Connect with us

Rovereto e Vallagarina

Inaugurata ad Ala la mostra dedicata all’Armistizio

Pubblicato

-

È stata inaugurata oggi, giovedì 25 ottobre, la mostra “Primi passi verso la pace. Da Serravalle a Villa Giusti” e dedicata all’armistizio che concluse i combattimenti della Prima guerra mondiale in Trentino.

A palazzo Pizzini, oltre che un percorso fotografico con immagini d’epoca, si trova anche la grande bandiera italiana, che probabilmente sventolò dalla torre del castello del Buonconsiglio cento anni fa.

Il vessillo venne donato alla città di Ala, presa dagli italiani già nel 1915, dal generale Cantore. Si pensava che quella bandiera potesse essere quella issata sul Buonconsiglio a Trento nel novembre del 1918, ed i restauri di quest’estate hanno dato ulteriori indizi a favore di questa ipotesi.

Pubblicità
Pubblicità

I danni che reca il tessuto (ben conservato) sono quelli tipici che provoca lo sventolìo.

La bandiera, conservata dal Comune di Ala sin dal 1922, era stata esposta, ancora ripiegata con i sigilli, in occasione dell’Adunata degi alpini di maggio. È stata fatta restaurare dal Comune e in questi giorni la si può ammirare a palazzo Pizzini, all’interno della mostra sull’armistizio.

Quest’ultima è curata dal Museo della guerra (in particolare da Anna Pisetti e Nicola Fontana), ed è il primo appuntamento dedicato alle commemorazioni dell’armistizio ad Ala.

Pubblicità
Pubblicità

Rientra in un programma di eventi che coinvolge anche il Comune di Avio e quello di Rovereto, coordinati dalla Comunità della Vallagarina. «I primi passi verso la pace vennero fatti ad Ala, cosa di cui mi sento onorata – ha detto la vicesindaca e assessora alla cultura Antonella Tomasi – oggi ricordiamo quei fatti, a cento anni di distanza».

«Questa mostra è uno dei tanti strumenti utili per ricordare e non ricadere in errori che così tanto ci sono costati», ha aggiunto Alberto Pinter, assessore della Comunità.

Il presidente del museo della guerra Alberto Miorandi ha rievocato i fatti di Serravalle, dove gli emissari austroungarici, con la bandiera bianca, si diressero sulla prima linea italiana (salutati a tutta prima da una sventagliata di mitra che danneggiò la bandiera e ferì un trombettiere).

La richiesta di armistizio venne fatta a Serravalle; i plenipotenziari austroungarici vennero poi portati a villa Pellegrini ad Avio e a villa Gresti a Borghetto, prima degli accordi definitivi di villa Giusti a Padova.

La mostra fotografica racconta anche il contesto di allora, la situazione in Bassa Vallagarina, e raccoglie anche le immagini dell’inaugurazione del cippo di Serravalle, avvenuta nel 1958. Non è un caso la scelta di palazzo Pizzini: l’edificio è ricco di storia, ospitò come si sa anche dei concerti di Mozart, ma durante la Prima guerra mondiale fu base della 37a divisione dell’esercito italiano.

La mostra sarà visitabile fino al 18 novembre, aperta di sabato dalle 16 alle 18 (anche il 1 novembre) e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. Gruppi e scuole potranno richiederne l’apertura negli altri giorni.

Altri appuntamenti ad Ala saranno domenica 28 (20.30 al teatro Sartori) con il concerto dell’orchestra Haydn diretta da Arvo Volmer; la commemorazione della richiesta di armistizio a Serravalle (lunedì 29 alle 15 al cippo; il maestro Ascari suonerà la stessa tromba che venne usata dai soldati austroungarici cento anni fa, conservata al Museo della guerra) ed infine martedì 30 ottobre, di nuovo al Sartori alle 20.45, per lo spettacolo teatrale “La guerra di Tina“.

cof

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]

Categorie

di tendenza