Connect with us
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Storo: braci calde nell’umido, il cassonetto prende fuoco

Pubblicato

-

“Ancora una volta qualcuno non rammenta che le braci ancora calde non vanno messe nell’umido. I costi verranno sostenuti da tutti”.

Così la polizia locale della valle del Chiese ha commentato il gesto sconsiderato di un cittadino che ha bruciato un cassonetto di plastica.

Purtroppo, non è la prima volta che accadono episodi del genere.

Pubblicità
Pubblicità

Sul posto anche i vigili del fuoco di Storo che hano spento le fiamme.

Pubblicità
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Tra Saone e Ponte Arche un furgone centra in pieno un’altra auto. Ferita una donna

Pubblicato

-

Ieri pomeriggio una donna è rimasta ferita nell’incidente avvenuto sulla statale 237 tra Saone e Ponte Arche.

L’incidente è avvenuto intorno alle 15 e l’auto su cui viaggiava la donna è stata centrata in pieno da un furgone.

Dai primi accertamenti della polizia locale delle Giudicarie il conducente ha perso il controllo del furgone, non si sa se per un malore o una distrazione, invadendo la corsia opposta e finendo contro la macchina.

Pubblicità
Pubblicità

All’arrivo dell’ambulanza la donna e il conducente del furgone sono stati portati in ospedale a Tione, ma le loro condizioni non sembrano gravi.

Gli esami del pronto soccorso chiariranno le loro condizioni psicofisiche.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Frontale fra due pullmini a Madonna di Campiglio: 7 feriti, 3 gravi

Pubblicato

-

Sono sette le persone rimaste ferite nell’incidente avvenuto sulla strada che attraversa le Dolomiti di Brenta, da Madonna di Campiglio a Campo Carlo Magno.

L’incidente è avvenuto poco prima delle 15.30 di oggi pomeriggio, mercoledì 19 giugno e ha visto protagonisti due pullmini adibiti al trasporto persone che si sono scontrati frontalmente.

Sul posto sono arrivate 4 ambulanze, i Vigili del Fuoco volontari di Madonna di Campiglio e l’elisoccorso che si è alzato da Trento.

PubblicitàPubblicità

Sono state ricoverate all’ospedale di Tione tre persone, fra cui una quindicenne, che sono ritenute gravi.

Altre 4 persone sono state trasportate all’ospedale di Santa Chiara e al Santa Maria del Carmine di Rovereto.

Queste, due ragazze di 15 anni, un ragazzo di 14 anni, e un uomo di 52 anni non sarebbero gravi.

Gravi invece le ripercussione sul traffico. La strada infatti è rimasta chiusa fino alle 18.00

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

La Giunta provinciale in visita alla Erika Eis di Fiavè

Pubblicato

-

Ieri Visita della Giunta provinciale alla Erika Eis di Fiavè, azienda dolciaria con una lunga tradizione alle spalle – il marchio originale risale al 1933 – che dallo scorso anno si è insediata nella sede dell’ex caseificio, ora di proprietà di Cooperfidi, che ha investito 7 milioni di euro di risorse proprie.

L’impresa dà lavoro attualmente a 35 persone, impegnate soprattutto nella produzione di gelati, un’attività che affonda le sue radici nella tradizione delle Giudicarie.

Erika Eis è quindi una realtà importante per l’intero territorio, e che intende ampliarsi ancora, in particolare con l’apertura di un punto vendita-bistrò, dove i clienti potranno trovare, oltre ai gelati, alle torte “mitteleuropee” e ai krapfen dell’azienda, anche altri prodotti locali.

PubblicitàPubblicità

Una sorta di vetrina del km. 0, insomma, per valorizzare al meglio quanto le Giudicarie hanno da offrire in termini di produzioni agricole e di competenze nel settore agroalimentare.

A fare gli onori di casa al presidente Fugatti e alla sua Giunta i due titolari, Luciano Degli Esposti e Alberto Bertolini, assieme al sindaco di Fiavè Angelo Zanotti, per il quale “oggi non saprei neanche immaginare il nostro territorio senza la presenza di una realtà come questa”.

Un grazie per gli sforzi fatti, per la tenacia con cui sono stati perseguiti gli obiettivi, e per l’ottima qualità delle produzioni, è stato rivolto all’azienda dal presidente Fugatti.

“Abbiamo bisogno di realtà imprenditoriali come la vostra per far vivere le nostre valli.” ha sottolineato.

Ma un grazie particolare è stato rivolto dai titolari al vicepresidente della Provincia Mario Tonina, che, anche nelle sue passate vesti di consigliere provinciale, si è adoperato per la buona riuscita dell’operazione, e al direttore generale della Provincia Paolo Nicoletti.

La Erika Eis dal ’93 assomma due diverse realtà imprenditoriali: quella di Fiavè, che fino allo scorso anno aveva sede in un’altro edificio, e un’azienda gemella di Fiè allo Sciliar. Ora tutta la produzione si concentra a Fiavè.

Si tratta di una produzione di qualità, che utilizza latte locale, per preparare gelati, torte (Sacher, Foresta Nera e altri prodotti  dall’inconfondibile caratterizzazione mitteleuropea) e krapfen.

“Siamo orgogliosi di mostrare alla Giunta cosa abbiamo fatto – ha detto Degli Esposti. – Un risultato importante, raggiunto anche grazie al supporto che abbiamo sempre ricevuto dalla Giunta. Non è stato facile portare a termine questa operazione, ma adesso che il treno è avviato possiamo coglierne i frutti, assieme a tutto il territorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza