Connect with us
Pubblicità

Socialmente

Solidarietà: il panettone degli Alpini per aiutare a ricostruire il Trentino

Pubblicato

-

Un dolce che fa bene e soprattutto “aiuta ad aiutare” le popolazioni e i luoghi colpiti dal maltempo flagello del Nord Italia alla fine di ottobre 2018.

La Sezione ANA di Trento ha lanciato l’iniziativa “Aiutaci ad aiutare – l’Alpino adotta un pino” che dichiara lo scopo della campagna: i proventi della vendita dei panettoni saranno infatti interamente destinati ad opere di solidarietà e ricostruzione dopo i danni causati dal maltempo in Trentino.

Il Panettone degli Alpini è un dolce artigianale dal peso di 750 grammi, venduto in latta con medaglietta numerata della Sezione di Trento. È già disponibile (10 euro l’uno) presso gli Uffici Sezionali in vicolo Benassuti 1 (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 15.30), presso gli uffici del COA in viale Adriano Olivetti 9 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00), ancora presso le Sedi dei Gruppi Alpini di tutto il Trentino, e a Trento presso il Bar del Circolo e al Liber Caffè.

PubblicitàPubblicità

«Chiudiamo questo 2018, che è stato l’anno del Centenario e dell’Adunata di Trento, con un impegno di solidarietà visti gli effetti tragici causati dal maltempo di questo autunno – commenta il Presidente della Sezione trentina dell’Associazione Nazionale Alpini Maurizio Pinamonti. «Abbiamo aperto una sottoscrizione che contribuirà, insieme al Panettone degli Alpini, a sostenere le famiglie delle aree trentine colpite e ad aiutare il recupero ambientale».

Coloro che non sono interessati ai panettoni ma desiderano comunque aiutare, possono contribuire con una donazione sul conto corrente bancario presso Cassa Rurale di Trento, intestato a Sezione Alpini di Trento, IBAN: IT 25 O 08304 01806 00000 6306 272 specificando la causale del versamento “Aiutaci ad aiutare – l’Alpino adotta un pino”.

La Sezione è in contatto costante con gli oltre 260 Gruppi presenti sul territorio trentino, i quali si sono spesi durante l’emergenza con la Protezione Civile e oggi si fanno portatori delle esigenze delle proprie Comunità.

Con la catastrofica alluvione di ottobre il circolo virtuoso della solidarietà si è però rafforzato, così come testimonia il Presidente della Sezione ANA di Trento Maurizio Pinamonti: «Abbiamo ricevuto in questo periodo tantissime telefonate e messaggi di vicinanza. In particolare dall’Emilia e dall’Abruzzo, dalle comunità che abbiamo soccorso in occasione dei terremoti che le hanno colpite. Per noi è stato uno straordinario segnale di solidarietà, affetto e disponibilità all’impegno e questo per gli Alpini è l’importante». I panettoni non saranno venduti solo in Trentino: l’affetto dimostrato dagli amici emiliani di Rovereto Secchia si è tramutato in una disponibilità della Onlus «Tutti Insieme a Rovereto e Sant’Antonio» a fare da punto di riferimento per la distribuzione dei panettoni in Emilia Romagna.

Pubblicità
Pubblicità

Socialmente

«Prima di sbocciare»: la storia di un minore in difficoltà lasciato solo da giudici e assistenti sociali

Pubblicato

-

Prima di sbocciare è la storia vera dell’infanzia difficile di Andrea Tore edita, nella sua seconda edizione del 2017, per i tipi di Bertelli editori – Trento. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Socialmente

Italia’s got talent, con i fratelli Tercon l’autismo è in semifinale

Pubblicato

-

I fratelli Tercon questa sera alle 21:15 saranno su TV8 per disputare le semifinali di Italia’s Got Talent. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Socialmente

Città a misura di tutti con la comunicazione “Aumentativa e Alternativa”

Pubblicato

-

http://colibrimagazine.it
Immagine di: http://colibrimagazine.it

Esiste in mezzo a noi un mondo a parte in cui vivono bambini affetti da problemi cognitivi e persone con bisogni comunicativi complessi, persone che faticano a interagire con la realtà come la conosciamo.

Per affrontare questo problema è stato messo a punto un sistema di comunicazione chiamato “Comunicazione Aumentativa e Alternativa” (CAA), termine utilizzato per descrivere le modalità che possono facilitare e migliorare la comunicazione delle persone che hanno difficoltà ad utilizzare i più comuni canali comunicativi, soprattutto il linguaggio orale e la scrittura.

Questo linguaggio è basato su un insieme di simboli, ma non esistono soluzioni universali adatte ad ogni soggetto.

Pubblicità
Pubblicità

L’obiettivo della CAA è quello di contenere e compensare la disabilità di chi presenta un grave disturbo di comunicazione sia sul versante espressivo che ricettivo.

Quello che si ottiene è un miglioramento della competenza comunicativa del bambino e di tutte le persone del suo ambiente di vita in modo da favorire la massima partecipazione sociale possibile.

Con l’obiettivo di creare sempre più ambienti accessibili ed una società capace di aprirsi a questo bisogno di comunicazione, in alcune città è nato il progetto “Città in CAA”, che vede l’istituzione di una rete di realtà commerciali “CAA friendly” che appoggiano l’utilizzo della CAA.

Gli esercenti che partecipano al progetto espongono immagini, scritte in CAA, adeguano i propri spazi, e formano il proprio personale per facilitare la comunicazione, promuovere le abilità sociali e favorire l’autonomia di persone con bisogni comunicativi complessi.

La rete di Città din CAA è nata in Emilia Romagna, grazie all’associazione Fare Leggere Tutti Faenza che lo ha ideato e applicato nei comuni di Castel Bolognese, Solarolo e Faenza coinvolgendo realtà commerciali, istituzionali, artigianali. Il progetto ha fatto il suo esordio anche in Umbria (comune di Corciano).

IN CONCRETO

In pratica ogni soggetto coinvolto nel progetto, sia esso un bar, un supermercato, una biblioteca piuttosto che un ufficio aperto al pubblico, terrà esposte al suo interno delle “tavole comunicative”, fogli a4 contenti i simboli tradotti in CAA, corrispondenti al linguaggio verbale, così che il soggetto con difficoltà, non si trovi a chiedere ma ad avere già presenti e visibili gli strumenti con i quali poter comunicare. Maggiori info sul progetto sono disponibili qui: http://www.cittaincaa.it/

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza