Connect with us
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Il 124° Congresso annuale SAT Sabato 20 e domenica 21 ottobre entra nel vivo

Pubblicato

-

Sabato 20 ottobre il 124° Congresso annuale SAT si apre ai momenti istituzionali con la tradizionale premiazione dei soci cinquantennali alle 16.30 nella Palestra Comunale di Creto e l’esibizione del Coro Rocce Rosse, preceduta dallo spettacolo per i più giovani di Lucio Gardin dal titolo “Si slancian nel cielo”, all’Oratorio Parrocchiale di Storo.

Dopo la cena, alla Palestra Comunale di Pieve di Bono-Prezzo l’alpinismo sarà protagonista con i fratelli Tomas e Silvestro Franchini,Palma Baldo e Giovanni Groaz, un incontro sicuramente gradito ai soci più anziani premiati con la spilletta del 50°.

La giornata domenicale ha da tempo immemorabile il sapore dello spirito di appartenenza e di condivisione di valori in SAT. E forse mai come in questo Congresso 2018 questi valori vengono ribaditi con un tema, “Amore in Montagna…” che spesso ha fatto solo da sfondo a 145 anni di storia del sodalizio, ma che rappresenta di fatto il leitmotiv dell’impegno di centinaia di volontari.

Pubblicità
Pubblicità

La fase centrale e conclusiva dell’evento congressuale quest’anno si svolgerà a Condino.

Dopo le formule di rito, con l’apertura dell’ufficio di accreditamento per la registrazione dei delegati e la S. Messa, si snoderà la tradizionale e coloratissima sfilata dei delegati per le vie del paese con i gagliardetti di appartenenza delle sezioni, accompagnata dalle esibizioni corali e bandistiche.

A partire dalle 10.30 prende corpo al Centro Polifunzionale di Condino la fase congressuale vera e propria. Di solito è un video, o personaggio di spicco ad introdurre ed a scaldare il clima di attesa, in questa occasione faranno da supporter agli steakholders della montagna i giovani del gruppo teatrale “Giovani della Montagna”.

A seguire la relazione della presidente Anna Facchini e gli interventi degli ospiti di questo 124 CongressoMariangela Franch, notissima docente alla Facoltà di Economia dell’Università di Trento e tra i fondatori del dipartimento di Managment del Turismo. Franch è inoltre vicepresidente della Federazione delle Cooperative Trentine e componente per diversi anni della Commissione Cultura della SAT.

Un altro ospite di grande spessore che sarà ospite della valle del Chiese è Maurizio Dematteis.  Giornalista, ricercatore e videomaker, si occupa di temi sociali e ambientali e di tematiche legate ai territori alpini. Attualmente dirige l’Associazione Dislivelli ed è direttore responsabile della rivista web mensile.

Ed in tema di vita e lavoro sulle Terre Alte non poteva certo mancare Annibale Salsa,  presidente del Comitato Scientifico di Accademia della Montagna del Trentino e di Dolomiti UNESCO. Inoltre è Membro del Comitato Scientifico del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina – San Michele all’Adige e docente di Antropologia filosofica e Antropologia culturale presso l’Università di Genova dove condotto studi e ricerche su tematiche relative alla genesi ed alla trasformazione delle identità delle popolazioni delle Alpi.

Ma la particolarità di questa fase del congresso consisterà nel confronto tra i “saggi della montagna” e le nuove leve dello sport giudicariese, che si sono distinte per l’impegno agonistico, ma ai quali verrà data voce, in un confronto moderato da Roberta Bonazza,per esprimere una loro visuale del vivere in montagna.

Le giovani promesse sulle quali si dipanerà il confronto generazionale sono Alberto Vender, Marco Filosi, Patrick Ghezzi, Cecilia Maffei.

Su di loro si è voluta concentrare l’attenzione e l’ascolto delle sezioni organizzatrici perché vengano conosciuti ed apprezzati anche dalla vasta platea satina.

Pubblicità
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Ruzzola sul sentiero e finisce sulla statale, grave un 74 enne

Pubblicato

-

Momenti di paura poco dopo le 10.00 del mattino per un 74 enne escursionista che a Carisolo dopo essere scivolato sul sentiero del bosco è ruzzolato fermando la sua corsa sulla carreggiata della strada statale 239 sottostante.

Per sua fortuna in quel momento non transitava nessun mezzo e quindi il 74 enne ha evitato danni peggiori.

Sul posto sono arrivati la Polizia Locale di Pinzolo – Madonna di Campiglio, i vigili del fuoco, un ambulanza di Trentino emergenza e l’elisoccorso che ha trasportato l’anziano al santa Chiara di Trento in codice rosso.

Pubblicità
Pubblicità

Le sue condizioni sarebbero gravi per via delle ferite riportate nella caduta ma non sarebbe comunque in pericolo di vita.

La strada è stata chiusa per permettere ai soccorsi di prestare le prime cure al 74 enne.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Pinzolo, potenziato il servizio prelievi a favore di residenti e turisti

Pubblicato

-

“Esprimo la mia personale soddisfazione e ringrazio per l’impegno l’azienda sanitaria che ha coordinato l’iniziativa con l’obiettivo di dare una risposta sia ai residenti che ai numerosi turisti, soprattutto anziani, che visitano il Trentino durante la pausa estiva”, così l’assessore alla salute Stefania Segnana nel presentare il potenziamento del servizio di prelievo presso la AFT (Aggregazione Funzionale Territoriale di Medicina Generale) di Pinzolo.

Dal 23 luglio e fino al 18 settembre sarà possibile sottoporsi a prelievo del sangue nelle giornate di – martedì, giovedì e venerdì – dalle ore 7.30 alle ore 8.30 –

A partire dal 19 settembre è previsto un calo dell’afflusso turistico e per tale motivo l’offerta del punto prelievi ritornerà ad essere attiva il martedì ed il venerdì.

Pubblicità
Pubblicità

Dai dati forniti risulta infatti che agli abituali utenti del punto prelievo di in via Genova, durante i mesi estivi si aggiungono numerosi turisti, pazienti che necessitano di controlli del sangue settimanali.

Per rispondere a questa esigenza è stato potenziato il servizio aggiungendo un giorno – il giovedì – al calendario già in essere.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Storo: motociclista sorpreso a 101 km/h nel centro abitato

Pubblicato

-

Durante il fine settimana la Polizia locale ha effettuato numerosi controlli sulla SS237 del Caffaro e sulla 240 della Valle di Ledro.

Sono state più di venti le multe accertate, per lo più contestate a motociclisti provenienti dalla provincia di Bergamo.

In cinque casi è stata contestata la modifica dello scarico che rendeva il veicolo molto più rumoroso, mentre le altre sanzioni hanno riguardato sorpassi azzardati e velocità eccessiva.

Pubblicità
Pubblicità

In centro abitato a Storo (limite 50 km/h) un motociclista è stato sorpreso a 101 km/h. Per l’uomo è scattato il ritiro immediato della patente, la sospensione da uno a tre mesi, la riduzione di sei punti dalla patente e una multa di 544 euro.

Il sindaco di Storo Luca Turinelli a nome della conferenza dei Sindaci è soddisfatto del lavoro della Polizia  locale con particolare riguardo  alla strada dell’Ampola, dove la forte presenza contemporanea di veicoli, moto e biciclette è da sempre causa di gravi incidenti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza