Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Fugatti alla riapertura di Artesella: un segnale di speranza ad un Trentino che sa reagire

Pubblicato

-

È passato solo un mese da quando la violenza del vento ha devastato i boschi trentini, ma questo pomeriggio Artesella ha saputo trovare la forza per lanciare un forte messaggio di speranza.

Lo ha fatto aprendo in tempo record il percorso che ruota attorno a Malga Costa dove dimora, tra le altre opere d’arte, la ormai famosa Cattedrale vegetale.

Un momento simbolico al quale ha partecipato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti accompagnato dall’assessore Stefania Segnana, presenti anche il presidente del Consiglio provinciale Walter Kaswalder, il sindaco reggente Enrico Galvan, il presidente della Comunità di Valle Attilio Pedenzini e naturalmente Giacomo Bianchi ed Emanuele Montibeller rispettivamente presidente e direttore artistico di Artesella.

PubblicitàPubblicità

“È un segnale di speranza per un Trentino che sa reagire e rimettersi in piedi con le proprie gambe – ha commentato Fugatti – e ringraziamo per questo Artesella ed i suoi artisti. Proprio a loro, quei professionisti capaci di creare bellezza e di inventare ciò che non è ordinario, diciamo che davanti adesso hanno una sfida in più. Qui la natura ha fatto il suo corso lasciando dei segni evidenti sul territorio: sta a voi ricostruire quell’equilibrio fra arte e natura che sono sempre state la mission di questo posto”.

“Artesella continuerà a fare Artesella – ha confermato Emanuele Montibeller – cioè a dialogare con la natura. Anche quando la natura è molto forte. E siccome la questione ambientale è diventata ineludibile e centrale per noi tutti, il contributo che la cultura potrà dare va proprio nel verso di elaborare idee e comportamenti per il futuro”.

Nuovi paradigmi dunque, anche pensando – come ha detto Giacomo Bianchi – al tempo che se prima veniva rispettato “secondo le esigenze della natura che trasforma le opere d’arte qui ospitate, questa volta ha impresso un’accelerazione cui non eravamo abituati. Ma il fatto che siate qui oggi ci aiuta: grazie quindi alle istituzioni e grazie anche alle aziende per l’aiuto non solo economico ma anche per la vicinanza di pensiero che ci accompagna e ci aiuta a pensare al futuro di Artesella”.

La riapertura del percorso di Malga Costa (una ventina le opere esposte) è stata suggellata dal dono di un piccolo albero che è stato piantato dal presidente Fugatti e dal sindaco Galvan.

Per chi volesse aderire alla raccolta fondi è stata aperta una sottoscrizione. A questo link ci tutte le informazioni per aderire.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Stamattina gli assessori Failoni e Spinelli hanno visitato la nuova Colbricon Express

Pubblicato

-

Realizzata in tempi record, nonostante l’emergenza maltempo delle scorse settimane, è entrata in servizio venerdì 7 dicembre a San Martino di Castrozza, la nuova telecabina Colbricon Express, dopo i lavori di ammodernamento dei sistemi di innevamento completati nelle scorse stagioni.

Il nuovo impianto da 10 posti, sostituisce le due seggiovie che da San Martino di Castrozza portano in Valbonetta

Stamattina gli assessori provinciali Roberto Failoni e Achille Spinelli hanno visitato la skiarea, salendo anche sulla nuova cabinovia per un giro di prova con gli amministratori locali.

PubblicitàPubblicità

Il taglio ufficiale del nastro del nuovo impianto con il presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, si terrà a gennaio 2019.

Oltre al presidente della Società San Martino Rolle spa Giacobbe Zortea, all’incontro con gli assessori provinciali erano presenti tra gli altri, il presidente della Comunità di Primiero Roberto Pradel, il sindaco di Primiero San Martino di Castrozza Daniele Depaoli, il presidente di Anef, Valeria Ghezzie il presidente della locale Azienda per il turismo Antonio Stompanato.

L’assessore provinciale all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo  Roberto Failoni, dopo il giro di prova si è detto: “Emozionato per questo nuovo impianto realizzato ai piedi delle Pale di San Martino”; l’assessore ha voluto ringraziare: “Quanti hanno collaborato alla costruzione della nuova cabinovia.  Un impianto da 10 posti, 5 minuti di percorrenza, un tempo eccellente per permettere a tutti di vedere queste splendide montagne. Una zona forse un po’ dimenticata negli ultimi tempi  – ha ribadito l’assessore Failoni – ma questo impianto è però una grande partenza per guardare verso Passo Rolle in tempi molto brevi. Per quanto riguarda l’inizio della stagione invernale in Trentino – ha continuato Failoni -, le sensazioni sono ottime: aspettiamo che arrivino ancora un po’ di neve e un po’ di freddo per essere al top in pochi giorni. Nei prossimi mesi definiremo le priorità della nuova Giunta per quanto riguarda il comparto del turismo”.

Sulla stessa linea anche l’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli che dal campo scuola in zona Prà delle Nasse, precisa: “E’ stata un’esperienza molto positiva visitare questa skiarea con il collega Failoni. Crediamo molto in queste iniziative in grado di dare sviluppo al territorio, che forse ha subito qualche difficoltà negli ultimi tempi. Per quanto riguarda le mie competenze: sviluppo economico, ricerca e politiche del lavoro, sono tre settori impegnativi. Faremo partire una sorta di stati generali della ricerca con ottica 10/15 anni. Vogliamo dare la strada alla ricerca scientifica e allo sviluppo con ricaduta economica sul territorio. Per noi, il lavoro è una priorità”.

Da parte degli amministratori e impiantisti locali, infine, è stata ribadita la necessità di completamento del progetto di collegamento impiantistico San Martino – Passo Rolle.

I dati tecnici del nuovo impianto – La nuova telecabina Leitner ad agganciamento automatico, con una portata oraria di 2400 persone, accorcerà notevolmente i tempi di trasferimento dalla località Interski Ces al Pian delle Cartucce, dai 20 minuti delle due seggiovie ai soli 6 minuti attuali.

Come tutti gli altri impianti del comprensorio sciistico San Martino di Castrozza-Passo Rolle, anche questa cabinovia sarà alimentata da energia 100% rinnovabile, prodotta dalle centrali idroelettriche delle Valli di Primiero e Vanoi.

Questa skiarea, punta meridionale del Dolomiti Superski, fa del rispetto per l’ambiente e della sostenibilità ambientale il suo fiore all’occhiello. Basti pensare che i suoi 60 chilometri dI piste si snodano tutti all’interno del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, nel cuore delle Dolomiti, dichiarate dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Nella vicina Alpe Tognola, sono stati ultimati i lavori di ampliamento della pista “Cima Tognola” e il rifacimento della linea di innevamento programmato che serve la pista. Terminati anche i lavori propedeutici alla realizzazione della nuova seggiovia esaposto

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Un’enorme maxi torta per festeggiare il 18° compleanno del Center shop Valsugana a Pergine

Pubblicato

-

Shop center Valsugana diventa maggiorenne,

Correva infatti l’anno 2.000 quando il centro commerciale fu aperto al pubblico dopo anni di lavori.

Oggi, sabato 8 dicembre, per festeggiare il 18° anniversario del centro, l’organizzazione regalerà una fetta della maxi torta a tutti gli intervenuti

Pubblicità
Pubblicità

Nella luminosa galleria commerciale disposta su due piani si trovano 55 negozi che raggruppano un’offerta trasversale.

La maxi torta è stata offerta in collaborazione con la pasticceria Laner ed è stata posizionata nello spazio espositivo di Aluray. 

Numerose le persone presenti all’inizio dell’evento che è iniziato alle ore 16.00

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

San Cristoforo: piomba a velocità folle sulle auto in sosta. Illeso 24 enne di Lavis. Il video

Pubblicato

-

Nessun ferito grave, e questo è un vero miracolo.

Nel video infatti si vede la velocità con cui l’automobile completamente impazzita piomba sulle auto in sosta a velocità folle.

Sembrerebbe quasi una manovra da vero stuntman che sta girando un film. Invece è tutto vero.

PubblicitàPubblicità

L’incidente è avvenuto a san Cristoforo tre notti fa vicino al panificio dove un malcapitato dipendente (F.B. le iniziali) aveva posteggiato la propria macchina regolarmente prima di entrare al lavoro nel panificio.

Al povero panificatore non è rimasto altro che prendere atto dei danni della sua macchina.

Il fenomeno che forse credeva di essere su una pista di formula uno risulta essere un 24 enne di Lavis.

La sua macchina oltre che andare a velocità folle aveva montato ancora gli pneumatici estivi.

Nel video si nota che la macchina perde aderenza nel momento in cui il conducente, probabilmente consapevole di correre troppo, prova a frenare.

Il ragazzo uscito con le sue gambe dall’abitacolo e risultato illeso si è messo a piangere per lo shock.

 

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
    Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it