Connect with us

Psicologia dei Diritti

Ddl Pillon: i soldi tra mamma e papà

Pubblicato

-

La separazione tra due persone che hanno figli, troppo spesso, diventa un terreno di battaglia non solo per l’affidamento dei minori, ma anche per beni immobili, mobili e soprattutto per il mantenimento dei figli.

Nel DDL 735 si legge che la norma già oggi vigente manifesta la netta preferenza del legislatore verso un mantenimento diretto della prole a carico dei genitori, individuando l’assegno perequativo solo quale espediente residuale.

La preferenza per un mantenimento diretto della prole, non solleva i genitori ad entrare in conflitto per la gestione dei figli.

Pubblicità
Pubblicità

Certo è che il boom delle separazioni ha reso le persone non solo più sole, ma anche più povere.

I Servizi Sociali e Associazioni del terzo settore sono impegnati nella gestione di questa problematica che sembra essere sempre più un pozzo senza fondo. In tutto il territorio italiano sono noti gli enti che si occupano del sostegno di padri che rimangono senza una casa e che devono versare il mantenimento oltre che contribuire alle spese ordinarie e straordinarie.

Se tuttavia si elimina l’assegno di mantenimento senza un’attenta analisi della situazione, è la madre che entra in difficoltà economica non riuscendo più a sostenere le spese.

Le difficoltà poi aumentano quando uno dei genitori o entrambi fanno figli con altri partner. Le famiglie allargate aumentano e si ingrandiscono e i soldi diminuiscono potenziando così la guerra legale che a sua volta è altamente dispendiosa.

Ma il problema non è solo la diminuzione del denaro dovuta all’aumento delle spese che si hanno vivendo separati.

Spesso i conflitti peggiori nascono per via delle decisioni da prendere per i figli.

Si parte dal corso di ginnastica, a dove e se prendere i libri scolastici, i vestiti, telefoni, computer, mezzi di trasporto…fino ad arrivare ad eventuali ripetizioni scolastiche o visite mediche private e al costo dei medicinali.

È vero che il mantenimento diretto, in condizioni di indipendenza economica di entrambi i genitori potrebbe essere la cosa migliore, ma in questo tempo due persone che si separano, spesso si allontanano solo fisicamente, ma continuano ad essere legati nella lotta uno contro l’altro alleandosi con parenti ed eventuali avvocati e periti.

Ma cosa simboleggia la lotta economica con il proprio ex?

I soldi possono essere visti come simbolo di energia che si perde con la fine di un rapporto d’amore, come energia che si è donata senza un atteso ritorno, oppure ancora come la volontà di prendere l’energia dell’altro per rabbia, per desiderio di indebolirlo, di distruggerlo pensando così di acquisire forza, privilegio, e potere. Inoltre in questa società dove il denaro difficilmente viene scisso dal valore personale, se uno dei due genitori perde il lavoro, nell’immaginario dell’altro, perde anche il rispetto e di conseguenza spesso anche capacità genitoriali.

I figli fin da piccoli possono imparare che il genitore forte economicamente è più rispettabile rispetto l’altro e, disponendo di maggior denaro, diventa più appetibile in quanto può comprare con più facilità gli oggetti di consumo tanto desiderati, anche e soprattutto se l’altro genitore non è d’accordo.

Nella mia esperienza professionale mi è capitato di assistere una madre che ha dovuto allontanarsi dalla casa familiare per aver subito violenza da parte del marito.

La signora, in un primo momento è fuggita nel suo negozio con due figli minori; è stata poi contattata dagli Assistenti Sociali che, a loro volta, hanno riportato i figli a casa del padre benestante e trasferito lei in un rifugio anti-violenza.

La donna così, oltre aver subito violenza ha perso potere economico dovendo chiudere il suo negozio, mentre l’ex marito, aveva con sé i figli e tranquillamente continuava a lavorare.

Nonostante il matrimonio nessun assegno di mantenimento è stato concesso alla signora che ancora oggi può vedere i figli solo saltuariamente.

Questa donna prima era benestante, indipendente dal punto di vista economico, ora sopravvive e non ha potere decisionale sugli acquisti dei figli in quanto il padre concede loro ogni lusso senza naturalmente consultarla.

Questa storia, una come tante, è la triste testimonianza che ancora oggi il potere economico detta legge sulla genitorialità senza pensare al bene dei figli, quegli stessi ragazzi che un giorno saranno adulti, cresciuti in un ambiente dove la forza fisica ed economica è più potente dei valore umani.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]

Categorie

di tendenza