Connect with us
Pubblicità

Trento

Droga in Trentino, 18 arrestati in una banda italo-albanese. La base era il bar “Anny” di Castello di Fiemme

Pubblicato

-


L’operazione “Sciamano” è stata avviata nell’ottobre 2017 dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cavalese e trae origine dalla  raccolta di indiscrezioni confidenziali carpite dalla Stazione Carabinieri di Molina di Fiemme.

Gli approfondimenti hanno portato gli inquirenti ad avviare un  monitoraggio  del  bar Anny di Castello di Fiemme gestito da Paolo Girardi, indicato come luogo ove era possibile procurarsi cocaina a qualsiasi ora.

L’avvio delle attività tecniche ha fatto affiorare l’esistenza di un gruppo ben coeso che ruotava attorno a quel bar dove lo spaccio di cocaina era incessante e avveniva tramite cessioni di dosi da parte del gestore Paolo Girardi, dell’altro promotore dell’associazione criminale Taulant Shtembari e del barista Alessio Sartori.

PubblicitàPubblicità

L’opera inquirente non si è fermata alla mera individuazione dei singoli ma ha permesso consentiva di tratteggiare la mappatura di un sodalizio criminale di conformazione piramidale caratterizzato dal vincolo associativo con una ripartizione di ruol funzionali ben assolti dai sottoposti Alessio Sartori, Mihali Ionel Dorel, Andrea Bagattini, Gianluca Lira, Thomas Matordes, Patrick Capovilla e Flavio Varesco deputati alla redistribuzione del narcotico sul mercato delle valli di Fiemme e Fassa.

Oltre alle cessioni di narcotico, i sottoposti  fornivano altre prestazioni propedeutiche alla realizzazione delle attività illecite attraverso tutta una serie di condotte quali servizi di vigilanza/vedetta ai monitor delle telecamere di sicurezza del bar Anny  nel corso del “taglio” della cocaina e del successivo  confezionamento delle dosi.

Altri membri  hanno ricoperto il ruolo di c.d. “galoppino” ottemperando alle direttive di consegna emanate dagli apicali Shtembari e Girardi in favore di numerosi clienti.

Atri invece, grazie alle specifiche competenze si sono dedicati alla lavorazione del narcotico, attraverso il c.d. “taglio”, mescolando la cocaina sempre contraddistinta da un grado di alta purezza, con sostanza da taglio quale  caffeina, mannitolo ed aspirine  garantendo importanti ricavi agli elementi di vertice.

Figura particolarmente funzionale alla struttura  è risultata essere il giovane cembrano Vincenzo Marti che oltre a sovraintendere alle operazioni di taglio si è occupato del procacciamento della sostanza da taglio reperita all’estero attraverso spedizioni  via posta,  oppure acquistandola nelle farmacie della zona.

Gianluca Lira invece oltre ad aver redistribuito il narcotico ricevuto da Girardi, nei  periodi di indisponibilità di stupefacente palesata dal gruppo apicale ha provveduto a rifornire quest’ultimo attingendo da autonomi canali di approvvigionamento.

Bagattini e Mihali invece si sono dedicati alla distribuzione del narcotico negli ambienti prettamente  giovanili eseguendo numerose consegne all’interno di noti locali molto frequentati della Valle di Fiemme principalmente a Cavalese.

Analogamente il giardiniere Varesco si è dedicato a rifornire suoi  fidati clienti nella zona di Tesero, redistribuendo cocaina.

Altro elemento organico alla struttura è risultato essere il marocchino Hamza Ridha che ha assolto i compiti di intermediario mettendo in contatto Shtembari e Girardi con dei grossisti  stanziali a Trento, permettendo loro di rifornirsi in  almeno in 4 occasioni di cocaina di alta purezza , poi trasportarti sulla tratta  Trento – Castello di Fiemme – Bar Anny, una delle quali sequestrata la sera del 31.8.2018 a seguito di un movimentato episodio.

Il c.d. gruppo Fiemme è risultato direttamente correlato ad una compagine di narcotrafficanti stanziale a Milano di “livello superiore” capeggiata dall’albanese Arapi Petrit,  narcotrafficante con pregressa residenza in Val di Fiemme che gli ha permesso in tempi non sospetti di allacciare rapporti di natura illecita con il connazionale Shtembari e dare vita a continui rifornimenti di importanti quantitativi di cocaina sull’asse Rozzano – Castello di Fiemme  poi gestiti dal segmento Fiemmese.

L’insieme delle attività investigative ha consentito di documentare  circa un migliaio di episodi di spaccio concretizzati nelle Valli di Fiemme Fassa e Cembra ad opera degli indagati ed individuare almeno  un centinaio di acquirenti la cui posizione è al vaglio degli inquirenti.

Dei 18 soggetti colpiti dalle misure restrittive, 16 sono ritenuti responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla spaccio di sostanza stupefacente mentre Youssef Anwar e Kevin Prendi sono ritenuti responsabili del solo reato di spaccio.

Il Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Trento dr. Marco La Ganga ha inoltre disposto il sequestro  preventivo del bar Anny di Castello di Fiemme, ritenuto dagli inquirenti vera e propria base logistica della consorteria di trafficanti dove i sodali con soluzione di continuità hanno stoccato, lavorato, confezionato e smerciato ingenti quantitativi di cocaina in un  periodo compreso dall’ottobre 2017 all’ottobre 2018

Nel corso delle ‘investigazioni sono stati sequestrati  complessivamente circa 310 grammi di cocaina, 100 grammi di marijuana 200 grammi di hashish, e strumentazione  propedeutica al taglio della  cocaina.

L’esecuzione delle misure restrittive  delle quali 15 in carcere e 3 agli a arresti domiciliari ha visto l’impiego di  100 Carabinieri del Comando Compagnia Carabinieri di Cavalese, del Comando Provinciale di Trento e delle unità di Pronto intervento del Comando Provinciale di Trento, supportati da due unità cinofile Antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Laives, due unità cinofile antidroga del Comando Provinciale della GdF di Trento, dal Nucleo elicotteri Carabinieri di Bolzano nonché da personale del R.O.S. per specifiche attività tecniche.

Le misure cautelari sono state emesse dal G.I.P. del Tribunale di Trento dr. Marco La Ganga su richiesta del P.M. titolare dell’indagine dr. Davide Ognibene concordando pienamente con le risultanze investigative acquisite dai militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Cavalese.

Gli arrestati sono stati associati in vari carceri del Nord Italia in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Il video

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Maurizio Fugatti: «Battocletti, una ragazza d’oro. Orgoglio trentino»

Pubblicato

-


Grande avvio per l’Italia agli Europei di corsa campestre a Tilburg, in Olanda.

La 18enne trentina Nadia Battocletti ha vinto l’oro nella gara under 20 con una gara da protagonista e un allungo decisivo dopo l’ultima curva.

Per la 18enne trentina il tempo di 13’46” sui 4,3 km davanti alla svizzera Delia Sclabas (13’47”) e alla turca Inci Kalkan (13’48”), in una gara sotto la pioggia e sul fango di un impegnativo percorso.

PubblicitàPubblicità

E’ la prima volta che un’azzurra conquista il titolo continentale di cross ed è anche il primo podio italiano individuale al femminile nelle 25 edizioni dell’evento.

Anche il governatore della provincia autonoma di Trentino Maurizio Fugatti ha voluto ringraziate l’atleta nonesa: “Una soddisfazione grandissima. Ed anche una grande emozione. Vincere l’oro in competizioni di questo livello, al cospetto dell’intera Europa deve riempire ciascun trentino di quel sano orgoglio che deriva anche dalla consapevolezza che solo tanto impegno, tanta costanza e tanta determinazione permettono di raggiungere certi risultati”.

Queste le parole del presidente a nome dell’intera Giunta ed in particolare dell’assessore allo sport Roberto Failoni.

“Alla nostra atleta e giovanissima concittadina – aggiunge il governatore – dobbiamo un grande applauso ma anche la gratitudine per aver saputo, con la sua impresa, regalare al Trentino ed al nostro Paese una splendida immagine che racconta della voglia di mettersi in gioco ed affrontare le sfide dando il meglio di sè in qualsiasi circostanza. Complimenti e arrivederci a presto a Trento”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Da lunedì arriva la settimana «Artico Polare»

Pubblicato

-


La settimana che va da Lunedì 10 a Domenica 16 Dicembre sarà caratterizzata dall’irruzione di aria di origine artica e dall’arrivo di due perturbazioni atlantiche che porteranno la neve anche in pianura. Lo riferisce Carlo Testa di ilmeteo.it 

Sul Trentino le temperature si abbasseranno con le giornate che nella prossima settimana rimarranno tutte soleggiate.

Nessuna grande nevicata è comunque prevista fino a Natale.

PubblicitàPubblicità

Da Lunedì 10 correnti via via più fredde di origine polare cominceranno ad affluire sul nostro Paese, cominciando a raffreddare il clima.

Martedì la giornata sarà prevalentemente soleggiata su tutte le regioni con clima piuttosto freddo al Nord, specie al primo mattino con gelate fino in pianura.

Da mercoledì la situazione meteorologica comincerà a mutare, infatti due perturbazioni atlantiche raggiungeranno l’Italia, la prima il Centro-Sud, la seconda anche il Nord.

Tempo in peggioramento nel corso di Mercoledì 12 con precipitazioni via via più diffuse al Centro e poi anche sul Sud peninsulare.

La neve scenderà sugli Appennini a quote collinari, ovvero sopra i 600-900 metri, mentre al Sud apparirà sopra i 1200-1400 metri.

Giovedì 13, la perturbazione sfilerà verso i Balcani con ultime precipitazioni sul Centro-Sud adriatico, ma di gran carriera ecco che un’altro fronte perturbato collegato ad un vortice ciclonico in arrivo sulla Sardegna, comincerà a raggiungere i settori occidentali a partire dal Nordovest e la Sardegna.

Venerdì 14 il fronte perturbato investirà gradualmente tutto il Nord e parte del Centro. Le precipitazioni in questo caso, date le temperature molto basse, risulteranno nevose sulle aree pianeggianti del Nord a partire dal Piemonte verso l’Emilia Romagna e il Veneto in serata; pioverà invece al Centro e poi al Sud con nevicate a quote medio/alte.

La perturbazione sfilerà verso la Grecia nel corso del weekend 15-16 Dicembre.

Sotto il profilo termico le temperature subiranno una sensibile diminuzione a cominciare da Martedì, con il clou del freddo tra Mercoledì 12 e Venerdì 14 Dicembre. Valori notturni ampiamente sotto lo zero al Nord. I valori massimi a stento saliranno sopra i 5°C al Nord, fino a 10°C al Centro e misure un po’ più alte al Sud.

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Vandali in azione in centro storico a Trento, devastate le decorazioni natalizie della gioielleria Meridiana

Pubblicato

-


Nella notte sono state completamente devastate le decorazioni natalizie della gioielleria Meridiana in via Roggia Grande.

I fenomeni che hanno compiuto la codarda devastazione sono stati ripresi dalle telecamere di sorveglianza che sono state consegnate alle forze dell’ordine nel tentativo di rintracciare i protagonisti.

Purtroppo non è la prima volta che il negozio viene preso di mira dai vandali che probabilmente ubriachi e annoiati dopo la serata si divertono a distruggere quello che gli altri realizzano con amore ed entusiasmo.

PubblicitàPubblicità

«Succede per tutto l’anno, lasciano lattine vuote, bicchieri, rifiuti dappertutto ed anche peggio» – riferiscono i titolari della gioielleria

Per i titolari non è il danno economico che pesa ma il calpestare i valori ormai quotidianamente quali il rispetto, la libertà e i lavori degli altri.

«Quello che ci urta – spiegano i titolari – è che si cerca di tenere bene il centro storico, e abbellirlo in vista delle feste natalizie, come peraltro anche tutto l’anno e poi dei giovani poveracci ubriachi fanno quello che vedete. E siccome la notte ci si annoia distruggono tutto, una volta da giovani si faceva l’amore, si ascoltava la musica, si ballava, ora credo che molti giovani, o almeno quelli che devastano le cose degli altri, siano proprio degli sfigati senza valori»

Ma in questo caso i giovani potrebbero essere individuati visto che le loro facce in alcune immagini video si vedono chiaramente.

Sotto il negozio ripreso ieri pomeriggio (a sinistra) e stamattina dopo le devastazioni ( a destra)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it