Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Vedovelli fa suonare il campanello d’allarme: «Metà delle case di Mezzolombardo sono a rischio frane»

Pubblicato

-

Un'abitazione in località Rupe, a Mezzolombardo, oggetto di una frana qualche mese fa

Il Comune di Mezzolombardo ha la percentuale di edifici ad alto rischio frane tra le più alte del Trentino, con l’11% del totale. Se consideriamo il medio e basso rischio, invece, arriviamo al 51%. Più della metà degli edifici di Mezzolombardo sono a rischio frane”.

A lanciare l’allarme è il consigliere comunale capolista di Mezzolombardo Partecipa Konrad Vedovelli che, analizzando i dati sul rischio idrogeologico in Italia pubblicato dall’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) successivamente alla perturbazione eccezionale del 27-29 ottobre scorsi, evidenzia come il Trentino sia un territorio a grosso rischio frane, con una percentuale di forte rischio del 20% della superficie complessiva.

Bolzano, per intendersi, ha solo l’1,8%. “Una differenza enorme” fa notare Vedovelli, che in una mozione presentata nei giorni scorsi mette in risalto il dato allarmante che riguarda Mezzolombardo: “Il nostro paese ha un numero di edifici ad alto rischio (145 in totale) superiore a tutte le altre comunità – scrive il consigliere nella nota – in percentuale addirittura più che doppia rispetto alla media provinciale (11% contro il 4%): 93 edifici sono a rischio medio e ben 428 a rischio moderato. Sommando il tutto si arriva a una percentuale del 51% di edifici a rischio sul nostro territorio comunale, più di uno su due”.

PubblicitàPubblicità

Una situazione preoccupante. “Naturalmente chi abita a Mezzolombardo è a conoscenza delle problematiche che si sono ripetute negli anni con vari accadimenti che fortunatamente sono stati limitati – prosegue Vedovelli –. Anche la recente disastrosa perturbazione, possiamo dirlo con sollievo, ha preservato il nostro paese e l’intera Piana Rotaliana in modo certo migliore che in tante altre zone del Trentino”.

Senza voler creare allarmismi ingiustificati e forse prematuri, Vedovelli ritiene però che “si debba assolutamente preoccuparsi di questo prospetto, verificando innanzitutto l’effettiva corrispondenza con i dati evidenziati”.

Per questo, attraverso la mozione depositata in Comune, il capogruppo di Mezzolombardo Partecipa intende sollecitare il sindaco Christian Girardi ad analizzare i dati emersi, predisponendo una relazione, e a richiedere un incontro con l’Ente Provinciale, in cui far presente i dati del proprio Comune (che sono appunto maggiori e peggiori di quelli di tutti gli altri Comuni) chiedendo, proprio per questo, una prelazione sugli interventi annunciati.

Infine Vedovelli chiede di tenere costantemente informata la popolazione, tramite con incontri pubblici supportati da Vigili del Fuoco e Croce Rossa, sulla reale situazione e sulla necessità di realizzare opere anche private, “per le quali sono previsti contributi e finanziamenti pubblici – conclude Vedovelli –. Crediamo che non tutti siano a conoscenza dei rischi che la propria abitazione e le proprie famiglie possono correre”.

Pubblicità
Pubblicità

Piana Rotaliana

Tra arte e fede sul Cammino di San Vili con la Sat di Lavis

Pubblicato

-

Anche quest’anno la Sat di Lavis supporta il progetto “Solidali per la solidarietà”. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

Chiara De Vescovi nominata vicepresidente della Cassa Rurale Lavis-Mezzocorona-Valle di Cembra

Pubblicato

-

Chiara De Vescovi subentra a Dario Piffer, prematuramente scomparso alla fine dello scorso gennaio.

Chiara De Vescovi è la nuova vicepresidente della Cassa Rurale Lavis-Mezzocorona-Valle di Cembra. E’ stata nominata durante la riunione del consiglio di amministrazione presieduto da Ermanno Villotti.

Avvocato di professione, subentra a Dario Piffer, mancato prematuramente lo scorso gennaio. “La scelta – osservano i vertici dell’istituto di credito cooperativo – ha inteso valorizzare la competenza dimostrata da Chiara De Vescovi nei suoi anni trascorsi all’interno del consiglio di amministrazione”. Abilitata all’attività forense dal 2006, da una decina di anni è titolare di studio legale in materia civile a Mezzocorona.

PubblicitàPubblicità

Nel mondo del credito cooperativo, per due mandati (dal 2011 al 2017) è stata consigliera della Cassa Rurale di Mezzocorona. Concretizzata la fusione con la Cassa Rurale Lavis-Valle di Cembra, dal 2017 è nel consiglio di amministrazione della neonata Cassa Rurale Lavis – Mezzocorona – Valle di Cembra. Inoltre, dal 2016 fa parte del board di Asia (Azienda Speciale Igiene Ambientale).

Durante la riunione del consiglio di amministrazione è stato rivolto un pensiero alla memoria di Dario Piffer, vicepresidente impegnato nel suo secondo mandato all’interno degli organi sociali dell’istituto di credito cooperativo. “Il suo impegno – è stato ricordato – era indirizzato alla crescita della Cassa Rurale, realtà del credito fortemente radicata nel tessuto sociale ed economico delle molte zone dove opera nella quotidianità. Dario rimarrà per noi un esempio di dedizione all’incarico che gli era stato assegnato dai soci e di considerevole senso di appartenenza alla struttura”.

Ricordiamo che, l’assemblea annuale dei soci della Cassa Rurale Lavis-Mezzocorona-Valle di Cembra, è in calendario venerdì 3 maggio con inizio alle ore 18 al PalaRotari di Mezzocorona, da alcuni anni tradizionale ambientazione di questo appuntamento.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

A Lavis si distribuisce il compost per utenze domestiche

Pubblicato

-

Sabato prossimo, 30 marzo, al Centro Raccolta di via Di Vittorio 84 a Lavis sarà possibile ritirare del compost per la cura di orti e giardini. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza