Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Una mostra fotografica per ricordare coloro che lavorarono alla costruzione delle dighe in Val di Peio

Pubblicato

-

Lago del Careser (foto Wikipedia)

Uno sguardo nel vissuto di donne e di uomini che silenziosamente, con tenacia e coraggio, hanno contribuito con il loro sacrificio alla realizzazione delle imponenti opere idroelettriche della Val di Peio per poi essere tristemente dimenticati.

Sabato prossimo, 15 dicembre, alle 16 a Peio Paese sarà inaugurata la mostra fotografica “Paesaggio «passaggio d’acqua»”, realizzata grazie al contributo economico dell’assessorato alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento, del Consorzio dei Comuni della Provincia di Trento Bim dell’Adige, della Comunità della Val di Sole, dei Comuni di Peio, Ossana e Vermiglio, dell’Hydrodolomiti Energia e con la collaborazione dell’Arci del Trentino.

Con la recente attività di costruzione di centrali idroelettriche di nuova generazione emerge la necessità di portare alla memoria la costruzione di altri manufatti idroelettrici: le dighe degli anni Trenta e Cinquanta. Dagli anni Venti gli abitanti della Val di Sole e moltissimi lavoratori provenienti da tutta Italia furono impegnati, infatti, nella realizzazione di bacini artificiali e di opere di presa per lo sfruttamento dell’energia idroelettrica.

Pubblicità
Pubblicità

I lavori iniziarono nel primo dopoguerra con la costruzione delle centrali di Cogolo e Malga Mare alimentate inizialmente dal bacino del Careser, al quale si aggiunse, alla fine degli anni Cinquanta, la diga di Pian Palù.

Oltre alle opere più importanti quasi ogni angolo del territorio fu interessato dai lavori: dalle prese minori, alla costruzione di nuove strade, alle funivie di servizio per i cantieri in quota.

Per questo si è deciso di dar vita a questa mostra. Per riportare alla memoria frammenti di storia appartenenti al passato, che però meritano di essere conosciuti e ricordati.

Pubblicità
Pubblicità

L’esposizione è allestita alle ex scuole elementari e sarà visitabile fino al 5 gennaio. L’inaugurazione sarà, come detto, sabato prossimo alle 16, con letture sceniche a cura degli attori della compagnia laboratorio “UnPaeseNelleNuvole” e canti degli Armonici Cantori Solandri.

Pubblicità
Pubblicità

La mostra sarà aperte nelle seguenti giornate: il 16, il 23 e il 30 dicembre dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19, dal 21 al 22 dicembre, dal 26 al 29 dicembre e dall’1 al 5 gennaio con orario 16-19.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza