Connect with us
Pubblicità

Trento

Ieri quarto giorno di sciopero per i lavoratori del SAIT

Pubblicato

-

Ieri quarto giorno consecutivo di sciopero per i lavoratori del SAIT che hanno presidiato il punto vendita di viale Trento a Rovereto

Uno sciopero senza precedenti per la nostra provincia che apre un  buco nero nella cooperazione trentina. 

Con lunedì si torna al lavoro ma i manifestanti hanno lasciato capire che se la situazione non si sblocca i presidi riprenderanno sotto le feste di Natale.

Pubblicità
Pubblicità

Ieri a Rovereto, in piena sintonia con i manifestanti, dai clienti è arrivato il pieno sostegno a tal punto che il lavoro si è drasticamente ridotto e il punto vendita è andato mezzo deserto per tutto il giorno. (foto)

«Il supermercato Poli a fine anno conferma dei ricavi pazzeschi e assume, la Lidl continua ad aprire negozi come MD mentre la cooperazione trentina che dovrebbe salvaguardare la comunità e tutelare i dipendenti licenzia e non rinnova gli accordi economici penalizzando così intere famiglie trentine» – queste in concreto le dichiarazioni che circolano ormai da giorni fra i manifestanti e anche i cittadini

Pubblicità
Pubblicità

L’unica novità è un tavolo di confronto convocato per il 7 novembre. Ma pare che le speranze siano ridotte all’osso, infatti i vertici hanno un preciso mandato da parte del CdA di non fare nessun passo indietro.

Nel caso durante l’incontro continuasse il muro contro muro lavoratori e sindacati potrebbero continuare lo sciopero sotto le feste natalizie. Anche Marina Mattarei, la presidente della federazione delle cooperative ha invitato i vertici del SAIT a dialogare maggiormente.

Fra i manifestanti sono apparsi dopo giorni di silenzi anche alcuni politici.

Ad onore del vero però l’unico politico che in anticipo si era interessato dei disagi e dei malesseri dei lavoratori del SAIT era stato Sandro Bordignon di Agire per il Trentino che aveva previsto quanto poi sarebbe successo.

Il suo primo intervento risale  al  novembre 2016 e dimostra una certa lungimiranza visto che allora pareva andare tutto bene.

Lungimiranza che non hanno avuto invece i politici di centrosinistra che del problema non si sono mai occupati.

Il 16 ottobre infatti Bordignon aveva convocato una conferenza stampa dove nella premessa scriveva: «Dopo il licenziamento di 80 persone, dopo aver assunto un dirigente arrivato da Milano oltre che il direttore e 3 quadri, con dei benefit importanti, non aver mai presentato ad un piano di rilancio per la società; dopo tutto questo è arrivata notizia che SAIT per conto del suo Presidente Dalpalù non intende rinnovare/contrattare il contratto di secondo livello verso tutto il personale che si trova ad operare negli uffici, negozi, rete diretta e magazzino. Indicativamente sarà una mancanza per i dipendenti di 2600 Euro l’anno».

punto vendita sait vuoto

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Spotify crea playlist personalizzate per i propri animali domestici: l’obiettivo è alleviare stress e ansia
    A casa durante le pulizie o sotto la doccia, in palestra mentre ci si allena e si fatica, ed in macchina alla radio con i brani preferiti: la musica sembra accompagnare e addolcire da sempre le giornate, diventando spesso colonna sonora di momenti importanti ed indimenticabili della nostra vita. In molti casi, le canzoni a […]
  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]

Categorie

di tendenza