Connect with us
Pubblicità

Trento

Sgombero Pakistani, Sforzellini replica al Sindaco: «Trento ridotta ad una cloaca ed ostaggio di bande di clandestini»

Pubblicato

-

Non si spengono le polemiche anche dopo lo sgombero da parte della Polizia Municipale dei 40 pakistani che bivaccavano da tempo nel parco di Santa Chiara.

L‘avvocato Sforzellini, che è stato colui che ha denunciato con toni forti ed aspri il degrado del parco attraverso una lettera  inviata al nostro giornale (leggi qui) minacciando anche di depositare un esposto in procura contro il Sindaco Andreatta, rincara ancora la dose e riparte all’attacco dell’amministrazione comunale.

Lo sgombero degli abusivi è avvenuto l’indomani di una rissa che ha visto delle persone pakistane ferite a coltellate da alcuni marocchini

Pubblicità
Pubblicità

Due persone, un giovane di 27 anni e uno di 24 anni, erano infatti finiti al pronto soccorso dell’ospedale Santa Chiara.

Sulla questione era intervenuto ieri anche il Governatore Fugatti che ora sta verificando se i richiedenti asilo hanno diritto a rimanere, oppure sono clandestini, dopo la scadenza del periodo di un mese di accoglienza. 

Dopo lo sgombero i quaranta pakistani, tutti uomini, sono ospitati alla residenza Fersina in attesa delle verifiche.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta di giovani, tutti sotto i 30 anni, che dichiarano di essere pakistani e di essere passati dalla Germania.

Sforzellini manda alla nostra redazione la risposta dell’amministrazione comunale dopo la sua denuncia che riportiamo sotto.

«La presenza di un gruppo di extracomunitari presenti nei giardini del parco ex S. Chiara era nota da tempo sia al Corpo di Polizia Locale che ai Servizi Sociali del Comune di Trento; si trattava infatti di un nucleo di persone giunte sul territorio del Comune di Trento già nei primi giorni di agosto. La situazione era costantemente monitorata dalla Polizia Locale, le persone erano state identificate e risultavano tutte titolate a permanere sul territorio nazionale in quanto richiedenti asilo e protezione internazionale. Il monitoraggio consentiva inoltre di prevenire il paventato spaccio di sostanze stupefacenti o altre attività illegali, delle quali non si ha contezza. Nel contempo i Servizi Sociali del Comune di Trento si attivavano per trovare una sistemazione decorosa per i migranti e, tramite la sinergia messa in campo dai due citati Servizi del Comune, la problematica è stata risolta con la massima celerità. Nelle more dei tempi necessari per addivenire alla soluzione della situazione che si era venuta a creare, situazione nota peraltro a tutte le Forze di Polizia, non appariva opportuno procedere ad eventuali sgomberi dell’area in assenza di soluzioni abitative alternative. Infatti questi avrebbero avuto l’unico effetto di disperdere il nucleo di profughi in varie zone della città, con prevedibili e notevoli ripercussioni sull’ordine pubblico. Inoltre un insediamento con le peculiarità sopra descritte andava affrontato più nell’ottica della problematica sociale che non di pubblica sicurezza. In data 9 novembre 2018, dopo che le attività poste in essere dai Servizi Sociali aveva notevolmente assottigliato il numero delle presenze, il personale del Nucleo di Polizia Giudiziaria provvedeva allo sgombero definitivo delle persone ancora presenti, attivandosi contemporaneamente per la pulizia dell’area ed il ripristino del decoro del parco. Nei giorni successivi venivano effettuati vari sopralluoghi per prevenire l’insediamento di altre persone nello stesso luogo e comunque l’area rimane costantemente monitorata sia dal personale in divisa che da quello in borghese del Corpo di Polizia Locale e non sono state individuate particolari criticità

L’avvocato Sforzellini (foto) non pare contento delle parole dell’amministrazione comunale e riparte all’attacco, ecco la sue parole in replica al Sindaco 

«Trovo oltraggiosa nei confronti della cittadinanza questa risposta, – scrive Sforzellini in replica al Sindaco – specie alla luce del tardivo sgombero attuato, all’ evidenza, dopo che la situazione è stata da me  e dalla stampa resa pubblica in tutta la sua gravità.

Mi permetto di osservare che il semplice fatto di richiedere asilo o protezione internazionale non sposta i termini della questione che è e rimane che l’ ingresso nello Stato senza documenti di sorta è un ingresso clandestino e questo appare più confermato dal fatto che, secondo le Vs. affermazioni, questi soggetti sono stati espulsi da altro paese comunitario. Quindi trattasi di clandestini conclamati e non certo di “profughi”, almeno sino a quando non verrà accordata loro una “protezione” secondo la legge ( e non secondo il pietismo di codesto Comune ) .

Si dubita inoltre che i cittadini pakistani ( di un paese cioè ove esiste un regolare governo e non vi è guerra e da dove provengono tantissimi manufatti a basso costo quali scarpe e capi di abbigliamento regolarmente importati )possano ottenere la richiesta “protezione”, essendo all’evidenza migranti ( clandestini ) economici che si sono introdotti nel nostro paese al di fuori delle leggi in materia.

In ogni caso nulla e nessuno consente di arrangiarsi in siffatto modo ed è vergognoso ed illegale che si sia chiuso un occhio o forse tutti e due.

Quanto al continuo monitoraggio dell’ area, i continui fatti di droga e quanto visto dal sottoscritto e da altri cittadini consentono di affermare che questo rimane solo nella Vostra fantasia. Non a caso la città è ridotta letteralmente ad una cloaca ( v. la zona della Portela e S. Maria ) e la cittadinanza, appena calano le tenebre, è in ostaggio di bande di irregolari dediti ad ogni sorta di traffico senza che codesto Comune abbia voluto mettere un altolà concreto.

Ricordo infine che i costi del Vs pietismo ricadono integralmente sulla cittadinanza che è stufa di vedere siffatto scialo, come hanno dimostrato le recenti elezioni»

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]
  • Domus Aventino: a Roma un museo archeologico all’interno del nuovo condominio, da novembre aperto a tutti
    L’Italia come sempre è una meravigliosa sorpresa. Durante dei lavori per la riconversione di alcuni uffici della Bnl in appartamenti di lusso nel centro di Roma, sono affiorati dei mosaici e una sontuosa residenza romana. La bellezza della scoperta ha spinto l’idea di valorizzazione del ritrovamento che convivesse sinergicamente con il complesso residenziale. Si parla […]
  • Spostarsi con un taxi volante: dal 2023 inizia il progetto Volocopter 2X
    Negli ultimi anni l’idea di mobilità cittadina sta cambiando ed evolvendo in nuovi modelli di business affacciandosi ed avvicinandosi sul mercato automobilistico. Per ovviare al problema del fiume di automobili e veicoli senza fine, tipici di un traffico congestionato, la compagnia tedesca Volocopter in parntership con la Japan airlines ha annunciato la possibilità di sfruttare […]

Categorie

di tendenza