Connect with us
Pubblicità

Politica

Walter Kaswalder eletto presidente del consiglio della provincia autonoma di Trento

Pubblicato

-

Alla fine il consiglio provinciale ha espresso il suo nuovo presidente.

Ci sono voluti però 4 tentativi prima della nomina definitiva

Walter Kaswalder è stato eletto dopo una prima chiamata a «vuoto» dove i consiglieri della minoranza hanno abbandonato l’aula facendo ancora una volta mancare il numero legale per la sua possibile elezione.

Pubblicità
Pubblicità

La sospensione in attesa della possibile elezione non è servita ad un granché, infatti il muro contro muro è continuato.

Kaswalder allora ha deciso di chiedere un incontro con i capigruppo dei partiti delle minoranze richiedendo anche la presenza del governatore Fugatti. 

Al rientro in aula la situazione si è sbloccata ed è stata così possibile la sua elezione anche se le minoranze hanno votato scheda bianca.

Pubblicità
Pubblicità

Rossi (Patt) ha detto, a seguito dell’incontro con Fugatti e degli altri rappresentanti dei gruppi e Kaswalder, di voler partecipare alla votazione annunciando scheda bianca. Questo perché, ha detto, la presidenza è della maggioranza e noi siano dell’opposizione. Rossi ha auspicato il rispetto dei diritti delle minoranze e il funzionamento corretto dell’Aula.

Infine, il consigliere Patt ha apprezzato la volontà di Kaswalder di andare nel solco di chi lo ha preceduto in aula.

La Presidenza del Consiglio, ha aggiunto Rossi, è un ruolo di grande importanza. In passato alcuni, anche per espressioni di Kaswalder, questo ruolo, come quello della presidenza Pat, sono stati spesso definiti non come ruoli, ma come “poltrone” o con termini come “carege” e “cadrege”. “Sono convinto – ha continuato – che l’importanza di questo ruolo consentirà a Kaswader che il suo è un ruolo importantissimo, di alta rilevanza istituzionale e non di una “carega”. Questo vale che si sia in maggioranza o in minoranza. E’ utile ricordare a tutti, ha concluso, che le parole che usiamo qui discreditano, che si sia in maggioranza o minoranza, le istituzioni”.

Giorgio Tonini /(Pd) ha detto di aver apprezzato il gesto di Kaswalder e Fugatti di un confronto con minoranze. Gesto che ha assecondato il dialogo tra minoranza e maggioranza sulle istituzioni a partire dalla più alta, il Consiglio. L’ambizione, ah ricordato, era quella di convergere su un nome della minoranza gradito alla maggioranza o viceversa. Quindi, il Pd pur non votando Kaswalder ma scheda bianca, ha apprezzato le garanzie di terzietà della Presidenza.

Il Presidente, ha detto ancora l’esponente Pd, deve garantire la funzionalità dell’aula per permettere alla maggioranza di realizzare il programma e, dall’altra, garantire il ruolo delle minoranze.

La differenza tra una democrazia, ha sottolineato, e una non democrazia è la garanzia delle minoranze. Su questo, ha concluso, abbiamo apprezzato le parole dette nell’incontro da Kaswalder, sperando che sia lo stile per i prossimi cinque anni. I segnale richiesto è venuto, anche dal Presidente della Giunta, cioè la costituzione di una commissione speciale per i danni dal maltempo. La disponibilità di Fugatti, ha detto ancora Tonini, è quello che ci permette di dire che il clima è positivo.

Paolo Ghezzi (Futura 2018) ha detto che il suo gruppo ha accettato l’approccio di Kaswalder di venire ad offrire il suo ruolo con una garanzia. Ci saremmo aspettati dal Presidente della Pat, ha aggiunto, qualche parola in più. Il presidente si è comportato, una volta di più, da proconsole di Salvini in Trentino, e non da presidente di tutti i trentini.

Un atteggiamento ha affermato che a noi non piace. La nostra, ha affermato, non è una posizione pregiudiziale, lo dimostra il fatto che abbiamo valutato positivamente la decisione di Fugatti di mantenere come direttore generale Nicoletti . Una scelta di buon senso e di continuità. Non vogliano fare i campioni dell’opposizione che vogliano fare in modo intransigente ma anche intelligente. Bene comunque l’istituzione di una commissione sui danni del maltempo, che in realtà è una tragedia. E chi c’era ai funerale della mamma di Dimaro lo ha potuto constatare drammaticamente. Ghezzi ha auspicato uno stile diverso da parte del Presidente della Pat. A Kaswakder (Ghezzi ha annunciato scheda bianca) l’esponentedi Futura ha ricordato che 73 trentini su 100 non hanno vitato Lega. Ed ha concluso ausicando che Kaswalder, che è uomo del popolo e ha fatto il sindaco, sappia essere un garante di tutti.

Filippo Degaseri (5 Stelle), annunciando voto positivo, s’è detto soddisfatto che questa vicenda sia rientrata nell’alveo della normalità, più in virtù della minoranza che della maggioranza che non ha mai fatto partire il dialogo. Il metodo, ha aggiunto, è stato sbagliato così come lo è stato in Consiglio regionale e su questo va fatto, da parte della maggioranza, una riflessione. L’esponente di 5 Stelle ha chiesto a Kaswalder di rispettare tutti i consiglieri, non solo quelli di minoranza, e ha auspicato una maggiore attenzione alla “macchina”del Consiglio. Kaswalder è una persona franca e che fa capire cos’ha in testa. Inoltre, ha chiesto a al neo Presidente di rispettare il Tricolore, contrariamente a quanto succede in Consiglio regionale.

Mara Dalzocchio (Lega) ha ricordato che i trentini hanno bisgno di risposte immediate soprattutto dopo il maltempo. Ma ha voluto fare un appunto alla minoranza ricordando che il presidente della Giunta piace a chi l’ha votato e non solo a Salvini.

Alessandro Savoi (Lega) ha ricordato, rivolgendosi a Ghezzi, che un trentino su due ha votato Fugatti e che la maggioranza è stata raggiunta con un sistema elettorale votato dal centro sinistra. E anche la presidenza del Consiglio è stata indicata seguendo una prassi consolidata. Alex Marini (5 Stelle) ha detto di voler dare fiducia a Kaswalder, ma l’empasse ha mostrati un vulnus democratico che si è evidenziato con l’astensionismo. Servono riforme, ha detto ancora, che si basino sulla trasparenza e la partecipazione per perseguire gli obiettivi di migliorare i rapporti del Consiglio con la popolazione. A partire dalla legge elettorale, i referendum e la separazione netta tra Giunta e Consiglio. Marini, ribadendo il sì a Kaswalder, ha detto di aver depositato un ddl sul referendum che la scorsa legislatura venne firmato anche da Kaswalder,

Claudio Cia (Agire) ha detto che con l’elezione è terminato il ruolo di “piano B” che non c’è mai stato perché la maggioranza ha sempre puntato su Kaswalder. Cia ha auspicato che Kaswalder prenda esempio da Bruno Dorigatti e dal presidente del Consiglio comunale di Trento, Renato Pegoretti.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce
    Il particolare periodo storico ha spinto molte attività a cercare soluzioni alternative per la vendita dei propri prodotti, una di queste è sicuramente l’apertura delle vetrina digitale con le vendita online. Qualsiasi imprenditore desideri aumentare... The post Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis
    Nei contributi a fondo perduto previsti dal Bonus affitto 2021 sono previsti nuovi beneficiari grazie all’ampliamento della platea dettata dal Decreto Sostegni Bis. Bonus affitto 2021, come funziona Definito dal Decreto Rilancio, il bonus affitto... The post Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis appeared first on Benessere Economico.
  • Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro
    La Commissione Europea sta lavorando ad un pacchetto di norme che limiterebbe la circolazione di contanti nei Paesi membri. Il pacchetto che potrebbe entrare in vigore nel 2024, propone di fissare in tutta Europa un... The post Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Indennità Covid una tantum per lavoratori autonomi e dipendenti: tutti i dettagli
    Fino al 30 settembre 2021 i lavoratori interessati potranno chiedere l’erogazione da parte dell’Inps della nuova indennità omnicomprensiva Covid-19 fin ad un massimo di 1600 euro una tantum prevista dal Decreto Sostegni Bis. Beneficiari dell’indennità... The post Indennità Covid una tantum per lavoratori autonomi e dipendenti: tutti i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Voli low cost e figli minori, attenzione ai sovrapprezzi non dovuti dei biglietti aerei: ENAC avvia le indagini
    Con l’arrivo dell’estate, aumentano i viaggi, ma alcuni voli low cost per compensare le perdite subite in pandemia hanno deciso di applicare una “ tassa sul sedile”. Di cosa si tratta Si tratta semplicemente di... The post Voli low cost e figli minori, attenzione ai sovrapprezzi non dovuti dei biglietti aerei: ENAC avvia le indagini […]
  • Stop al rialzo dei prezzi della benzina, raggiunto accordo tra i Paesi produttori
    Dopo l’ultima impennata del costo del carburante che da mesi va avanti sia in Italia che all’estero, i Paesi produttori di petrolio hanno deciso di trovare un accordo per frenare questa tendenza. L’incremento La tendenza... The post Stop al rialzo dei prezzi della benzina, raggiunto accordo tra i Paesi produttori appeared first on Benessere Economico.
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza