Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Strage di Corinaldo: venduti il doppio dei biglietti possibili. Emergono le responsabilità dell’organizzazione

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

È un bilancio agghiacciante quello che sta emergendo dopo circa 18 ore dalla tragedia di Corinaldo in provincia di Ancona

Sei persone sono morte, altre sette sono in gravissime condizioni, una cinquantina i feriti, con lesioni e traumi da schiacciamento: quasi tutti giovanissimi travolti durante un concerto del trapper Sfera Ebbasta all’interno della discoteca La Lanterna Azzurra.

Ma anche storie di ragazzi che si sono salvati solo per un miracolo, altri volati nel vuoto, un bilancio quindi che poteva davvero essere ancora più pesante.

Pubblicità
Pubblicità

Una serata di allegria trasformata in tragedia. La miccia che ha innescato il dramma sembra sicuro sia stata una sostanza urticante diffusa all’interno che ha provocato il panico.

Il peso e la pressione della folla in fuga avrebbe fatto crollare il parapetto di un ponticello fuori da una uscita di sicurezza, causando la caduta di decine di persone in un fossato e provocando la morte delle persone rimaste schiacciate o ferite, quasi tutti studenti delle scuole superiori di Senigallia.

L’inchiesta si sta muovendo due fronti, con diverse ipotesi di reato.

Pubblicità
Pubblicità

Da un lato, secondo quanto si apprende in ambienti giudiziari, si indaga su chi ha spruzzato lo spray al peperoncino; dall’altro sul sovraffollamento, sembra che fossero stati venduti 1400 biglietti contro una capienza di 870 persone, e sulle misure di sicurezza della discoteca.

Discoteca che già in passato era stata sanzionata per gli stessi motivi e più volte.

I reati al vaglio sono, nel caso della persona che ha usato lo spray – sembra una ragazza – quelle di morte come conseguenza di altro reato o l’omicidio preterintenzionale. Nel caso dei gestori della discoteca, l’omicidio colposo.

Ci sono anche delle ipotesi su chi possa aver diffuso lo spray urticante che ha causato la morte di 6 persone.

Ci sono però testimonianze discordanti sul fatto. Un ragazza ha dichiarato di aver visto salite su un cubo una persona che ha cominciato a spruzzare lo spray assassino. Ma si fa largo l’ipotesi che lo stesso spray possa essere stato usato da una ragazza per difendersi da un furto o peggio da un tentativo di molestie. Ipotesi ancora al vaglio degli investigatori.

Si sta cercando anche un ragazzo incappucciato che potrebbe essere responsabile del diffondersi del panico.

Alcuni testimoni parlano anche di una discoteca strapiena di gente e piena di alcolici e di un  concerto che doveva iniziare alle 22 e invece non iniziava stimolando così i ragazzi, quasi tutti minorenni a continuare a bere.

Il panico si è diffuso tra mezzanotte e l’una, prima dell’inizio del concerto.

Alcuni dei feriti ricoverati all’ospedale di Torrette hanno raccontato di avere sentito un odore acre e di essersi precipitati verso una delle porte di emergenza. Qualcuno ha riferito di aver trovato la porta sbarrata e ha raccontato che i buttafuori avrebbero detto di tornare indietro. Poco dopo la calca si sarebbe accumulata all’esterno del locale, nei pressi di un parapetto con attiguo un fossato. Il cedimento della barriera avrebbe causato la caduta di decine di persone: chi è finito sotto tutti sarebbe poi morto schiacciato.

Sono state riconosciute dai famigliari nell’obitorio dell’ospedale regionale di Torrette di Ancona le sei vittime: Asia Nasoni e Emma Fabini, entrambe di 14 anni, Daniele Pongetti, 16 anni, Eleonora Girolimini, 39 anni, tutti di Senigallia (Ancona), Mattia Orlandi, 15 anni, di Frontone (Pesaro-Urbino) e Benedetta Vitali, 15 anni di Fano (Pesaro-Urbino).

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Valsugana e Primiero2 minuti fa

Telve: inaugurata la nuova sede del Gruppo Alpini

Hi Tech e Ricerca3 minuti fa

Public AI Challenge: premiata la sfida di Progetto Fondo Caproni

Trento30 minuti fa

Gestori dei rifugi in assemblea: «Ottimo andamento della stagione estiva»

Trento31 minuti fa

Code, incidenti e traffico intenso: mercoledì di disagi sulle strade di Trento

Telescopio Universitario38 minuti fa

UniTrento – C3A, il nuovo direttore è Riccardo Rigon

Hi Tech e Ricerca39 minuti fa

Robotica Antropocentrica: Università di Bolzano, centro di competenza Smact Eos Solutions per realizzare la Factory 5.0 a misura d’uomo

Italia ed estero46 minuti fa

Famiglia e impresa, il Governo apre a Calenda: irritazione da Forza Italia

Trento52 minuti fa

Sgombero centro Bruno, Rossato: «Destiniamolo alle donne vittime di violenza». Lucia Coppola: «Deve continuare a vivere»

Trento1 ora fa

Approvato dal Consiglio Comunale il Piano di politica turistica

Trento1 ora fa

Concessioni idroelettriche: via libera al rinvio fino al 2029

Trento2 ore fa

«Aiutami a fare da solo. Bambini oggi, fragilità e risorse»: stasera il secondo appuntamento per le scuole primarie trentine

Trento2 ore fa

Nasce il Consorzio delle APT del Trentino: «Una grande opportunità»

Fiemme, Fassa e Cembra2 ore fa

Anna Reolon, «Mamma d’Italia 1970»: Il Sindaco di Fornace racconta la sua incredibile storia

Trento14 ore fa

Basta catene ai cani, multe fino a 800 euro. Claudio Cia: «Disegno di legge di civiltà»

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Messa in sicurezza della SS421, la soddisfazione di Denis Paoli: «Appalto del secondo lotto previsto a inizio 2023»

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento1 settimana fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza