Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Cavalese, è nata la prima bambina dopo la riapertura

Pubblicato

-

Primo parto nel punto nascite di Cavalese che era stato riaperto il 1° dicembre scorso dopo una lunga battaglia.

La bambina venuta alla luce si chiama Nives, pesa 3 chili e 600 grammi e sta bene.

Pubblicità
Pubblicità

Parto, fortunatamente, senza complicazioni quello avvenuto alle 5:20 che ha portato una nuova vita in una famiglia di Predazzo.

Pubblicità
Pubblicità

Nel pomeriggio, alle 16, è previsto l’arrivo del presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti che saluterà la famiglia.

Pubblicità
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Giovedì a Cavalese le finali nazionali Crai Under 13 3×3

Pubblicato

-

È tutto pronto in Val di Fiemme per il taglio del nastro.

Per l’apertura, in programma giovedì 23 maggio, a Cavalese delle finali nazionali Crai Under 13 3×3.

Pubblicità
Pubblicità

Allo Stadio del Ghiaccio di Cavalese, per l’occasione trasformata in una splendida arena dedicata alla pallavolo giovanile con l’installazione di sette campi da volley, si terrà la cerimonia di apertura di questa finale nazionale giovanile.

Pubblicità
Pubblicità

La prima, con la moderna formula, ospitata dal Trentino dopo quella Under 14 femminile giocata alle nostre latitudini un ventennio or sono.

I giovani campionissimi del domani stanno già iniziando ad arrivare in Val di Fiemme dove, alle ore 18, di giovedì 23 maggio è in programma al PalaFiemme la presentazione ufficiale delle 28 squadre qualificate per queste finali.

Sul palco del centro congressi di Cavalese, splendidamente ristrutturato per i Mondiali di sci nordico del 2013, sfileranno tutti i sestetti giunti per cercare di conquistare il titolo italiano.

Ospite speciale di questo vernissage, accanto a Massimo Dalfovo presidente del Comitato regionale trentino della Fipav, sarà Franco Bertoli.

L’ex “Mano di Pietra” della mitica Panini Modena e della nazionale italiana sul palco interagirà con i ragazzi e parlerà con loro di queste finali e della sua lunghissima carriera, mentre tutti quanti potranno iniziare a prendere confidenza con Cavalese e la Val di Fiemme.

In una prima giornata trentina che culminerà con la cena, alle ore 20, nei rispettivi alberghi prima della riunione tecnica in programma alle ore 21 al PalaFiemme.

Dalle ore 9 di venerdì il via alle partite, che proseguiranno nelle giornate del 24 e 25 maggio fino alle ore 19.

Domenica 26 maggio sarà la volta delle finali, per arrivare alle 12.30 alla sfida per il titolo italiano che sarà trasmessa in diretta streaming sui canali social e YouTube della Federazione italiana pallavolo.

Durante tutta la tre giorni di evento sarà possibile restare aggiornati sull’andamento del torneo attraverso il sito ufficiale della manifestazione e grazie agli aggiornamenti in tempo reale che saranno pubblicati sulla pagina Facebook, sui canali di YouTube e di Twitter e sul profilo Instagram della Fipav del Trentino

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Operazione ascolto e presa d’atto della realtà dei servizi alla persona della Val di Fiemme

Pubblicato

-

Sanità trentina: proseguono le visite di ricognizione.

Dopo l’incontro a Cavalese – su invito del presidente della Comunità territoriale della Valle di Fiemme – con i sindaci e rappresentanti dei Comuni della Valle (Cavalese, Predazzo, Castello e Molina, Valfloriana, Carano e Varena) e i due consiglieri provinciali (uno di maggioranza e uno di opposizione), lunedì l’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia ha visitato il presidio ospedaliero di Cavalese (seconda visita dopo quella del dicembre scorso), le due case di riposo di Tesero e di Predazzo.

Pubblicità
Pubblicità

Visite approfondite per constatare di persona e raccogliere, dalla voce di chi nelle strutture opera tutto l’anno, le esigenze e le informazioni volte a definire il quadro completo della situazione.

PubblicitàPubblicità

Il direttore medico dell’ospedale di Cavalese, Pierantonio Scappini e il responsabile del servizio professioni sanitarie Matteo Vezzoli, hanno accolto l’assessore alla salute illustrando la situazione del presidio ospedaliero sia dal punto di vista tecnico-logistico, dell’efficacia funzionale rivolta sia a residenti sia a turisti, sia dal punto di vista delle esigenze del personale medico e infermieristico.

Il confronto, anche con i medici (Fabrizia Tenaglia, Gerardo Liguori, Marco Molinari, Paolo Valduga, Rosi Patrizia, Roberto Moggio) dei vari reparti (pronto soccorso, punto nascite-ostetricia-ginecologia, ortopedia-traumatologia, chirurgia, medicina e day hospital oncologico), è stato ampio e dettagliato.

“La riorganizzazione sperimentale, voluta dall’azienda sanitaria, va avanti fino a fine dicembre, a noi serve per capire esattamente dove andare a modificare, a rivedere e come riorganizzare gli ospedali di valle. Noi in questi mesi lavoriamo in tal senso proprio per capire la riorganizzazione, le necessità dei territori e che cosa andare a modificare entro il 31 dicembre prima che scada la sperimentazione”. A proposito della necessità di nuovi spazi (come per esempio al pronto soccorso), l’assessore ha convenuto con i presenti che “il progetto va fatto con chi lavora in ospedale“.

Dopo la visita al presidio ospedaliero l’assessore ha voluto confrontarsi con il presidente, Diego Canal, e la direttrice, Roberta Bragagna, della Casa di riposo “Giovanelli” di Tesero.

Dopo un colloquio approfondito sulle necessità della Casa di Riposo riguardanti, fra l’altro, la difficoltà di fare budget, la precarietà dei lavoratori, le liste d’attesa e altre questioni tecnico-pratiche, l’assessore ha visitato la struttura e salutato alcuni ospiti. La Casa di riposo “Giovanelli” ne ospita 79.

Quindi, a Predazzo, l’incontro alla Casa di riposo “San Gaetano” è stato con il presidente Francesco Delugan, la direttrice (condivisa con la struttura di Vigo di Fassa) Alessia Daprà, la vicepresidente Elisa Piazzi e la vicedirettrice Cristina Dellantonio.

La struttura di Predazzo ospita 90 persone di cui 86 in convenzione. Anche qui il confronto è stato molto approfondito e, come già fatto nelle altre strutture visitate durante la mattinata, l’assessore ha chiesto ai responsabili di inviare al dipartimento promemoria di quanto discusso in modo che si possa continuare il confronto, rendendolo operativo, in sede di dipartimento e assessorato.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Frana in val di Cembra: chiusa la statale 612. Il video

Pubblicato

-

La strada statale 612, tra Cembra e Lisignago, è rimasta chiusa fino alle ore 14.00 di oggi 22 maggio, a causa di una frana che si è verificata in mattinata al km 13,5.

È stata riaperta con viabilità a traffico alternato poco dopo le 14.00.

Pubblicità
Pubblicità

Sono in corso le operazione di disgaggio.

PubblicitàPubblicità

Viene comunque garantito il passaggio ai mezzi del servizio pubblico e a quelli di emergenza.

Nel servizio l’intervista a Marco de Giovanelli capo della polizia locale di Cembra e a Damiano Zanotelli Sindaco del comune di Cembra – Lisignago che fanno il punto della situazione

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza