Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Quei ragazzi italiani morti per un’Europa che non c’è

Pubblicato

-

È il paradosso di Antonio, ma anche di Patrizia e Valeria.

Il tragico paradosso di tre italiani che amavano l’Europa, ma sono stati barbaramente uccisi dai mostri cresciuti in due città simbolo dell’Unione come Strasburgo e Bruxelles.

Il volto entusiasta di Antonio Megalizzi, il giornalista spentosi dopo tre giorni passati a lottare con la pallottola piantatagli nel cranio dalla belva islamista di Strasburgo, l’abbiamo tutti negli occhi.

Pubblicità
Pubblicità

Quelli di Patrizia Rizzo e di Valeria Soresin forse li abbiamo dimenticati.

Patrizia morì straziata dall’ordigno fatto esplodere il 22 marzo 2016 nella metropolitana di Bruxelles dalle bestie dell’Isis cresciute a Molenbeek, nel cuore della capitale europea.

Valeria cadde uccisa il 13 novembre 2015 nel mattatoio del Bataclan.

Tutti e tre guardavano a Strasburgo e a Bruxelles come ai simboli di un mondo migliore, di un’idea più grande, e forse più nobile, di quella dell’Italia a cui appartenevano. Ma tutti e tre sono stati uccisi da creature cresciute nell’assenza di quell’Europa e dei suoi ideali.

Creature generate da un Islam radicale che ha messo le radici in due capitali dell’Europa dove dell’identità e della tradizione europea è rimasto poco o nulla.

Pubblicità
Pubblicità

I mercatini di Natale, l’antica tradizione di Strasburgo in cui si passeggiava Antonio quando ha incontrato il suo assassino, hanno ormai solo la forma esteriore del Natale.

Dietro luminarie e affari conditi da ciambelle e zucchero filato si nasconde una città ormai lontana dalla religione e della fede cristiana. Una città dove le chiese sono monumenti ad un passato religioso dimenticato e ignorato dalle istituzioni europee.

La forma di quella religione, nascosta dietro chiese sempre più vuote e solitarie si fa sostanza in una città dove oltre 40mila dei circa 260mila abitanti sono ormai musulmani. E così una delle due sedi del Parlamento Europeo, quella più simbolica perché costruita nel capoluogo di una regione prima linea, fino a 70 anni fa, dello scontro franco-tedesco, è diventato il verminaio dell‘odio islamista.

Non a caso il primo attentato contro la Cattedrale di Strasburgo venne ordito, e fortunatamente sventato, alla fine degli anni 90 da una cellula di Al Qaida che aveva messo radici in quella zona. Non a caso il dieci per cento degli oltre dodicimila islamisti radicali francesi identificati dalla cosiddetta Fiche S arriva proprio dalla regione di Strasburgo.

E da questa stessa regione arrivano 200 dei nuovi iscritti inseriti durante il 2017 nel listone francese dei potenziali terroristi.

E dai dintorni di Strasburgo si è mosso Khamzat Azimov, il 20enne di ceceno che lo scorso maggio ha fatto un morto e quattro feriti accoltellando i passanti attorno all’opera di Parigi e firmando l’ultimo attentato dell’Isis messo a segno in Francia prima di Strasburgo. Bruxelles, la capitale europea, non fa differenza.

Qui ormai un cittadino su quattro è di fede musulmana. E Molenbeek, quartiere distante due chilometri dalle istituzioni europee, ha generato i mostri che hanno colpito sia Parigi, sia l’aeroporto e la metropolitana di Bruxelles.

Ma non solo. Da Molenbeek partirono, alla vigilia del 2001, gli attentatori mandati ad eliminare Masoud, l’ultimo grande nemico di Al Qaida in un Afghanistan controllato dai talebani.

A fronte di tutto ciò il paradosso di Antonio, Valeria e Patrizia è sicuramente tragico, ma assai poco sorprendente. Purtroppo l’Europa in cui credevano non esiste. É un sogno vuoto dove la mancanza di una Costituzione è il segnale più evidente dell’incapacità di abbracciare ideali, identità e tradizioni comuni.

Fonte: Il Giornale

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]

Categorie

di tendenza