Connect with us
Pubblicità

Trento

Il centrodestra conquista il Trentino. PD dimezzato, tiene il PATT, scompare l’UPT

Pubblicato

-

Si sono concluse regolarmente nel pomeriggio di ieri le operazioni di spoglio delle schede per le elezioni provinciali del 2018.

Il candidato presidente risultato eletto è stato Maurizio Fugatti, con una percentuale di voti pari al 46,73%.

Nella nuova maggioranza del governo Trentino, come previsto abbondantemente, sarà la lega a farla da padrona con ben 13 consiglieri.

Pubblicità
Pubblicità

I Trentini hanno deciso di girare pagina dopo 25 anni ed hanno deciso di farlo puntando sulla Lega  e i partiti territoriali suoi alleati.

Chi pensava prima del referendum del 4 dicembre 2016 che in Trentino i cittadini fossero diversi e continuassero a fidarsi del centrosinistra si sbagliava, chi lo pensava anche dopo il 4 marzo 2018 dopo la vittoria della lega e dei cinque stelle, è andato a casa e la politica la vedrà o seduto sul divano davanti al televisore oppure dai banchi delle minoranze.

L’onda lunga di Salvini che ha travolto l’Italia arriva anche in Trentino e polverizza il centrosinistra. Una lega che dal 6,22% delle provinciali del 2013 è passata ad un 27,09%.

Pubblicità
Pubblicità

Incredibile. Onore agli uomini di Maurizio Fugatti. Una lega insomma da paura!

«Un risultato che ci dà molto orgoglio e ci responsabilizza per il forte mandato popolare che abbiamo avuto. I trentini hanno ricordato le battaglie che abbiamo fatto sul territorio. La storia ci ha dato ragione» – queste le prime parola del nuovo Governatore Maurizio Fugatti

Per il PD in particolare è un bagno di sangue, dal 22,06% delle provinciali del 2013 passa infatti ad uno striminzito 13,93%, perdendo così oltre 17 mila voti

Tiene molto bene e sopra ad ogni attesa il PATT dell’ex presidente Ugo Rossi che raggiunge un’importante 12,59% e porta in provincia 4 consiglieri. Nel 2013 aveva raggiunto il 17,55%. Alla fine la scelta di staccarsi e ripudiare gli alleati del PD è stata vincente, la scelta contraria forse avrebbe fatto sparire gli autonomisti.

Sparisce dai radar invece l‘unione per il Trentino (UPT) che con il solo 3,98% perde quasi 10 punti rispetto alla tornata elettorale del 2013 (aveva il 13,33).

Per il partito fondato da Lorenzo Dellai è alla fine di un ciclo, chiuso malissimo, e nell’ultimo periodo devastato da incongruenze, contraddizioni, lotte intestine e follie politiche, che ne hanno decretato il decadimento totale e hanno visto la fuga di tutti i suoi elettori.

E non è vera la voce che ieri circolava sul fatto che se il centrosinistra fosse andato unito avrebbe combattuto alla pari. Sarebbe sempre finita uguale se non peggio. Ed ovvio pensare ora che il Sindaco Andreatta rifletta sulle sue dimissioni per così dare continuità al lavoro della nuova giunta di centrodestra

Per il PD entrano in consiglio provinciale Olivi, Ferrari, Manica e Zeni, per l’UPT De Godenz, per il PATT Rossi, Dallapiccola, Ossanna e Demadri e per Futura (buono il suo 6,93%) Ghezzi e Coppola che dovrà lasciare la presidenza del consiglio comunale di Trento.

Il movimento cinque stelle porta in consiglio provinciale Filippo Degasperi e Alex Marini, ma da un partito di governo che arrivava da numerosi consensi ci si attendeva molto di più.

Rimangono fuori dal consiglio provinciale Fratelli D’Italia, l’UDC, il partito di Ottobre e quello di De Laurentis, insieme ai «cespugli» dell’estrema sinistra.

Nella nuova maggioranza insieme ai 13 leghisti entreranno Tonina (PT), Gottardi e Borga (Civica Trentina) Cia (AGIRE) Leonardi (FORZA ITALIA) Kaswalder (AUTONOMIA POPOLARE) e Guglielmi per l’associazione Fassa – minoranze ladine.

Queste elezioni hanno registrato anche alcune celebri scomparse.

Non vedremo più infatti Civettini, Bezzi, Lozzer, Maestri, Passamani, Simoni e Walter Viola che gli elettori hanno mandato a casa.

Anche tutti i partiti alleati della lega non sono andati bene e come si temeva prima delle elezioni sono stati annientati dagli uomini di Fugatti.

Forza Italia sempre peggio con le dimissioni ieri annunciate della Biancofiore, la prima responsabile di quanto successo sia in Trentino che in Alto Adige

Ma per loro, ricostruirsi nei prossimi 5 anni, diventerà più facile e stimolante dalla parte di chi governa il Trentino.

È pur vero che senza di loro il centrodestra non avrebbe conquistato il Trentino. A dirlo è stato lo stesso presidente che già da domani si metterà al lavoro per costruire la nuova giunta.

«Questa è una vittoria di tutta la coalizione – spiega Fugatti – io ho detto a tutti di votare chi volevano, ma di farlo in maniera decisa. Abbiamo ricevuto un mandato importante che ci dà grosse responsabilità. Questo è un momento di festa che volevamo fare in maniera popolare, tra la gente».

Fugatti non ha escluso la chiamata di un assessore esterno per completare la giunta. «Da domani ci metteremo al lavoro per cercare fra gli eletti le competenze e le sensibilità giuste per dirigere gli assessorati»dichiara Fugatti. 

Da oggi insomma negli uffici della provincia autonoma di Trento l’aria cambia del tutto. Si aprono le finestre e si comincia a lavorare per il cambiamento con politici, funzionari, amministratori e dirigenti che piano piano cambieranno. Auguri quindi al centrodestra.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]
  • Nina Trulli Resort: la masseria perfetta tra la Costa dei trulli e la Valle d’Itria
    Nina Trulli Resort è una masseria immersa nella tipica campagna pugliese, dalla Costa dei trulli a Valle d’Itria, e si trova a soli 5 Km dal mare. Nella zona di Monopoli, città dalle radicate tradizioni marinare anche conosciuta come Città delle cento contrade, è possibile fare letteralmente un tuffo nel passato pur senza mai rinunciare […]
  • Il paese più felice del mondo? La Finlandia!
    La classifica del World Happiness Report parla chiaro: per il terzo anno di fila il posto più felice del mondo sarebbe la Finlandia. Il World Happiness Report è una classifica redatta dalla United Nations Sustainable Development Solutions Network in base ai dati del Gallup World Poll. Mentre il primo posto vede i colori della bandiera […]
  • Il posto perfetto per staccare dal mondo? Le Isole Lofoten!
    Se pensi che i fiordi norvegesi siano belli, potrebbe interessarti fare una bella vacanza alle Isole Lofoten. Un luogo da sogno, un arcipelago simile a un’appendice di montagne frastagliate incredibilmente belle che si protendono nel Mare di Norvegia a ovest di Narvik. Le varie isole sono unite dalla E10, un’impresa di ingegneria altrettanto impressionante come […]
  • X-Bionic Sphere: in Slovacchia un vero paradiso per gli amanti del lusso e dello sport
    Non tutti sanno che a Samorin, in Slovacchia, esiste un vero e proprio paradiso per atleti e per appassionati di lusso e sport. X-Bionic® Sphere è un complesso di hotel e strutture sportive dove il lusso ed il comfort vanno a braccetto con tutte le esigenze di atleti, famiglie e visitatori. L’Hotel offre un servizio di […]
  • Boscareto Resort and Spa: ritrovate la giusta quiete tra vini, buon cibo e paesaggi mozzafiato
    Immerso tra le colline, il Boscareto Resort & Spa rivela la sua bellezza nell’incantevole panorama su cui si affaccia, nei colori dei vigneti e nel meraviglioso territorio delle Langhe, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Alba è punto di partenza e di arrivo per chi viaggia nella zona, con i suoi caffè, le chiese, la storia romana […]

Categorie

di tendenza