Connect with us
Pubblicità

Viaggi & Turismo

Trento: il primo turismo alpino femminile tra donne “montanare” e “cittadine”

Pubblicato

-

Verrà inaugurata giovedì 22 novembre alle 17 presso la Sala Thun di Torre Mirana una mostra che, grazie ad opere e oggetti della Collezione Cavallini e del Museo Casa Andriollo, racconta il primo turismo alpino femminile tra moda e folclore.

Il termine turismo prende origine dal Grand Tour, il viaggio istruttivo che nobili e borghesi praticavano avventurandosi alla ricerca del mito esotico. Le Alpi furono dall’inizio dell’Ottocento le protagoniste del turismo di montagna.

Guidati dai montanari del posto, i primi scalatori si avventuravano nelle salite solitarie, apprezzando il piacere della compagnia e le arie salutari. Si univano ai gruppi anche intrepide figure femminili, in abbigliamenti decisamente inadatti.

Pubblicità
Pubblicità

La montagna e il senso primitivo delle sue genti creavano reciproche curiosità. Le prime turiste cittadine e le contadine del posto si studiavano con femminile civetteria. Le montanare, lavorando a servizio negli alberghi e nelle locande, entravano a contatto con le belle maniere e l’eleganza delle clienti. Dal canto loro molte villeggianti ordinavano alle sarte locali gli abiti tradizionali, stimolando l’attività dei piccoli laboratori di artigianato locale.

Apprezzando serietà, onestà e laboriosità delle ragazze dei luoghi di turismo i villeggianti le assumevano come lavoratrici presso le loro abitazioni urbane. Per queste giovani donne si apriva un mondo oltre l’orizzonte delle montagne, e nascevano professioni tipicamente femminili, come quella delle bàlie. Al ritorno nei paesi d’origine portavano germi di innovazione, innescando un inevitabile cambiamento sociale e culturale.

La mostra, a ingresso libero, è aperta al pubblico fino al 28 dicembre tutti i giorni tranne il lunedì e il giorno di Natale dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Sono in programma visite guidate gratuite venerdì 7 e 21 dicembre alle 15.

Per informazioni è possibile contattare l’Ufficio Cultura e turismo (n. tel. 0461 884287, www.comune.trento.it) o l’Ufficio relazioni con il pubblico (numero verde 800017615).

Pubblicità
Pubblicità

Viaggi in Italia

Vacanze low cost sulla riviera romagnola: ecco come organizzarsi

Pubblicato

-

La crisi continua a pesare, ma gli italiani hanno voglia di vacanze: si punta, anche nell’estate del 2019, su gite e soggiorni più brevi, preferibilmente non lontano da casa, su voli low cost o mete facilmente raggiungibili.

Mare e patrimonio culturale appaiono determinanti nella scelta di una meta turistica.

Se il mare resta un must delle vacanze estive per quasi i due terzi degli italiani, il patrimonio storico e l’offerta culturale rappresentano ragione di attrazione per la maggioranza assoluta di chi viaggia.

Per la scelta delle mete turistiche, Internet è ormai da tempo il canale informativo preferenziale, indicato da oltre il 78% di chi viaggia.

Incide sempre più il passaparola ed il racconto di amici e conoscenti, un ruolo significativo lo esercitano anche guide, inserti e trasmissioni televisive.

La ratio insomma cita: «Piuttosto che rinunciare ad alcuni giorni di vacanza è meglio farli con la minor spesa possibile»

E noi lo abbiamo fatto per i nostri lettori

Di seguito alcune indicazioni per una vacanza all’insegna del divertimento al minor costo.

La meta? Ovviamente la Riviera Adriatica, nello specifico Rimini e Riccione, due delle mete da anni preferite dai trentini: cioè i paradisi delle vacanze più gettonati a tutte le età.

Viaggio in pullman: Flixbus con partenza notturna propone l’andata e ritorno a 36 euro sia a Rimini che a Riccione che è anche l’unico vettore che ferma in entrambe le località.

Partiamo da Riccione che è tipicamente la meta per i più giovani, grazie alla vicinanza con discoteche come la Baia Imperiale o il leggendario Carnaby di Rivazzurra.

Per l’alloggio abbiamo scelto l’Hotel Ibiza, un’accogliente struttura dove è possibile pernottare e fare la prima colazione con 30 euro a persona.

Soddisfatto chi c’è andato sia per la gentilezza dei proprietari Claudio e Lucia, ma anche per la possibilità di fare un aperitivo serale a tempo di reggaeton e conoscere nella veranda gli altri ospiti presenti, giovani, coppie e famiglie.

Azzeriamo i costi di ombrellone e lettino, utilizzando la spiaggia libera.

Vicino all’Hotel Ibiza, la troviamo adiacente al bagno 121, dove è sufficiente arrivare con il telo e non essere troppo sensibili alla luce del sole. Anche qui è molto facile stringere nuove amicizie, l’età media è decisamente Under 25.

Mangiare senza pagare troppo non è facilissimo a Riccione.

E se una pizza a buon mercato sarà sempre disponibile nei locali di viale Dante, per cambiare genere è necessario rivolgersi al Ristorante cinese e giapponese Sekai di viale Verdi.

Appetitoso sushi a volontà per un prezzo ragionevole: 15 euro.

Ci spostiamo a Rimini, località che si sta riqualificando dopo la “crisi” vissuta fra gli anni 90 e 2000, e anche in questo caso si può trovare un hotel dove si può dormire spendendo pochissimo.

E’ il caso dell’Hotel Pigalle di viale Foscolo, dove con una cifra intorno ai 30 euro, si può dormire e avere una colazione abbondante.

Per mangiare ? Decisamente molti i locali vali per spendere una cifra equa. A mezzogiorno si può pranzare con la gustosa piada di Amerigo in piazzale Marvelli ( 10 euro) , mentre alla sera si possono provare i primi di pesce del Ristorante Pizzeria Amico di viale Vespucci ( 15 euro).

L’alternativa? La classica trattoria di pesce riminese, e la scelta non può che essere quella del Ristorante da Lele in via Lagomaggio, pesce freschissimo cucinato ottimamente e senza spendere cifre faraoniche: 20 euro.

A Rimini un neo sulla vacanza low cost però c’è: non sono infatti presenti molte spiagge libere, la più vicina è quella del porto che non è certo la sede ideale.

L’alternativa a basso costo è quella del bagno Otello 28 che mette a disposizione anche un’area cani con 8 box recintati 3×4, con tanto di fontanella e area giochi.

L’ideale per chi desidera vivere la vacanza di mare con il proprio fido amico, anche in spiaggia.

Qui il lettino ha un costo di 5 euro al giorno. Meno di così è davvero difficile spendere, ma è decisamente facile divertirsi.

 

Continua a leggere

Viaggi Estero

Florida, il Paese delle eccentricità circondato dalla natura più incontaminata e selvaggia.

Pubblicato

-

The Sunshine State, il Paese del Sole.

Con questo nome è famosa nel mondo la Florida, lo Stato più caraibico d’America.

In questa terra sempre baciata dal sole che rende il clima perennemente favorevole, si trova il simbolo del divertimento e dell’allegria, la vivacissima Miami.

Miami è la classica città americana con una downtown commerciale, alti grattacieli e una lunga costa effervescente che, trova in Miami Beach ma sopratutto nella sua via più famosa Ocean Drive il cuore pulsante della città.

Su Ocean Drive la vita è frenetica a tutte le ore del giorno e della notte, i bar sono gremitissimi di gente e frequentati sopratutto da affascinanti modelle che lavorano nella metropoli.

Miami Beach è incredibile, raccoglie tutta l’eccentricità americana in un mix di fantasia e divertimento.

Quest’angolo degli Stati Uniti infatti, è il sogno di tanti viaggiatori amanti del sole tutto l’anno e della vita spensierata.

All’interno di Coconut Grove, il quartiere più elegante di Miami si trovano alcuni dei fast food più famosi d’America come ad esempio il Planet Hollywood, la grande catena fondata da Silvester Stallone e dal neo – governatore della California, Arnold Schwarznegger.

Un altro modo per visitare Miami è navigare attraverso i canali della laguna tra gli isolotti che ospitano le esclusive ville delle star del cinema e della musica.

A poco più di un’ora dalla città, la natura offre al viaggiatore uno spettacolo difficilmente riproponibile, le immense paludi di Everglade.

Fin da subito si viene accolti da una folta vegetazione e dagli immensi acquitrini della palude.

La meta è il cuore delle Everglades Park, popolato da ben due milioni e mezzo di alligatori anche se le specie animali presenti sono moltissime.

La flora è dominata dalle caratteristiche piante con radici immerse nell’acqua, le Mangrovie.

Dall’unione della fauna e della flora di questo posto è nato un parco nazionale, Everglades National Park, un vero spettacolo definito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

A soli 15 miglia da Miami ci si trova davanti ad un altro paradiso, le Florida Keys.

Le Florida Keys sono un arcipelago di oltre 800 isole coralline circondate da un mare splendido con sfumature che vanno dal verde smeraldo al blu intenso.

Questo posto custodisce l’unica barriera corallina ancora vivente del nord America, il Parco Nazionale Marino delle Florida Keys.

La più turistica di queste isole è la Key West, famosa per essere il punto più a sud degli Stati Uniti d’ America.

Ma la vera particolarità di Key West, è l’ originalità e il divertimento che dominano la scena a qualsiasi ora.

Una delle principali attrattive dell’isola è l’ultima casa in cui visse lo scrittore Hernest Hemigwey, innamorato di Key West.

Al suo interno si possono ammirare molti cimeli, sopratutto foto originali dell’epoca.

Uno dei momenti più emozionanti della giornata a Ki West però, è una tradizione che si ripete tutte le sere tutto l’anno fin dai tempi lontanissimi.

Al tramonto l’isola e tutti i suoi abitanti si riversano sulla costa di ponente per un rito annunciato da personaggi che sembrano usciti dal cilindro di un mago.

Tutti rivolgono lo sguardo al sole, che lentamente scende verso l’orizzonte.

Un rito antico degli indiani Calusa, il ringraziamento dell’uomo ad uno degli spettacoli più belli della natura, il Tramonto.

In questo Stato dove si passa facilmente dall’estrema stravaganza alla natura più incontaminata la visita può essere resa più agevole sfruttando un‘agenzia di viaggio che mette a vostra disposizione conoscenze e magari una guida che riesce a raccontarvi tutti i segreti di questo angolo d’America.

Per avere maggiori informazioni e per scoprire i luoghi più affascinanti degli Stati Uniti potete cliccare questo link.

Continua a leggere

Viaggi Estero

Valencia: la sincronia perfetta tra divertimento cultura e gastronomia

Pubblicato

-

Situata nella parte sud orientale della Spagna ed affacciata sul mar Mediterraneo, Valencia è la terza città più abitata dello Stato dopo Madrid e Barcellona.

Grazie anche alla sua particolare posizione è considerata spartiacque tra la cultura catalana e quella andalusa nonchè capoluogo dell’omonima comunità.

Valencia è definita una delle città più importanti del Mediterraneo e vanta una lunga storia risalente all’antica Roma come testimonia il suo centro città che conserva molti monumenti costruiti durante i 2.000 anni di vita.

Gli ampi viali di ficus e palmeti circondano il quartiere antico con splendide ed eleganti dimore gotiche.

Valencia vive il presente in perfetta sintonia con la sua storia millenaria.

Nel centro città è possibile infatti ammirare le bellissime opere architettoniche risalenti al periodo gotico che, attraverso numerosi e attenti restauri sono riuscite a far convivere perfettamente avanguardia e tradizione.

L‘antichissima storia di questa città si vede rappresentata nei monumenti cittadini.

Tra la Plaza de la Reina e la Plaza de la Virgen si trova la Cattedrale di Valencia, un matrimonio di stili artistici che spaziano dal romanico, gotico e barocco spagnolo.

La ciliegina di quest’opera d’arte è il suo famoso campanile, El Miguelete alto 63 metri.

Ma è la maestosa costruzione “la Lonja De La Seda” ad essere uno degli esempi meglio conservati dell’architettura gotica in Europa.

La costruzione con i suoi 2.000 metri quadrati, grazie al suo passato come centro nevralgico del commercio mediterraneo è stata dichiarata nel 1996 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Anche l’arte moderna è ben rappresentata come nel caso dell’ Istituto Valenciano De Arte Moderna, entrato nel gota dei centri d’arte internazionali assieme al Centro del Karmen, magnifico recupero di un monastero rinascimentale ora convertito all’arte contemporanea.

Proiettarsi dal passato al futuro è molto facile, grazie sopratutto al grande agglomerato della Città delle Arti e delle scienze nata dalla fantasia dell’architetto Calatrava.

La città è nota anche per la sua intesa vita notturna ed i numerosi ristoranti notturni, tanto da contendere a Madrid e Barcellona il primato della “movida spagnola”.

Le zone più popolate di bar e club sono la “città universitaria” e Canovas dove si trova il miglior assortimento di bar innovativi e modaioli.

Dal punto di vista gastronomico Valencia si è fatta conoscere in tutto il mondo per il suo piatto caratteristico: la paella, nata inizialmente come piatto povero, perchè cucinato solo con ingredienti facilmente reperibili.

Grazie a tutte queste ricchezze, alla lunga storia ed alla vivacità culturale ogni anno attrae un numero crescente di visitatori.

Essendo una città con molte differenze dal punto di vista artistico risulta quasi essenziale avere una guida della propria lingua che riesca a raccontare tutti i dettagli e le curiosità di questa splendida terra.

Le agenzie di viaggio possono organizzare dei veri e propri tour per far vivere e conoscere l’essenza di questa città spagnola.

Per scoprire le meraviglie di questa che, dalla gastronomia al flolklore, è una delle più belle città della Spagna puoi avere maggiori informazioni a questo link.

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza