Connect with us
Pubblicità

Trento

Discriminazione dei disabili a Trento, la denuncia di un cittadino

Pubblicato

-

Arrivano alcune segnalazioni da parte dei lettori riguardanti un possibile atto discriminatorio nei confronti dei disabili.

Nella foto è stata scattata giovedì 8 novembre e raffigura il treno che da Pergine porta a Trento e inviata al numero WhatsApp della redazione (3922640625)

La fermata è quella di Gocciadoro usata per lo più dai cittadini che devono andare al santa Chiara.

Pubblicità
Pubblicità

Il lettore pone all’amministrazione comunale di Trento un quesito molto semplice: «Come fa un disabile, una persona che ha dei problemi di deambulazione, un anziano con qualche difficoltà fisica, oppure uno che usa le stampelle a salire e scendere da questo treno?»

Il treno di questione era naturalmente sprovvisto di pedana per i disabili.

Nell’attesa della risposta da parte dell’amministrazione o della ditta di trasporti, ricordiamo che secondo quanto stabilito dal Regolamento (CE) n. 181/2011, i passeggeri che viaggiano in autobus o sui treni nei Paesi dell’Unione Europea sono portatori di alcuni diritti fondamentali tra i quali, indipendentemente dai chilometri delle tratte percorse, avere le condizioni di trasporto non discriminatorie anche in caso di disabilità.

Pubblicità
Pubblicità

In particolare, nel documento si legge che “I servizi di trasporto di passeggeri effettuati con autobus o treni dovrebbero essere a beneficio di tutti i cittadini. Di conseguenza, le persone con disabilità o a mobilità ridotta dovuta a disabilità, all’età o ad altri fattori dovrebbero avere la possibilità di usufruire dei servizi di trasporto effettuato con autobus a condizioni che siano comparabili a quelle godute dagli altri cittadini. Le persone con disabilità o a mobilità ridotta hanno gli stessi diritti di tutti gli altri cittadini in relazione alla libera circolazione, alla libertà di scelta e alla non discriminazione

Facciamo questa dovuta premessa perché è giusto ricordare in quale quadro normativo ci si trovi quando, nella realtà invece dei fatti, i cittadini italiani con disabilità si scontrano purtroppo frequentemente con disservizi e mancanze in fatto di accessibilità dei trasporti, ovvero con le famose barriere architettoniche. Bus privi di pedane o spazio di stazionamento carrozzine sono, diciamocelo, all’ordine del giorno.

Ma sembra che le cose stiano cambiando: qualcosa all’orizzonte si muove.

Cominciano infatti ad esserci delle sentenze che tutelano le persone con disabilità e che condannano le compagnie di trasporti pubblici e privati.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza