Connect with us
Pubblicità

Politica

Il presidente Fugatti: «Questo sarà il nostro impegno per il Trentino»

Pubblicato

-

Ultimate le operazioni elettorali per l’elezione del Presidente del Consiglio, Walter Kaswalder, del vice Alessandro Olivi e dei tre componenti dell’Ufficio di presidenza, Mara Dalzocchio (Lega), Michele Dallapiccola (Patt) e Filippo Degasperi (5 Stelle), il Presidente della Giunta, Maurizio Fugatti, dopo la relazione sulle operazioni elettorali ha presentato poi la Giunta e le linee di governo.

Il Presidente è partito dall’evento disastroso di fine ottobre.

Ha ringraziato su questo l’ex presidente Rossi e l’ex assessore Mellarini che, ha detto, hanno dimostrato senso istituzionale e ha rivolto un pensiero alle vittime e alle comunità più colpite.

Pubblicità
Pubblicità

Un ringraziamento speciale è andato a chi è intervenuto e chi dovrà ancora lavorare a lungo per ripristinare la situazione che c’era prima dell’evento. Fugatti ha riservato parole commosse ai volontari dei Vigili del fuoco; agli uomini e alle donne che hanno rischiato la vita per portare soccorso in quelle ore drammatiche.

Il Presidente ha ricordato anche l’impegno dei sindaci, di quelli giovani che si sono fatti le ossa in questo dramma. Fugatti ha ricordato che la Giunta si è riunita a Dimaro e Novaledo per testimoniare la vicinanza della Giunta alle comunità.

Una giunta giovane, ha affermato, che parte con umiltà e determinazione. “Un percorso di popolo, che deve vederci sempre più uniti e determinati a raggiungere i traguardi che ci siamo dati”.

Pubblicità
Pubblicità

Nel suo discorso durato una ventina di minuti Fugatti ha citato più volte Kessler e Durwalder e ha sottolineato il valore e la centralità della famiglia naturale e della cristianità: «Questi due punti li abbiamo messi chiaramente nei principi del nostro programma di governo. Crediamo infatti che la famiglia sia una sola, quella naturale. Mentre per quanto riguarda i valori cristiani facciamo nostro il discorso di Alcide Degasperi del 10 agosto 1946 alla Conferenza di Pace a Parigi dove parlava chiaramente di ”concezioni universalistiche del cristianesimo”»

In un passaggio sulla scuola il governatore ha ricordato che «l’Autonomia trentina deve essere insegnata ai nostri studenti se vogliamo tramandarne il valore di generazione in generazione. Ricordando ciò che diceva Enrico Pruner: ”Noi siamo sì cittadini italiani, ma comunque di nazionalità trentina”. E a questo proposito, anche avvicinandoci alle feste natalizie, non possiamo non fare presente ai responsabili delle scuole trentine che il Natale dovrebbe essere ricordato nelle scuole con l’allestimento dei presepi, simbolo della nostra millenaria storia cristiana, e che nelle classi scolastiche, come in tutti gli uffici pubblici, non dovrebbe mancare il crocefisso»

Fugatti poi ha tracciato le sostanziali ed importanti differenza con la giunta delle precedente legislatura sconfessandone i principi e l’identità. Sulla sanità tornano le guardie medici e si riapre il punto nascite a Cavalese, entrambi erano stati chiusi dal centrosinistra.

Su Cinformi, «basta assistenzialismo», mentre ha ribadito la centralità dei comuni che lascia intendere la chiusura definitiva del progetto delle comunità di valle visto da sempre dal centrodestra come una mera sovrapposizione ai comuni con l’enorme spreco di risorse pubbliche.

Non mancherà secondo il governatore il grosso impegno al sostenimento della famiglia e sarà realizzata alla Valdastico e la terza corsia dell’A22.

UNA GIUNTA GIOVANE CON DUE DONNE – La Giunta, ha detto ancora, è una delle più giovani nella storia dell’Autonomia, nella quale ci sono due donne con incarichi importantissimi. Tre parlamentari, ha affermato inoltre, hanno scelto l’autonomia per rispondere al mandato dei trentini che il 21 ottobre hanno voluto cambiare. Fugatti nel suo intervento ha ricordato che si è deciso di attendere Rodolfo Borga e il suo contributo di competenza. “S’è detto – ha affermato – che la giunta è incompleta, ma alle volte si deve prestare attenzione al dato umano e questa volta è andata così”.

LE CITAZIONI DI KESSLER E DURNWALDER E L’ATTACCO A ROSSI PER LA SEDE DELL’A22 – Fugatti, affrontando il programma, ha citato Bruno Kessler e Luis Durnwalder e il loro concetto di Autonomia. Per quanto riguarda i rapporti con il Sudtirolo secondo il Presidente va avviata una fase nuova che passi per le partite strategiche per il nostro territorio, come il rinnovo della concessione dell’A22. Riguardo all’Autobrennero Fugatti ha riservato parole dure allo spostamento della sede a Bolzano. “Non posso non rilevare – ha detto – la totale insensibilità istituzionale di chi all’interno della Giunta regionale a pochi giorni del voto del 21 ottobre votò a favore dello spostamento della sede a Bolzano. Insensibilità che è ovviamente in capo alla parte trentina, non a quella sudtirolese che ha fatto, e continua a fare, semplicemente i propri interessi. Ma una simile decisione non poteva certo essere presa da una Giunta in cadenza”.

TORNARE ALLA CENTRALITÀ DEI COMUNI – L’autonomia trentina va difesa, ha detto Maurizio Fugatti, anche dal punto di vista della sua cultura, della sua specificità. Per questo ha ricordato che quella trentina è un’autonomia antica, che non è nata con l’accordo Degasperi – Gruber, che ha quindi una sua personalità anche nei confronti del Sudtirolo. E’ necessario, ha sottolineato il Presidente, essere autonomi in quanto trentini come ha insegnato Alcide Degasperi che ha combattuto per l’autonomia prima con Vienna poi con Roma. Fugatti, riguardo alla Regione, ha detto che va dotata di competenze concrete, soprattutto sui grandi temi territoriali, mentre in Trentino va riconquistata la centralità dei comuni e ci si deve muovere in un’ottica di distretti territoriali nei quali possa esprimersi la funzione di coordinamento e pianificazione della Pat.

Sull’Europa Fugatti ha detto che la presenza del Trentino a Bruxelles va rafforzata per tutelare i nostri interessi, ma va costruito un complesso di rapporti tra forze nazionali e internazionali.

CENTRALITÀ DELLA FAMIGLIA NATURALE (UOMO E DONNA) – Spazio il Presidente nella sua relazione ha riservato ai valori che stanno alla base di quella che ha definito Autonomia sociale. Valori che vedono al centro la famiglia formata da un uomo e da una donna (“crediamo – ha detto – che la famiglia sia una sola, quella naturale”) e i principi e i cristiani ha parlato poi di valori cristiani. Centrale anche la questione dei rapporti tra città e valli. Tema caro al popolarismo, assieme a quello della tutela del territorio e delle minoranze linguistiche.

MONTAGNA, CREARE UN AMBIENTE FAVOREVOLE ALLO SVILUPPO – Per quanto riguarda la montagna, Fugatti ha detto che va creato un ambiente favorevole alla mobilitazione delle energie delle comunità montane, stimolando la crescita di iniziative imprenditoriali.

IL PUBBLICO COME REGOLATORE DELLA SOCIETÀ – Per quanto riguarda lo sviluppo la Pat può svolgere un ruolo importante a partire dagli investimenti pubblici, concentrando gli interventi sulle piccole opere e sull’alleggerimento del peso burocratico. Un ruolo, quello del pubblico, che deve essere quello del regolatore e del legislatore della vita economica e sociale.

CONSOLIDARE IL RUOLO DI CONFIDI – Sul piano finanziario, Fugatti ha ricordato che a causa del maltempo sul bilancio pesano 300 milioni di danni e si stanno valutando varie soluzioni di finanziamento. Gli stop a opere, ha assicurato il Presidente, sarà eventualmente temporaneo e circoscritto.

Va consolidato il ruolo di Confidi e va stimolato il ricorso a mezzi alternativi di finanziamento, tendendo presente che il settore delle piccole imprese è ancora decisivo nell’economia trentina.

CINFORMI, BASTA ASSISTENZIALISMO – Sulla sicurezza, centrale per questa Giunta, Fugatti ha ricordato che è stato convocato il Comitato dell’Ordine de della sicurezza. Su Cinformi ci si sta confrontando, ma, ha aggiunto, l’eccesso di assistenzialismo finirà.

VALDASTICO E TERZA CORSIA A22 –  Sì alla Valdastico, ha sottolineato, perché è fondamentale per i collegamenti col Veneto e per ridurre il traffico sulla Valsugana, privilegiando l’uscita a Rovereto Sud. Su questo il Presidente ha citato Kessler il quale, 46 anni fa in Consiglio, disse che questa infrastruttura è importante perché ci avrebbe messo in contatto con il Veneto e la sua economia in espansione. Per le strade ha ricordato la necessità di mettere in sicurezza la Valsugana anche completando la superstrada, consapevoli peraltro che non sarà mai sufficiente. La terza corsia dinamica dell’A22, infine, permetterebbe nelle giornate da bollino nero di trasformarla in un’autostrada a tre corsie. Infine, verrà realizzata la tangenziale di Rovereto.

COOPERAZIONE, SUPERARE IL CONFLITTO FRA PROFITTO E SOLIDARIETÀ – Per quanto riguarda la ricerca, Fugatti ha detto che vanno cercate interazioni nuove nel settore della conoscenza e un sistema delle ricerca più orientato alla produzione.

La cooperazione va fatta uscire dal conflitto tra solidarietà e mercato, sviluppando le sue finalità sociali e stimolando un’autentica partecipazione dei soci.

SANITÀ, SI RIAPRE IL PUNTO NASCITE DI CAVALESE E TORNANO LE GUARDIE MEDICHE – Sulla sanità, un tema centrale del nuovo governo, il Presidente ha ricordato che il punto nascita di Cavalese verrà riaperto in sicurezza a dicembre e verranno riaperte le guardie mediche chiuse “irragionevolmente” dalla Giunta precedente.

CITTADINI ITALIANI, MA DI NAZIONALITÀ TRENTINA – Sulla scuola ha detto che un trentino trilingue, obiettivo giusto, va raggiunto con una maggiore elasticità e che le competenze linguistiche si possono ottenere anche con percorsi alternativi e senza il castello di regole che sono state imposte alle scuole. Nelle nostre scuole, inoltre, va insegnata l’autonomia trentina. Perché, ha detto il Presidente, citando Pruner “Noi siano sì cittadini italiani, ma comunque di nazionalità trentina”. Avvicinandosi il Natale, Fugatti, ha auspicato che nelle scuole trentine venga ricordato con i presepi, simboli della nostra millenaria tradizione cristiana, e ha ricordato che nelle scuole, come negli uffici pubblici, non dovrebbe mancare il crocefisso.

CONTRO LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE IL SISTEMA SCOLASTICO DUALE – Sulla disoccupazione giovanile Fugatti ha detto che il tasso in Trentino è ancora alto e che per contrastarla va mutuato il sistema duale scuola lavoro del vicino Alto Adige.

CULTURA COME FABBRICA DEL SAPERE – Per quanto riguarda la cultura Fugatti ha detto che deve funzionare come una fabbrica del sapere togliendo non autonomia, ma ogni autoreferenzialità delle strutture museali. Va inoltre creato un sistema a rete dove non ci siano centri e periferie. Il territorio rimane centrale e va coltivata la tipicità trentina, valorizzando i nostri prodotti.

ABBATTERE LE RETTE DEGLI ASILI – Fugatti ha concluso con un accenno alla famiglia, per il quale, ha ricordato, è stato creato un assessorato ad hoc affidato ad una donna. Centrale è la crescita demografica, abbattendo le rette degli asili, stimolando la creazione di asili aziendali e mettendo in campo assegni per ogni figlio. Verranno favorite, inoltre, le famiglie con figli piccoli o che hanno necessità di aiuto sul modello del Nord Europa.

FUGATTI, I PARLAMENTARI DELLA GIUNTA SI DIMETTERANNO QUANDO CI SARÀ L’ELECTION DAY – Ugo Rossi (Patt) sull’ordine dei lavori ha chiesto se i tre parlamentari della Giunta si siano già dimessi. Fugatti ha ricordato che nessun parlamentare si è ancora dimesso e lo faranno quando sarà possibile a concorrere all’election day di maggio. Ci sono buone possibilità, ha aggiunto, che ciò avvenga e quando la norma verrà approvata ci saranno le dimissioni. Questo permetterà di votare con le europee. Comuque i parlamentari hanno già rinunciato a uno dei due stipendi, c’è solo l’opportunità, ha concluso Fugatti, di non disturbare i trentini con un voto a marzo e uno a maggio.

Rispondendo a Marini (5 Stelle) il Presidente ha detto che i parlamentari della Giunta hanno rinunciato all’indennità di consigliere e di assessore e Presidente perché non è possibile farlo con quella di parlamentare.

Il dibattito sulla relazione del Presidente verrà fatto martedì prossimo.

VOTO DEI TRENTINI ALL’ESTERO, DATI DRAMMATICI  – Come detto in apertura del suo intervento Fugatti ha relazionato sulle operazioni di voto del 21 ottobre che si sono svolte regolarmente. Alex Marini ha ricordato che 5 Stelle ha presentato proposte sulla partecipazione delle donne e dei cittadini e sarà impegno del gruppo interpellare i cittadini se e quando ci saranno modifiche della legge elettorale. Sui trentini iscritti all’Aire ha detto che rispetto al 2013 c’è stato un forte aumento di iscritti. Anche se, per contro, i dati della mancata partecipazione al voto dei trentini all’estero ha raggiunto dati drammatici. Ci sono problemi seri, quindi, sul diritto al voto dei trentini iscritti all’Aire. La scorsa legislatura, ha ricordato Marini, 5 Stelle ha proposto il voto postale che sostituisca le procedure obsolete attuale.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza