Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

La vita “oltre le barriere” di Mauro Bernardi raccontata all’Upt e all’Enaip di Cles

Pubblicato

-

La storia di Mauro Bernardi, quarantenne bergamasco e disabile diventato maestro di sci, ha dell’incredibile. “Quando si cade e si tocca il fondo bisogna rialzarsi e ripartire” dice lui.

Una sorprendente testimonianza che l’assessorato alle politiche sociali della Comunità della Val di Non, guidato da Carmen Noldin, ha voluto portare in valle, favorendo l’incontro con i ragazzi delle Scuole Upt e Enaip nelle giornate di oggi e domani.

Un progetto che desidera favorire l’integrazione e l’aggregazione tra persone normodotate e disabili attraverso l’incontro e il dialogo.

Pubblicità
Pubblicità

Con Mauro Bernardi sarà un momento di importante formazione umana e sportiva per gli studenti e i ragazzi coinvolti, volto anche a evidenziare i valori dello sport e della vita” commenta l’assessore Noldin.

Già, perché Bernardi, nonostante la disabilità che gli ha precluso l’utilizzo delle gambe, è un maestro di sci. “Mi sento come un granello di sabbia che può coinvolgere altri granelli. Ci sono tante persone disabili che vorrebbero avvicinarsi allo sport, al mondo dello sci e, perché no, diventare maestro di sci come me – conferma Bernardi –. Il primo obiettivo è quello di trasmettere questa voglia lavorativa, questa cultura e questa forza che mi hanno aiutato a rialzarmi e ad affrontare le sfide della vita. Per quanto mi riguarda, la cosa più bella e paradossale è che nella disabilità sono riuscito a fare ciò che non riuscivo a fare nella precedente condizione”.

Pubblicità
Pubblicità

Ma vediamo un po’ la sua storia: “Era il 31 agosto 2005 ed ero diretto con il mio camion a Padova per una consegna – racconta –. Viaggiavo in prima corsia quando un tir mi si è messo davanti, all’altezza dell’Autogrill di Dalmine. L’impatto è stato violentissimo. Ho capito subito che era successo qualcosa di grave: non sentivo più niente dalla vita in giù. Ma ero contento di essere vivo”.

Dopo l’incidente, Mauro ha iniziato a collaborare con le scuole per sensibilizzare i ragazzi sul tema della disabilità, ma soprattutto per trasmettere la sua esperienza di vita. “Consiglio di aprirsi , di non aver timore – afferma Bernardi –. La paura è giusto che ci sia, ma non deve vincere sulle nostre scelte. E, soprattutto, dobbiamo accettare l’aiuto degli altri, perché ci sono tante persone che sono disposte a darci una mano. Non bisogna mai arrendersi”.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Due nuove pensiline per la scuola dell’infanzia di Mezzana

Pubblicato

-

Viste le richieste giunte da parte degli operatori della scuola dell’infanzia, l’amministrazione comunale di Mezzana ha deciso di dotare l’edificio scolastico di due pensiline esterne che andranno a proteggere alcuni spazi utilizzati sia dagli utenti esterni per l’accesso all’immobile, sia da parte degli operatori stessi. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

“Cercami su Instagram”: Serena Valorzi e Mauro Berti a Taio per parlare di social network, solitudine e iperconnessione

Pubblicato

-

Venerdì sera a Taio Serena Valorzi e Mauro Berti parleranno del loro ultimo libro "Cercami su Instagram"

A Taio per parlare di social network, solitudine e iperconnessione. Venerdì prossimo, 22 novembre alle 20.30, il teatro comunale di Predaia ospiterà gli autori del libro “Cercami su Instagram – tra Big Data, solitudine e iperconnessione” (Reverdito Editore, 2019) per una serata dedicata ai giovani, ma anche agli adulti, alle nuove tecnologie e alle infinite potenzialità (talvolta pericolose) di Internet. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Piante sulla linea elettrica a Vermiglio, intervengono i Vigili del fuoco

Pubblicato

-

Maltempo protagonista ieri in val di Sole, una delle valli più colpite in questi giorni dalla perturbazione atmosferica che ha portato pioggia e neve su tutto il Trentino.

Ieri sera in località Pecè a Vermiglio sono cadute delle piante sulla linea elettrica provocando un incendio. (video)

Sono intervenuti i vigili del fuoco di Vermiglio che negli ultimi giorni sono stati messi a dura prova per il maltempo.

Pubblicità
Pubblicità

Numerosi i loro interventi in valle. Nelle foto altri due interventi eseguiti nelle ultime ore. Uno riguarda il taglio delle piante tra la località di Stavel e Velon e l’altro per un’ auto in panne sulla strada statale 42 sopra l’abitato di Vermiglio.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza