Connect with us
Pubblicità

Trento

Amputato il ginocchio del cavallo della Fontana del Nettuno in Piazza Duomo

Pubblicato

-

La segnalazione arriva da un nostro lettore al numero WhatsApp della redazione (3922640625)

Lo foto è stata scattata questa mattina.

Il titolo della foto dato dal lettore la dice lunga, «Il cavallo sembra soffrire… e anche chi ama la propria Città non può gioire…»

PubblicitàPubblicità

Come è ben visibile dalla foto manca un ginocchio del cavallo che probabilmente, visto il taglio netto, è stato segato con qualche piccolo utensile a batteria.

Non è dato da sapersi quando sia avvenuto il possibile vandalismo alla fontana del Nettuno

Negli ultimi giorni l’acqua dalla fontana è stata tolta a causa dei lavori.

Chi segue i lavori forse è a conoscenza di quando e come è stato ridotta così la fontana.

Ricordiamo che quella che la scultura devastata è la parte più fotografata in assoluto dai turisti.

Pare però che quello che è definito da tutti il salotto della Città non sembri oggetto di particolari attenzioni e rispetto.

Non è la prima volta che la scultura viene presa di mira dai vandali.

All’inizio di aprile infatti  la statua del tritone più basso a ovest fu trovato con il collo del vaso dal cui centro è predisposta la canna per lo spruzzo dell’acqua completamente tranciata di netto

Inoltre un angolo del primo ordine di gradini rivolto a nord era risultato anch’esso amputato di recente.

La statua del Nettuno che si vede in piazza Duomo in realtà non è quella originale.

L’opera di Stefano Salterio da Laglio a causa dei danni subiti nel tempo era infatti stata spostata alla fine del 1939 nel cortile del vicino palazzo Thun, mentre sulla fontana è presente dal 1945 una copia in bronzo realizzata nel 1942 da Davide Rigatti.

Sotto la statua del Nettuno la fontana è ornata da tritoni, cavalli marini ed altri gruppi scultorei, anch’essi originariamente opera di Stefano Salterio, poi sostituiti nel XIX secolo da copie eseguite dallo scultore Andrea Malfatti (1832-1917) su disegni del pittore Ferdinando Bassi (Trento, 1819 – Venezia, 1883).

Il tritone superiore meridionale è un’ulteriore copia realizzata nel 1920 da Davide Rigatti.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Maurizio Fugatti: «Battocletti, una ragazza d’oro. Orgoglio trentino»

Pubblicato

-

Grande avvio per l’Italia agli Europei di corsa campestre a Tilburg, in Olanda.

La 18enne trentina Nadia Battocletti ha vinto l’oro nella gara under 20 con una gara da protagonista e un allungo decisivo dopo l’ultima curva.

Per la 18enne trentina il tempo di 13’46” sui 4,3 km davanti alla svizzera Delia Sclabas (13’47”) e alla turca Inci Kalkan (13’48”), in una gara sotto la pioggia e sul fango di un impegnativo percorso.

Pubblicità
Pubblicità

E’ la prima volta che un’azzurra conquista il titolo continentale di cross ed è anche il primo podio italiano individuale al femminile nelle 25 edizioni dell’evento.

Anche il governatore della provincia autonoma di Trentino Maurizio Fugatti ha voluto ringraziate l’atleta nonesa: “Una soddisfazione grandissima. Ed anche una grande emozione. Vincere l’oro in competizioni di questo livello, al cospetto dell’intera Europa deve riempire ciascun trentino di quel sano orgoglio che deriva anche dalla consapevolezza che solo tanto impegno, tanta costanza e tanta determinazione permettono di raggiungere certi risultati”.

Queste le parole del presidente a nome dell’intera Giunta ed in particolare dell’assessore allo sport Roberto Failoni.

“Alla nostra atleta e giovanissima concittadina – aggiunge il governatore – dobbiamo un grande applauso ma anche la gratitudine per aver saputo, con la sua impresa, regalare al Trentino ed al nostro Paese una splendida immagine che racconta della voglia di mettersi in gioco ed affrontare le sfide dando il meglio di sè in qualsiasi circostanza. Complimenti e arrivederci a presto a Trento”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Da lunedì arriva la settimana «Artico Polare»

Pubblicato

-

La settimana che va da Lunedì 10 a Domenica 16 Dicembre sarà caratterizzata dall’irruzione di aria di origine artica e dall’arrivo di due perturbazioni atlantiche che porteranno la neve anche in pianura. Lo riferisce Carlo Testa di ilmeteo.it 

Sul Trentino le temperature si abbasseranno con le giornate che nella prossima settimana rimarranno tutte soleggiate.

Nessuna grande nevicata è comunque prevista fino a Natale.

PubblicitàPubblicità

Da Lunedì 10 correnti via via più fredde di origine polare cominceranno ad affluire sul nostro Paese, cominciando a raffreddare il clima.

Martedì la giornata sarà prevalentemente soleggiata su tutte le regioni con clima piuttosto freddo al Nord, specie al primo mattino con gelate fino in pianura.

Da mercoledì la situazione meteorologica comincerà a mutare, infatti due perturbazioni atlantiche raggiungeranno l’Italia, la prima il Centro-Sud, la seconda anche il Nord.

Tempo in peggioramento nel corso di Mercoledì 12 con precipitazioni via via più diffuse al Centro e poi anche sul Sud peninsulare.

La neve scenderà sugli Appennini a quote collinari, ovvero sopra i 600-900 metri, mentre al Sud apparirà sopra i 1200-1400 metri.

Giovedì 13, la perturbazione sfilerà verso i Balcani con ultime precipitazioni sul Centro-Sud adriatico, ma di gran carriera ecco che un’altro fronte perturbato collegato ad un vortice ciclonico in arrivo sulla Sardegna, comincerà a raggiungere i settori occidentali a partire dal Nordovest e la Sardegna.

Venerdì 14 il fronte perturbato investirà gradualmente tutto il Nord e parte del Centro. Le precipitazioni in questo caso, date le temperature molto basse, risulteranno nevose sulle aree pianeggianti del Nord a partire dal Piemonte verso l’Emilia Romagna e il Veneto in serata; pioverà invece al Centro e poi al Sud con nevicate a quote medio/alte.

La perturbazione sfilerà verso la Grecia nel corso del weekend 15-16 Dicembre.

Sotto il profilo termico le temperature subiranno una sensibile diminuzione a cominciare da Martedì, con il clou del freddo tra Mercoledì 12 e Venerdì 14 Dicembre. Valori notturni ampiamente sotto lo zero al Nord. I valori massimi a stento saliranno sopra i 5°C al Nord, fino a 10°C al Centro e misure un po’ più alte al Sud.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Vandali in azione in centro storico a Trento, devastate le decorazioni natalizie della gioielleria Meridiana

Pubblicato

-

Nella notte sono state completamente devastate le decorazioni natalizie della gioielleria Meridiana in via Roggia Grande.

I fenomeni che hanno compiuto la codarda devastazione sono stati ripresi dalle telecamere di sorveglianza che sono state consegnate alle forze dell’ordine nel tentativo di rintracciare i protagonisti.

Purtroppo non è la prima volta che il negozio viene preso di mira dai vandali che probabilmente ubriachi e annoiati dopo la serata si divertono a distruggere quello che gli altri realizzano con amore ed entusiasmo.

PubblicitàPubblicità

«Succede per tutto l’anno, lasciano lattine vuote, bicchieri, rifiuti dappertutto ed anche peggio» – riferiscono i titolari della gioielleria

Per i titolari non è il danno economico che pesa ma il calpestare i valori ormai quotidianamente quali il rispetto, la libertà e i lavori degli altri.

«Quello che ci urta – spiegano i titolari – è che si cerca di tenere bene il centro storico, e abbellirlo in vista delle feste natalizie, come peraltro anche tutto l’anno e poi dei giovani poveracci ubriachi fanno quello che vedete. E siccome la notte ci si annoia distruggono tutto, una volta da giovani si faceva l’amore, si ascoltava la musica, si ballava, ora credo che molti giovani, o almeno quelli che devastano le cose degli altri, siano proprio degli sfigati senza valori»

Ma in questo caso i giovani potrebbero essere individuati visto che le loro facce in alcune immagini video si vedono chiaramente.

Sotto il negozio ripreso ieri pomeriggio (a sinistra) e stamattina dopo le devastazioni ( a destra)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
    Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it