Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Ucciso dalle forze speciali francesi il terrorista di Strasburgo

Pubblicato

-

L’attentatore di Strasburgo, Cherif Chekatt, è stato ucciso in un blitz delle forze speciali verso le 21.00.

Si era rifugiato in un magazzino situato in località Plaine des Bouchers, nel quartiere di nel quartiere di Meineau, non lontano da Neudorf, dove aveva fatto perdere le tracce 48 ore fa dopo l’attentato commesso nel mercato di Natale.

Cherif aveva con sé una pistola e un coltello ed era ferito.

PubblicitàPubblicità

Nessun poliziotto è rimasto ferito.

E’ stato Cherif Chekatt a sparare per primo contro i poliziotti, che lo hanno successivamente neutralizzato.

Dopo la morte del «soldato» l’isis ha  rivendicato l’attentato di Strasburgo.

Più di 700 agenti erano stati mobilitati per rintracciare il terrorista che martedì sera ha sparato ai mercatini di Natale di Strasburgo, uccidendo tre persone e ferendone altre 13.

Subito dopo l’uccisione del terrorista la folla ha applaudito lungamente i poliziotti.

Ma nella zona rimane una grandissima tensione fra le forze dell’ordine, infatti nel quartiere potrebbero nascondersi altri terroristi. È stata la segnalazione di una donna che ha riconosciuto l’attentatore e ha subito chiamato la polizia anti terrorismo.

La Polizia ora dovrà indagare sui possibili fiancheggiatori che hanno aiutato il terrorista in questi due giorni. È infatti palese che qualcuno abbia dato un supporto logistico al killer, prima e dopo la sparatoria del mercatino.

Il killer nelle ultime 48 ore ha fatto impazzire le forze di Polizia francese sfuggendo in continuazione alla cattura. Ma nel pomeriggio si è fatta largo l’idea che potesse trovarsi in un magazzino vicino al luogo della tragedia.

Il killer mentre compiva la strage al mercatino di Natale avrebbe detto di aver «ucciso per vendicare i fratelli morti» in Siria.

Il terrorista era fuggito su un taxi il cui autista si era salvato solo perché musulmano.

Cherif Chekat, aveva 29 anni, ed era di origini nordafricane ma è nato a Strasburgo.

In seguito era stato segnalato come elemento ‘radicalizzato’ e come minaccia per la sicurezza nazionale, ovvero, secondo la prefettura, Cherif era stato schedato come “S”, cioè un soggetto religioso radicalizzato.

L’uomo aveva numerosi precedenti per reati comuni (27 denunce) e nel 2011 era stato condannato a due anni per aver aggredito una persona con un coccio di bottiglia. Dopo la sua fuga cinque persone, inclusi padre, madre e le due sorelle di Cherif erano state poste in stato di fermo e sottoposte a interrogatorio.

Suo fratello, anch’egli soggetto schedato con la «S», cioè come pericoloso e fanatico era stato invece arrestato.

nella foto Cherif Chekatt dopo la sua uccisione

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]

Categorie

di tendenza