Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

CNA Trentino Alto Adige chiede sgravi fiscali alle Province di Trento e Bolzano

Pubblicato

-

Il presidente Corrarati

CNA Trentino Alto Adige esprime apprezzamento per l’emendamento alla manovra del Governo che raddoppia l’attuale deducibilità dell’Imu sugli immobili strumentali e chiede alle Province autonome di Bolzano e Trento di completare il quadro dello sgravio fiscale con una riduzione dell’aliquota. 

“Ora – aggiunge l’Associazione – ci attendiamo dal Governo la riduzione dei premi Inail e l’abolizione del Sistri”.

“È stato compiuto – sottolinea Claudio Corrarati, presidente della CNA Trentino Alto Adige – un passo importante verso la deducibilità integrale dell’Imu sugli immobili strumentali, un atto di giustizia fiscale. Come il Governo aveva promesso alla CNA, un emendamento alla manovra raddoppia l’attuale livello di deducibilità dal 20 al 40 per cento riconoscendo, sia pure parzialmente, che gli immobili strumentali come capannoni, laboratori, negozi non costituiscono un bene di lusso ma sono indispensabili all’attività d’impresa e alla creazione di lavoro. Ci auguriamo che analoga impostazione venga adottata dalla giunta provinciale di Trento, già costituita, e dal quella di Bolzano, in corso di formazione, affinché, sfruttando l’autonomia fiscale, abbattano l’aliquota dell’Imu, che si chiama Imi in Alto Adige e Imis in Trentino, sugli immobili strumentali. Se non fosse possibile la riduzione o l’azzeramento dell’aliquota per tutti gli immobili, proponiamo in alternativa di dare un segnale riducendola o azzerandola per gli immobili produttivi ad alta efficienza energetica, che danno un contributo ai Comuni nel contenimento dell’inquinamento, e per gli immobili inutilizzati per cessata attività”.

CNA regionale aggiunge: “Avevamo chiesto al Governo atti concreti in favore degli artigiani e delle piccole imprese. Ieri si è cominciato a passare dalle parole ai fatti. Confidiamo che, nell’ancora lungo iter di approvazione della manovra, l’emendamento ne diventi parte integrante. Ora ci attendiamo ulteriore attenzione da parte del Governo e del Parlamento nei confronti degli artigiani e delle piccole imprese, a cominciare dalla riduzione dei premi Inail e dall’abolizione del Sistri”.

Pubblicità
Pubblicità

economia e finanza

Lampade Rotaliana: a Mezzolombardo il top del design dell’illuminazione

Pubblicato

-

Innovazione, design, qualità. E una ricerca continua per garantire al cliente un prodotto all’avanguardia e in grado di soddisfare le sue richieste. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

economia e finanza

Falc Salotti: quando la qualità paga sempre

Pubblicato

-

Da oltre 40 anni presente sul mercato con le sue creazioni, anche quest’anno  Falc Salotti fa parlare di se. Perché?

Il motivo è sempre lo stesso… perché è affidabile, professionale, di classe, elegante.

A differenza di altre realtà in cui si cerca continuamente di cambiare qualcosa nella mentalità aziendale,  Falc Salotti  rimane fedele al suo principio “soddisfare le esigenze del cliente”.

E come confessano i signori Berlanda, “sono davvero tante, dalle misure ai colori, dalla seduta al bracciolo”.

Questo non significa assolutamente che non ci sia  un occhio di riguardo all’innovazione, al cambiamento.

Lo si nota appena entrati in negozio, dove ad accogliervi troverete, oltre a personale competente, una vasta gamma di divani da esposizione.

La sede storica di produzione e vendita è a Cares Frazione di Comano Terme, ma da qualche anno grazie all’apertura dei punti vendita di Trento e Bolzano, Falc Salotti può vantare una copertura quasi totale sul territorio.

E non è certo l’unica cosa di cui possono vantarsi i signori Berlanda, esperti timonieri di questa azienda.

Fra i meriti non posso fare a meno di menzionare la presenza di un punto vendita a New York City.

Questa grande possibilità è stata riservata a loro e ad altre 10 aziende trentine accuratamente selezionate dal noto architetto Claudio Conter, il quale ha voluto creare un consorzio “Made In Italy” per esportare le conoscenze e competenze di altissimo livello degli artigiani trentini.

Il sig. Omar Berlanda mi racconta con passione del suo lavoro, di come hanno iniziato lui e suo zio Lorenzo  a produrre e vendere divani letto negli anni 80.

Con il passare del tempo si sono adattati ai cambiamenti, sono riusciti ad adeguare la produzione alle diverse esigenze.

Hanno saputo distinguersi rispetto ad altri per alcune caratteristiche fondamentali.

Primo fra tutti sicuramente la produzione su misura; il cliente ha la possibilità di personalizzare completamente il proprio divano.

Può scegliere il tessuto, le misure, il numero di sedute; non c’è un divano uguale all’altro, l’unica cosa che li accomuna è la professionalità con cui vengono realizzati.

Non meno importante è la scelta di avvalersi di artigiani qualificati che lavorano con professionalità, con grande cura dei dettagli e dei particolari.

E’  infatti grande orgoglio per questa azienda poter dire che ad oggi la produzione è interamente realizzata a mano e che possono assicurare al cliente un ottimo servizio post vendita.

Nella nostra chiacchierata Omar mi racconta che “in un divano Falc trovi tutto, la tradizione  e la competenza legata alla cultura territoriale ma anche il design e la ricerca del materiale più sofisticato, che rendono il divano o la poltrona bella, comoda  e durevole nel tempo”.

Da Fal Salotti le possibilità sono infinite e anche il cliente più esigente uscirà soddisfatto.

E’ questa da sempre la filosofia aziendale, accontentare il cliente, renderlo sicuro di aver fatto un buon investimento.

Per Falc Salotti non basta vendere un divano, il cliente deve uscire felice, soddisfatto e raccontare ad altri “com’è  comodo su quel divano”.

Il passaparola secondo Omar e Lorenzo Berlanda è sempre stata la migliore pubblicità, quella più efficiente, non c’è feedback migliore.

E a giudicare dai risultati non si può certo dargli torto, un’azienda saldamente presente sul mercato che ha come obiettivo quello di continuare a fare quello che sa fare meglio, con serenità, passione e competenza.

Articolo pubblicitario 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

economia e finanza

Albergatori trentini in assemblea con Fugatti e Failoni: “Costruire insieme un Trentino più moderno”

Pubblicato

-

Si è tenuta oggi pomeriggio, nell’Aula magna di Seac, l’assembla di Unat – Unione albergatori, dedicata all’approvazione del bilancio e ad altri adempimenti tecnici. Ma l’incontro è stato anche l’occasione per ospitare i rappresentanti del nuovo governo provinciale: il presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti, l’assessore al turismo Roberto Failoni e il consigliere provinciale Ivano Iob. Questi ultimi due anche soci della stessa Unat. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
    Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it