Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Vedovelli fa suonare il campanello d’allarme: «Metà delle case di Mezzolombardo sono a rischio frane»

Pubblicato

-

Un'abitazione in località Rupe, a Mezzolombardo, oggetto di una frana qualche mese fa

Il Comune di Mezzolombardo ha la percentuale di edifici ad alto rischio frane tra le più alte del Trentino, con l’11% del totale. Se consideriamo il medio e basso rischio, invece, arriviamo al 51%. Più della metà degli edifici di Mezzolombardo sono a rischio frane”.

A lanciare l’allarme è il consigliere comunale capolista di Mezzolombardo Partecipa Konrad Vedovelli che, analizzando i dati sul rischio idrogeologico in Italia pubblicato dall’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) successivamente alla perturbazione eccezionale del 27-29 ottobre scorsi, evidenzia come il Trentino sia un territorio a grosso rischio frane, con una percentuale di forte rischio del 20% della superficie complessiva.

Bolzano, per intendersi, ha solo l’1,8%. “Una differenza enorme” fa notare Vedovelli, che in una mozione presentata nei giorni scorsi mette in risalto il dato allarmante che riguarda Mezzolombardo: “Il nostro paese ha un numero di edifici ad alto rischio (145 in totale) superiore a tutte le altre comunità – scrive il consigliere nella nota – in percentuale addirittura più che doppia rispetto alla media provinciale (11% contro il 4%): 93 edifici sono a rischio medio e ben 428 a rischio moderato. Sommando il tutto si arriva a una percentuale del 51% di edifici a rischio sul nostro territorio comunale, più di uno su due”.

PubblicitàPubblicità

Una situazione preoccupante. “Naturalmente chi abita a Mezzolombardo è a conoscenza delle problematiche che si sono ripetute negli anni con vari accadimenti che fortunatamente sono stati limitati – prosegue Vedovelli –. Anche la recente disastrosa perturbazione, possiamo dirlo con sollievo, ha preservato il nostro paese e l’intera Piana Rotaliana in modo certo migliore che in tante altre zone del Trentino”.

Senza voler creare allarmismi ingiustificati e forse prematuri, Vedovelli ritiene però che “si debba assolutamente preoccuparsi di questo prospetto, verificando innanzitutto l’effettiva corrispondenza con i dati evidenziati”.

Per questo, attraverso la mozione depositata in Comune, il capogruppo di Mezzolombardo Partecipa intende sollecitare il sindaco Christian Girardi ad analizzare i dati emersi, predisponendo una relazione, e a richiedere un incontro con l’Ente Provinciale, in cui far presente i dati del proprio Comune (che sono appunto maggiori e peggiori di quelli di tutti gli altri Comuni) chiedendo, proprio per questo, una prelazione sugli interventi annunciati.

Infine Vedovelli chiede di tenere costantemente informata la popolazione, tramite con incontri pubblici supportati da Vigili del Fuoco e Croce Rossa, sulla reale situazione e sulla necessità di realizzare opere anche private, “per le quali sono previsti contributi e finanziamenti pubblici – conclude Vedovelli –. Crediamo che non tutti siano a conoscenza dei rischi che la propria abitazione e le proprie famiglie possono correre”.

Pubblicità
Pubblicità

Piana Rotaliana

Lavis, la Giornata della Memoria si celebra con lo spettacolo “Un raccolto tutto d’oro”

Pubblicato

-

Questa è una storia di furti, rapine e sottrazioni. Una storia fatta di complicità e silenzi. Una storia dimenticata, come molte di quelle che compongono l’affresco tragico della Shoah”. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Piana Rotaliana

Incendio lungo i binari tra Gardolo e Mezzocorona

Pubblicato

-

I Vigili del Fuoco hanno dovuto intervenire nel pomeriggio di ieri , verso le 14, lungo i binari della tratta ferroviaria del Brennero tra Gardolo e Mezzocorona per placare i roghi innescati dalla frenata di un treno che da Trento viaggiava in direzione Nord.

A prendere fuoco sono state le sterpaglie che costeggiano la ferrovia.

Il repentino intervento delle squadre dei Vigili del Fuoco di Lavis, Gardolo e Mezzocorona si è reso necessario per evitare danni ai mezzi in transito e ai passeggeri.

PubblicitàPubblicità

Il treno ha poi ripreso regolarmente la sua corsa in verso Bolzano, riportando solo qualche minuto di ritardo,  dopo essere stato sottoposto ad un controllo presso la stazione ferroviaria di Mezzocorona.

Episodi come questo, che richiedono l’intervento da parte delle squadre locali dei Vigili del Fuoco, non sono purtroppo  infrequenti in periodi caratterizzati da scarse precipitazioni come l’inverno in corso.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

Lavis “Ricorda Nicola”: al via la rassegna teatrale 2019

Pubblicato

-

La filodrammatica “Nicola Parrotta”, con il patrocinio del Comune di Lavis, organizza la 14esima edizione della rassegna teatrale “Ricordando Nicola”. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza