Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Strage Corinaldo: Sono 8 le persone indagate, le nuove teorie degli investigatori

Pubblicato

-

Procedono le indagini degli inquirenti sui fatti successi presso la discoteca della «morte» di Corinaldo.

Sono otto persone sono indagate nell’inchiesta sulla tragedia avvenuta in discoteca a Corinaldo, nell’Anconetano.

Tra loro il minore fermato, i dei tre titolari della società che gestisce la discoteca e i quattro proprietari dell’immobile.

Pubblicità
Pubblicità

Fra le ipotesi spunta anche la pista della banda organizzata che avrebbe pianificato il tutto per poter rubare cellulari, zainetti e collanine ai malcapitati presi dal panico.

Ma c’è qualcosa che non torna anche nell’attesa presenza di Sfera Ebbasta alla discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo la sera della tragedia e ora gli inquirenti hanno deciso di vederci chiaro.

È certo che il trapper si stesse effettivamente dirigendo a Corinaldo quando è stato informato della tragedia? È altrettanto sicuro, tuttavia, che alle 22 del 7 dicembre (orario stampato sui biglietti venduti dalla Lanterna Azzurra), il trapper fosse impegnato in un altro contemporaneo evento a un’ora d’auto da lì, all’Altromondo Studios di Rimini?

Una circostanza anomala ma tutt’altro che inspiegabile, sulla quale gli investigatori stanno effettuando approfondimenti anche dopo le numerose teorie che spuntano sui social

Dopo l’individuazione e il fermo del ragazzo accusato di avere spruzzato lo spray al peperoncino  nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, che ha innescato il fuggi fuggi generale che ha portato alla morte di 6 persone emergono i tratti del ragazzo che si è scoperto essere di origini sud americane.

Il ragazzo ha diciassette anni e mezzo e un soprannome da narcotrafficante.

Il 17 enne per ora nega comunque di aver spruzzato lo spray e quindi di aver causato la calca che portato alla tragedia.

Il ragazzo è stato rintracciato presso un residence a Senigallia: “Ve lo giuro, io non c’ero venerdì notte a Corinaldo, non sono io l’incappucciato che cercate…“, avrebbe detto agli inquirenti.

Il ragazzo è stato trovato in una stanza al primo piano di un residence ospite di due fidanzati maggiorenni.

Come riporta il Corriere, nella stanza sono state trovate sostanze stupefacenti. “Mi sono trovato nel luogo sbagliato, al momento sbagliato e con le persone sbagliate, questa è la verità”, avrebbe ribadito il ragazzo.

Lui si difende dicendo che non era in quella discoteca la sera della strage:  “Quella notte l’ha passata con la sua ragazza, non è andato a ballare a Corinaldo – dice la nonna dell’accusato – Alcuni ragazzi puntano il dito contro di lui? Si sbagliano, semplicemente. Lui non c’era, grazie a Dio, per questo adesso non sono minimamente preoccupata e dormo tranquilla”.

Sul video che è subito circolato nel web dove viene confermata la sua presenza il ragazzo afferma: “Come fanno a dire che ero io, sotto quella mascherina? — si lamenta P.B. guardando dritto negli occhi chi non ha mai dubitato di lui —. Poteva essere chiunque, in mezzo a quella calca, al buio, a quelle luci, come si fa ad accusare una persona così liberamente? Dovrebbero mettersi tutti una mano sulla coscienza”.

Le parole della sua ragazza finora sono il suo alibi. Avrebbe detto che si trovava insieme a lui, non in discoteca, quando si è consumata la tragedia. Intanto dai profili social del ragazzo emerge una personalità spavalda. Farebbe uso di droghe: “Le sigarette le fumavo a due anni, ora fumo altro”, si legge sul suo profilo social, secondo quanto riporta Repubblica. La spavalderia sarebbe dunque alla base della sua personalità al punto da dire: “Tanto prima o poi mi arrestano…“.

Ora dovrà spiegare proprio agli inquirenti dove si trovava esattamente la notte della tragedia per evitare che quella frase da bullo si trasformi in realtà.

Ma le numerose testimonianze lo collocherebbero proprio all’interno della discoteca della strage.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Spotify crea playlist personalizzate per i propri animali domestici: l’obiettivo è alleviare stress e ansia
    A casa durante le pulizie o sotto la doccia, in palestra mentre ci si allena e si fatica, ed in macchina alla radio con i brani preferiti: la musica sembra accompagnare e addolcire da sempre le giornate, diventando spesso colonna sonora di momenti importanti ed indimenticabili della nostra vita. In molti casi, le canzoni a […]
  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]

Categorie

di tendenza