sono stati tratte in arresto due persone e altre tre segnalate per reati a vario titolo.

Il giorno 14.08.2019 A.M. 25enne polacco, già persona sottoposta alla detenzione domiciliare, veniva sorpreso dai militari operanti all’esterno della propria abitazione a passeggiare per le vie del centro, per cui veniva fermato per evasione e, al termine delle formalità di rito, accompagnato in stato di arresto presso il proprio domicilio.

Pubblicità
Pubblicità

Il 15.08.2019 A.H. 26enne tunisino, veniva trovato in possesso di cocaina, marijuana e hashish e, in conseguenza di specifici accertamenti, risultava, anche, inottemperante ad un provvedimento di espulsione emesso dalla Questura di Trento.

Per cui, veniva deferito all’A.G. di Trento per detenzione ai fini dello spaccio di stupefacenti e l’inosservanza della legge sull’immigrazione.

Il 17.08.2019 la coppia D.P. e C.P. rispettivamente 26 enne trentino e 30 enne siciliana venivano denunciati per furto aggravato in concorso, D.P., anche, per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Nella stessa giornata, A.A. 31 enne tunisino, veniva arrestato e deferito all’A.G. perché, risultava destinatario di un ordine di carcerazione e durante il controllo eseguito in via Suffragio opponeva un’attiva resistenza nei confronti dei carabinieri operanti, entrambi, appartenenti alla Sezione Radiomobile che non hanno riportato lesioni.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza