Connect with us
Pubblicità

Trento

Frutticoltura, nuove strategie di difesa: 200 partecipanti al convegno organizzato dalla Fondazione Mach

Pubblicato

-

Come cambiano le strategie di difesa contro gli afidi del melo dopo il divieto di utilizzo in pieno campo dei neonicotinoidi attivo dalla fine di quest’anno? Duecento tecnici provenienti da tutto il Nord Italia ne hanno discusso oggi nel convegno organizzato dalla Fondazione Edmund Mach alla Cantina sociale di Trento.

Tra i focus della giornata la sperimentazione nella ricerca di soluzioni alternative, sia chimiche sia agronomiche, guardando anche alle aziende biologiche.

“Il convegno organizzato da FEM – ha spiegato in apertura il direttore generale Sergio Menapace – si concentra sulle strategie di difesa delle pomacee nell’ottica dell’applicazione del PAN (Piano di azione nazionale) e del SQNPI (Sistema qualità nazionale di produzione integrata). I neonicotinoidi hanno rappresentato un gruppo di sostanze ad azione insetticida di rilevante importanza fitoiatrica e di certezza in termini di efficacia. Il divieto, che riguarda solo l’Europa, dimostra un’attenzione agli aspetti ambientali e alla tutela degli insetti non target e degli altri organismi viventi. Dai dati sperimentali emergono comunque strategie alternative che dovrebbero garantire tranquillità ai produttori per le strategie di difesa”.

Pubblicità
Pubblicità

Ad aprile i Paesi membri dell’Unione Europea hanno approvano la proposta della Commissione europea che vieta l’utilizzo in pieno campo di tre agrofarmaci appartenenti alla famiglia dei neonicotinoidi. Il provvedimento interessa i principi attivi imidacloprid, clothianidin e thiamethoxam, utilizzati per la gestione aficida del melo e già sottoposti a restrizioni di impiego (solo trattamenti in post-fioritura) dal 2013. Attualmente i programmi di difesa integrata prevedono una gestione combinata dell’afide grigio e dell’afide lanigero attraverso interventi sia in fase pre-fiorale che post-fiorale. L’intervento in pre-fioritura è mirato principalmente verso le fondatrici dell’afide grigio, mentre il periodo post-fiorale contempla anche la gestione dell’afide lanigero.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Le limitazioni nel portafoglio degli agrofarmaci, ma anche la comparsa di nuove molecole aficide e la recrudescenza dell’afide lanigero, sono quindi le principali motivazioni che hanno indotto FEM (Centro di Saggio) ad organizzare il convegno che ha coinvolto i tecnici delle regioni frutticole Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino e Alto Adige.

Pubblicità
Pubblicità

“A fianco degli innegabili pregi fitoiatrici, efficacia, sistemia e persistenza – ha sottolineato Gastone Dallago, tecnologo della Fondazione Mach – i neonicotinoidi sono stati indicati come responsabili di effetti negativi sulle colonie di api e altri impollinatori selvatici. Qualche anno fa sono arrivate le prime limitazioni all’impiego (esclusivamente in post fioritura delle arboree e non come concianti) e dalla fine di quest’anno, imidacloprid, clothianidin e thiamethoxam potranno essere impiegati ‘solo in serre permanenti o per la concia di sementi destinate a essere utilizzate soltanto in serre permanenti; la coltura così ottenuta deve rimanere all’interno di una serra permanente durante il suo ciclo di vita completo'”. “In ogni caso dal punto di vista tecnico – ha evidenziato Dallago – ora sono percorribili più strade che stiamo proponendo e discutendo con le organizzazioni dei produttori”.

Dopo la mattinata dedicata alla tavola rotonda e agli interventi degli esperti, con la presentazione di alcuni risultati sperimentali ottenuti da FEM e Laimburg ponendo particolare attenzione agli esempi di aziende biologiche nelle quali le molecole utilizzabili sono ridotte, nel pomeriggio le ditte produttrici di fitofarmaci sia per il settore biologico sia integrato hanno presentato le loro proposte per la gestione degli afidi.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza