Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Per il «Natale Clesiano» in centro spunta un fantastico «Villaggio di ghiaccio»

Pubblicato

-

Dopo i successi raccolti con ‘Fiori e Colori’ durante l’estate clesiana, ed il seguente ‘Autunno Clesiano’ reduce da una visitatissima ‘Pomaria’, la prima settimana di dicembre vede l’inizio della manifestazioni del ‘Natale Clesiano’, sottotitolato ‘percorsi di gusto, magia e solidarietà’.

Questo inverno comincia benissimo, già a partire già da venerdì 7 con il concerto-spettacolo ‘Siamo tutti figli di Battisti di Tony Cicco & la sua Formula 3′, e non potrà che proseguire meglio con un programma davvero ampio ma soprattutto ricco di eventi e sorprese pensate principalmente per i bambini, veri protagonisti del Natale.

In una breve conferenza stampa viene illustrato il fitto programma, e gli appuntamenti di quest’anno sono davvero sorprendenti!

Pubblicità
Pubblicità

A parlarcene l’Assessore al Commercio e Turismo Andrea Paternoster, che dopo aver sottolineato il prezioso aiuto di Rosaria Aliprandini, Paola Depero e dagli addetti del negozio Angolo del Verde che hanno curato l’allestimento, presentando le novità realizzate quest’anno, tra tradizione e novità.

La Direttrice Artistica Paola Depero spiega che per costruire il Villaggio di Ghiaccio si è pensato ad una location suggestiva, e la naturale struttura di Casa de Guelmi sembrava predisposta proprio per installazioni di questo genere, arrivando ad ottenere un magnifico insieme costituito da pupazzi animati, suoni, profumi, decorazioni e addobbi.


Il Presidente del Consorzio Cles Iniziative Marco Cattani illustra i due alberi di Natale principali: uno legato alla tradizione posizionato davanti a Palazzo Assessorile, e l’altro, rivolto alla modernità, in piazza Granda, addobbato con decorazioni dedicate a tutti gli associati del Consorzio.

Spiega inoltre che quest’anno la borgata sarà pervasa da una gioiosa atmosfera tradizionale ma anche innovativa, visto che i materiali usati per le installazioni sono stati in gran parte recuperati dalle manifestazioni estive ed autunnali e riutilizzati, all’insegna del risparmio e del riciclo. Anche le luminare sono ‘ecofriendly’, e cioè amiche dell’ambiente, essendo a basso consumo con un consistente risparmio energetico.

Ricorda il grande contributo dato dalle Associazioni di volontariato e dai Gruppi Rionali che come sempre collaborano con gli enti locali nella preparazione delle manifestazioni.

‘I negozi del Consorzio porranno nelle loro vetrine un cubo di cristallo con all’interno dei fili luminosi, a significare il filo conduttore che unisce e lega gli associati. I negozi rimarranno aperti durante tutte le festività nei pomeriggi di sabato 8, domenica 9 e 16, mentre domenica 23 saranno aperti tutto il giorno, e non ci saranno le chiusure infrasettimanali, dando la massima disponibilità per gli vuole effettuare gli acquisti natalizi. Come già detto, questo Natale sarà all’insegna della solidarietà rivolta alla popolazione della vicina Val di Sole recentemente colpita da nubifragi e alluvioni; per questo la Pasticceria Ramus ed il Panificio Cles Pane e Dolci hanno realizzato panettoni e zelten. In collaborazione con l’UPT (Università Popolare Trentina) nella giornata di sabato 15 gli studenti della scuola di Cles, nel negozio ex ortofrutta Angeli in piazza Municipio, metteranno in vendita i suddetti dolci, ed il ricavato andrà devoluto in beneficenza alla gente sfollata del Comune di Dimaro. Anche i ristoranti Flamingo e Giardino si sono uniti all’iniziativa; infatti l’incasso dei coperti di venerdì 21 sarà devoluto sempre al Comune di Dimaro. Queste offerte saranno consegnate al Sindaco di Dimaro nel corso del festival Cantacles is Christmas’.

Questo ‘Natale Clesiano – percorsi di gusto, magia e solidarietà’ è stato ideato e realizzato dal Comune di Cles in collaborazione con il Consorzio Cles Iniziative e la Pro Loco di Cles.

Per un Natale che si rispetti non può mancare il presepio: ci hanno pensato il Gruppo Rionale Spinazeda con il Gruppo Alpini Cles allestendo la mostra ‘Presepi d’incanto a palazzo’, visitabile dall’8 dicembre al 6 gennaio prossimo, in concomitanza con la mostra ‘Intrecci di seta – La manifattura Viesi di Cles’, (qui l’articolo Presentata a Cles la mostra «Intrecci di seta») tutte da vedere.

Si sa che il sogno di ogni bimbo è vedere dove vive Babbo Natale, e quest’anno i piccoli saranno accontentati con il ‘Sentiero degli Elfi’ che, in via Fratelli Strudl, li condurrà direttamente nel ‘Villaggio di ghiaccio’ a Casa de Guelmi, dove ad attenderli ci saranno gnomi, elfi, renne, orsi polari, e, naturalmente, Babbo Natale in persona; ma per entrarvi servirà una chiave magica, la ‘Chiave dei sogni’ che aprirà ufficialmente il villaggio sabato 8 dicembre.

In Corso Dante, nella ‘Casa di Babbo Natale’, contornata da uno splendido parco con abeti e renne, tutti i pomeriggi di festa Babbo Natale aspetta le letterine e i disegni consegnategli dai bambini che, come di consueto, potranno partecipare al concorso ‘Scrivi e vinci Babbo Natale’ con ricchi premi per tutti; inoltre avranno l’occasione per farsi fotografare proprio in braccio a Babbo Natale!

I bambini non si annoieranno di certo durante le vacanze natalizie; innumerevoli laboratori li attendono per creare folletti burloni, timbri di Natale, angeli natalizi, freddolosi pupazzi di neve, e, per finire, il 6 gennaio in Corso Dante ‘Arriva la Befana’, immancabilmente carica di doni per tutti i bimbi!


Anche i grandi avranno la loro parte di divertimento, in particolare sabato 8 dicembre ci sarà un laboratorio per imparare a realizzare piccoli biscotti speziati, che poi potranno gustare assaporando un buon brulè in Corso Dante.

Domenica 23 dicembre potranno dare sfogo alla golosità nelle tante bancarelle con i prodotti locali delle nostre Valli di Non e Sole e con le mele del Frutteto Storico di Cles.

E a chi adora leggere, da non tralasciare il consueto mercatino ‘I libri cambiano mano’ sabato 29 dicembre presso la Biblioteca.

Per gli amanti della musica non mancheranno i concerti: in Sala Borghesi Bertolla giovedì 13 dicembre ‘Concerto di Natale’ con gli allievi di musica moderna della Scuola Musicale C. Eccher, che riproporranno sabato 15 dicembre nella Chiesa Parrocchiale insieme alla Corale Monteverdi.

Giovedì 20 dicembre nella Chiesa di Santa Maria a Mechel, ‘Armonie di Natale’, con la Coralità Clesiana e i Cantori Solandri. Prezioso sarà il ‘Concerto di Natale’, venerdì 28 dicembre alla Chiesa dei Frati Francescani con la soprano Baudjanova Gulnora accompagnata dal violinista Sergio la Vaccara e dalla arpista Chiara Brun; evento a cura del Comitato trentino della Fondazione Ivo de Carneri. Per cominciare bene l’anno nuovo, ‘Concerto di inizio anno’ sabato 5 gennaio con il Gruppo Bandistico Clesiano.

Chi preferisce la danza non rimarrà deluso: venerdì 21 dicembre al Cinema Teatro di Cles la Compagnia Ariston Proballet eseguirà ‘Sogno di una notte di mezza estate’.

Se vi piacciono i film, tantissime proiezioni vi attendono al Cinema Teatro di Cles per tutto il mese di dicembre.

Il tradizionale spettacolo Cantacles in occasione delle festività venerdì 4 gennaio al Cinema Teatro di Cles si ripropone in una nuova veste intitolata ‘Cantacles is Christmas’ curata da Gisella Ferrarin, che vedrà i protagonisti delle precedenti edizioni cimentarsi nei classici brani natalizi, insieme al pianista Roberto Gorgazzini, al contrabbassista Roberto Dellantonio e al batterista Mario Punzi; ospite speciale la cantautrice Machella; la presentazione sarà affidata al collaudato performer Luciano Brusinelli, 

Per finire in bellezza lunedì 31 dicembre il consueto ‘Capodanno in piazza’ in Corso Dante e Piazza Granda con musica e vin brulè aspettando il nuovo anno.

Ci attende dunque un nuovo ed indimenticabile ‘Natale Clesiano’ all’insegna del divertimento, del gusto, ma quest’anno soprattutto in nome della solidarietà.

Programma completo disponibile presso la Pro Loco di Cles e sul sito del Comune di Cles.

 

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Sabato 20 luglio ad Andalo l’inaugurazione del nuovo Sarnacli Mountain Park

Pubblicato

-

Sabato 20 luglio alle ore 11.00 ad Andalo sarà inaugurato il nuovo percorso didattico “Sarnacli Mountain Park” realizzato dal Parco Naturale Adamello Brenta e dal Comune di Andalo.

Quest’area verde attrezzata con installazioni sensoriali che riprodurranno alcuni luoghi delle Dolomiti di Brenta diventerà la “porta” orientale del Parco.

Sabato 20 luglio sarà inaugurato il nuovo percorso didattico sensoriale “Sarnacli Mountain Park” di Andalo.

Pubblicità
Pubblicità

Il programma prevede l’inizio della cerimonia alle ore 11.00 al Plan dei Sarnacli con i saluti delle autorità presenti tra cui Mario Tonina, assessore all’ambiente della Provincia autonoma di Trento, Joseph Masè, presidente del Parco Naturale Adamello Brenta, e Alberto Perli, sindaco di Andalo.

Dopo il taglio del nastro, l’artista delle percussioni, Luciano Baldan, eseguirà uno speciale accompagnamento sonoro utilizzando alcune installazioni del Sarnacli Mountain Park, da lui stesso ideate.

L’opera è stata commissionata dal Comune di Andalo e dal Parco Naturale Adamello Brenta, è stata progettata dall’architetto Andrea Miserocchi dello studio Minove, insieme al gruppo di lavoro composto dal settore didattica del Parco, dall’amministrazione comunale e dai progettisti, ed è stata realizzata da Xilema Consulting.

Ai lavori hanno collaborato anche le squadre operai del Parco per la sistemazione finale dell’area e la realizzazione della sentieristica.

L’intero percorso è rivolto alle famiglie per vivere in maniera figurata 13 luoghi del Brenta orientale, raggiungibili con un’escursione di una giornata da Andalo.

In ognuna delle postazioni è possibile scoprire una peculiarità naturalistica o culturale del territorio attraverso il gioco. In un’area verde di 1,5 ettari vi sono quindi la palestra di roccia al Piz Galin, gli scivoli detritici al Rifugio Croz, il Rifugio Tosa Pedrotti in miniatura, e molte altre installazioni per esperienze sensoriali, corredate da pannelli informativi.

L’opera ha avuto un costo complessivo di circa 150.000 euro ed è stata ammessa a contributo del 90% da parte del Servizio aree protette della Provincia Autonoma di Trento nel programma del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 per l’operazione 7.5.1

“Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricettive e informazioni turistiche”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Pascal Rizzi prosegue al meglio la preparazione sullo Stelvio: «Le caviglie operate, con annessi fastidi, sono ormai un ricordo»

Pubblicato

-

Pascal Rizzi sullo Stelvio durante la preparazione in vista della prossima stagione agonistica

Il posto in squadra Fisi (Federazione Italiana Sport Invernali) per la prossima stagione invernale è stato annunciato pubblicamente dalla Federazione Italiana: Pascal Rizzi è stato inserito nel gruppo W.C./E.C. (Coppa del Mondo/Coppa Europa). (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Bike Transalp, il traguardo per la prima volta al Lago di Molveno

Pubblicato

-

In queste ore più di 1000 biker sono impegnati nella Bike Transalp 2019, la competizione tedesca più famosa delle Alpi che ha aperto i battenti la scorsa domenica e chiuderà sabato 20 luglio 2019 a Molveno.

L’edizione di quest’anno vede quasi 1000 atleti impegnati in 7 tappe per 550 chilometri e 18.580 metri di dislivello, con il traguardo finale spostato per la prima volta dal Lago di Garda alle rive del Lago di Molveno.   (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza