Connect with us
Pubblicità

Trento

Trento, controlli sui camion: 10 mila euro di multe in 10 giorni

Pubblicato

-

Il comando della polizia locale Trento Monte Bondone lo scorso 12 novembre ha istituito il nucleo autotrasporto (N.at) attraverso il quale intende dare corso a controlli approfonditi sul trasporto di merci e persone, al fine di aumentare la sicurezza stradale e garantire la corretta concorrenza tra autotrasportatori.

Nei primi 10 giorni di attivazione sono già numerosi i controlli su strada che hanno portato all’accertamento di irregolarità più o meno gravi a carico di veicoli e conducenti sottoposti a verifica.

In particolare, sulle principali arterie stradali comprese nel territorio comunale di Trento, sono stati controllati 21 veicoli (7 italiani e 14 esteri) e notificate 31 violazioni ai conducenti e alle ditte proprietarie dei veicoli o titolari delle licenze di autotrasporto, per importi complessivi superiori a 10 mila euro.

PubblicitàPubblicità

Tra le irregolarità rilevate emergono per particolarità e gravità le seguenti :

Il 22 novembre è stata accertata, su un trattore stradale di nazionalità bulgara, la manomissione del sistema AdBlue con alterazione della centralina di controllo delle sostanze inquinanti. AdBlue è il nome utilizzato a livello internazionale per definire un additivo sviluppato per i settori chimico e automobilistico. Si tratta di una soluzione acquosa di urea al 32,5%, di elevata purezza, utilizzata per ridurre fino al 90% le emissioni dei gas di scarico prodotti dai veicoli dotati di motore diesel. La reazione chimica che si instaura è in grado di produrre allo scarico del veicolo solamente anidride carbonica, vapore acqueo e azoto gassoso. La manomissione del sistema ha lo scopo di risparmiare sui costi, perché si evita il consumo dell’additivo, senza compromettere le prestazioni del camion, ma ovviamente scaricando in atmosfera quantitativi importanti di sostanze inquinanti. Il costo dell’AdBlue è minore di quello del gasolio, ma moltiplicato per decine di migliaia di chilometri l’anno a veicolo e per il numero di veicoli della flotta, si arriva a cifre importanti risparmiate a scapito dell’ambiente.

Pubblicità
Pubblicità

Per ingannare il sistema elettronico di controllo installato sui veicoli, sono stati inventati degli impianti, chiamati emulatori, con centraline parallele che sovrascrivono il sistema Adblue istantaneamente, fermando l’utilizzo del liquido AdBlue e disattivando i sensori, senza alcuna perdita di potenza del motore o avvisi sul cruscotto e nel sistema diagnostico di bordo. L’impianto è stato trovato dagli agenti all’interno del vano portafusibili occultato all’interno della matassa di fili elettrici e, come accertato presso l’officina tecnica, dove il mezzo è stato accompagnato per la verifica, risultava attivo e funzionante. L’emulatore è stato a quel punto smontato e sequestrato e al conducente sono state contestate le violazioni previste dall’articolo 71 e 78 del Codice della Strada, che sanzionano rispettivamente con euro 85 la mancanza di caratteristiche costruttive dei veicoli a motore e con euro 422 ed il ritiro della carta di circolazione il mancato aggiornamento di tale documento dopo aver apportato modifiche al veicolo.

Sempre lo scorso 22 novembre, nell’ambito dei controlli effettuati sulla SS47 nella galleria di Martignano, è stato accertato il transito di un veicolo sloveno, che trasportava merce pericolosa, nonostante il divieto assoluto per tali mezzi di percorrere il tratto di strada in galleria. E’ stata contestata al conducente l’infrazione prevista dall’articolo 168 del codice della strada che prevede una sanzione di 168 euro per le violazioni connesse al trasporto su strada di merci pericolose.

Pubblicità
Pubblicità

Lo scorso 13 novembre su un veicolo italiano è stata accertata l’alterazione del cronotachigrafo mediante l’uso di calamita sul bulbo di rilevazione, al fine di modificare la registrazione dell’attività di guida. La calamita è stata sequestrata e il conducente sanzionato come previsto dall’articolo 179 del codice della strada, con il pagamento di 1.696 euro in misura ridotta, la decurtazione di 10 punti dalla patente e sospensione del documento di guida da 15 giorni a tre mesi.

Sempre il 13 novembre, su un veicolo italiano, è stata accertata l’assenza dei sigilli di protezione del cronotachigrafo, violazione prevista dall’articolo 179 del codice della strada che prevede la sanzione di 1.696 euro in misura ridotta e la decurtazione di 10 punti patente con sospensione del documento di guida da 15 giorni a tre mesi.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza