Connect with us
Pubblicità

Politica

Dorfmann: “Le minoranze linguistiche devono poter guardare la TV nella loro lingua”

Pubblicato

-

“I confini nazionali non devono diventare confini d’informazione”, ha dichiarato ieri Herbert Dorfmann in Parlamento europeo.

“Se le minoranze che vivono nelle zone di confine fossero private della possibilità di accedere alle informazioni nella loro lingua madre, per il semplice fatto che vivono dalla parte sbagliata del confine, questo comporterebbe un deficit democratico”, ha sottolineato l’eurodeputato sudtirolese.

Dorfmann ha esortato la Commissione europea a creare le condizioni necessarie per consentire alle minoranze linguistiche in tutta Europa di ricevere contenuti audiovisivi nella loro lingua madre, anche quando questo significa che il contenuto deve attraversare la frontiera. La sua proposta è stata accettata.

Pubblicità
Pubblicità

“I media hanno una funzione fondamentale nella diffusione di informazioni e contenuti oltre i confini”, ha dichiarato ieri Dorfmann a Strasburgo. Non dovrebbe esserci alcun blocco transfrontaliero in grado di impedire alle minoranze di accedere ai contenuti trasmessi dall’altra parte del confine. Purtroppo, però, questo blocco esiste. Il termine tecnico con cui viene definito è “geoblocking” e indica un sistema che limita l’accesso ai media a seconda del territorio in cui ci si trova. Questo può impedire che audio e video vengano visualizzati al di fuori di una regione specifica.

Herbert Dorfmann nel suo intervento ha menzionato l’iniziativa dei cittadini europei “Minority SafePack”, che ha raccolto oltre un milione di firme per promuovere e tutelare la diversità in Europa e che chiede la creazione di un quadro legislativo europeo per la protezione delle minoranze. Ora è il momento di rendere il Minority SafePack realtà.

Durante la sessione plenaria di ottobre, il Parlamento europeo a Strasburgo ha votato una relazione relativa agli standard minimi per le minoranze nell’Unione europea, il cui relatore è il deputato slovacco József Nagy. Al fine di preparare la sua relazione, Nagy è stato anche in Sudtirolo, dove ha avuto l’occasione di studiare in particolare il sistema scolastico locale e la scuola trilingue nelle località ladine. Nella relazione dell’eurodeputato slovacco il Parlamento ha chiesto che i criteri di Copenaghen, definiti venticinque anni fa, siano rispettati in tutta l’Unione. Questi prevedono che gli stati membri e i paesi candidati debbano rispettare determinati criteri politici e economici. Uno di questi sancisce che “una condizione per l’adesione è che il paese candidato abbia raggiunto una stabilità istituzionale in grado di garantire la democrazia, lo stato di diritto, la tutela dei diritti umani e il rispetto e la protezione delle minoranze”.

Pubblicità
Pubblicità

Istituiti nel 1993, i criteri di Copenaghen erano stati concepiti per impedire l’adesione all’Ue di paesi politicamente ed economicamente instabili. Ma József Nagy ha posto l’accento sul fatto che al momento non vi è alcuna garanzia che lega i paesi già membri a rispettare i suddetti criteri. Nagy ha fatto appello quindi all’introduzione di standard minimi europei, che dovrebbero essere tutelati con un’apposita direttiva. La sua relazione è stata adottata a larga maggioranza dal Parlamento europeo.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza